JUNIORES: LE SEMIFINALI SARANNO URBETEVERE-VIGOR PERCONTI E ATLETICO 2000-TOR TRE TESTE

redazione 2 maggio 2013 Commenti disabilitati su JUNIORES: LE SEMIFINALI SARANNO URBETEVERE-VIGOR PERCONTI E ATLETICO 2000-TOR TRE TESTE

Giocate oltre alle due gare dei quarti di finale Juniores Elite, che premiano la Vigor Perconti, che supera con una grande rimonta il Futbolcub, e la Nuova Tor Tre teste che passa in semifinale grazie al miglior piazzamento in stagione rispetto al Tor di Quinto dopo il pari dei tempi regolamentari, anche la “gara due” delle avversarie delle laziali impegnate nei triangolari scudetto della Juniores Nazionale. Sabato 4 maggio sarà dunque Urbetevere-Vigor Perconti e Atletico 2000 contro Nuova Tor Tre Teste. Finalissima l’8 maggio

A cura di Giovanni Crocè

Il primo maggio di calcio giovanile e non solo ha prodotto quanto doveva e sono dunque note al grande pubblico di appassionati della nostra regione le 4 magnifiche semifinalista che disputeranno, sempre in gara secca, le semifinali categoria Juniores Elite, mentre Fidene e Lupa Frascati sabato prossimo, in un altra giornata campale per i due principali campionati Juniores, le ultime gare dei loro 2 triangolari scudetto. I ragazzi di mister Andrea Di Giovanni affronteranno in una trasferta campana nella splendida isola di Ischia, l’Ischia Isola Verde, mentre la Lupa Frascati di Citernesi ospiterà in casa la Recanatese. Tanto per il Fidene (che, lo ricordiamo, sabato scorso ha vinto all’esordio in casa 3-1 contro la Sarnese al Salaria Sport Village e non potrà però disporre ad Ischia del forte centrocampista ecuadoregno Cobena Vargas, squalificato dal giudice sportivo) quanto per la super Lupa Frascati dominatrice del girone I quest’anno (che ha invece pareggiato a Jesi 2-2 contro la Jesina) saranno gare fondamentali, dove non potrà esserci altro risultato che la vittoria. In realtà avendo l’Ischia Isola verde battuto ieri nella sfida del primo maggio la Sarnese (quindi eliminata) per 0-2 in trasferta, il Fidene può giocare anche per il pareggio avendo per ora realizzato 3 gol, uno in più degli ischitani con cui si trova attualmente a quota 3 punti. Situazione più complessa per la Lupa, dato che trovandosi a quota 1 punto e avendo invece ieri la Recanatese vinto 2-0 in casa (Jesina out), la Lupa per passare il turno deve per forza vincere contro la Recanatese stessa, in visita a Frascati. Entrambi i match con inizio alle ore 16.

JUNIORES ELITE: BRIVIDI E GIOIA FINALE PER LA VIGOR PERCONTI, 1-1 TRA TOR TRE TESTE E TOR DI QUINTO MA A PASSARE SONO I RAGAZZI DI ALESSANDRO DI NUNNO

Ora l’Atletico 2000 e l’Urbetevere conoscono il nome delle loro sfidanti. Per l’Atletico 2000 di mister Daniele Boncori ci sarà da ospitare la Nuova Tor Tre Teste di Alessandro Di Nunno, che ha pareggiato 1-1 contro uno dei migliori Tor di Quinto della stagione. I “Moretti boys” escono con ben più dell’onore delle armi dopo aver mantenuto il risultato di parità anche al termine dei tempi supplementari a causa del peggior piazzamento rispetto alla Nuova Tor Tre Teste nella stagione regolare (seconda la squadra di Di Nunno nel gruppo, terzo nel gruppo B il Tor di Quinto di Marco Moretti). Pareggio che sorride dunque ai “Reds Prenestini” grazie all’ennesimo gol dell’esterno d’attacco più ambito su piazza, il classe 1995 Matteo Bertoldi, che al 25′ della ripresa spara sotto al “7” dopo una azione da calcio d’angolo, con la sfera che plana sul suo destro per essere scaraventata dopo una respinta sotto la traversa per un gol di pura potenza e precisione. Il Tor di Quinto spesso patisce l’inerzia della partita e gode dell’ottima prestazione di Isopo, portiere classe 1993 alla sua ultima presenza in categoria (dopo aver già giocato la scorsa stagione in Serie D al Flaminia Civitacastellana) e riesce a pareggiare con una zampata in mischia dopo calcio di punizione di D’Ascenzi, numero 9 che non perdona e fissa il punteggio sull’1-1 al 36′ del secondo tempo. La Tor Tre Teste però sfiorerà più di una volta il 2-1 che avrebbe chiuso il discorso qualificazione, forte del fatto che anche pareggiando avrebbe superato il turno. Clamorose soprattutto le chances per De Bartolo della Tor Tre Teste al 15‘ del secondo tempo supplementare, che mette fuori di pochissimo un pallonetto a pochi passi da Isopo in uscita disperata, dopo una cavalcata in contropiede di 50 metri, e sul ribaltamento di fronte, a seguito dell’ultimo rinvio da parte del portiere del Tor di Quinto, Trincia calcia fuori di pochissimo in diagonale da dentro l’area il pallone che avrebbe potuto cambiare tutto, mandando avanti un Tor di Quinto che ha dato davvero tutto in questi quarti di finale 2013.

VIGOR PERCONTI: ALL’INFERNO E RITORNO, VINCE 3-2 CONTRO IL FUTBOLCLUB E SFIDERA’ L’URBETEVERE

FRANCESCO DI BARI

il numero 10 della Vigor Perconti, Di Bari, classe 1994 già campione d’Italia con i blaugrana nel 2012, ha siglato il 3-2 che ha completato la rimonta blaugrana nei quarti contro il Futbolclub di Gaetano Magro

Mai banale la squadra campione d’Italia Juniores Elite in carica, quella Vigor Perconti di Bellinati che è in crescita debordante e a tratti sembra anche meglio, per qualità e diversità di gioco e per la abilità nel reinventare la propria identità vincente, rispetto alla Vigor della scorsa stagione, perchè confermarsi a certi livelli dopo aver vinto tutto l’anno passato, si sa, nel calcio e nello sport spesso è impresa ardua.

Match dai due volti che però si risolve a vantaggio della Vigor che alla fine la spunta durante i 90′ regolamentari di gioco per 3-2 quando era stata sotto per 0-2 e il Futbolclub di coach Gaetano Magro pregustava con merito una qualificazione giocata per ampi tratti con una sicurezza e una bravura che lasciava stupiti. Doppio vantaggio con due grandissime conclusioni a giro di Rosati, migliore in campo tra i suoi e vero attaccante trascinatore tra il 23′ (0-1) e il 40′ del primo tempo (0-2) portavano quasi in paradiso il Futbolclub giunto in massa con amici e tifosi per tifare per i propri beniamini in maglia oranje, tuttavia però, i blaugrana di Bellinati che di rimonte da 0-2 se ne intendono (vinsero in rimonta partendo proprio dal doppio svantaggio anche la recente finale nazionale scudetto giocata lo scorso giugno a Casal Del Marmo contro i veneti della Liventinagorghense n.d.r), ribatano tutto nella ripresa. Non prima però, che gli Oranje di Viale degli Olimpionici possano sbagliare clamorosamente il match-ball del possibile 0-3 con il suo bomber principe, il classe 1993 Alessandro Barbarella, che al minuto 15 del secondo tempo riceve palla in contropiede scattando al limite del fuorigioco e a tu per tu con l’ex Tor Tre Teste Ferronetti, portiere della Vigor Perconti 2013, calcia e piazza la palla sul palo. Da questa clamorosa opportunità si passerà poi al crollo totale. Salirà in cattedra la linea offensiva dei tiburtini scudettati, che prenderanno coraggio e sul loro campo, lo splendido Vigor Sporting Center di Via Giordani, segneranno 3 reti e vinceranno l’incontro. Al minuto 18′ della ripresa l’1-2 di Piccolo che insacca di giustezza di testa incornando da campione una punizione di capitan Lorenzo De Luca (il terzino blaugrana classe 1993 e il fantasista Francesco di Bari, nato nel 1994 lo ripetiamo, appaiono obiettivamente un super-lusso nei loro ruoli per la categoria Juniores Elite e meritano ben altre ribalte calcistiche, speriamo, da appassionati di calcio, che la possano avere n.d.r.). Poi, con la collaborazione di un attivissimo “Jo Jo” Joseph Minala, possente colored della Vigor classe 1996 che da sotto età mangia campo e avversari come un vero predestinato e nello scatto e nelle intuizioni ricorda il miglior “Oba Oba” Martins, vince la partita surclassando mentalmente e fisicamente un Fubolclub sfiancato dopo oltre 60′ minuti giocati a tutto gas (e quanto ha pesato l’assenza di Masi per infortunio e il mancato apporto di Maestrelli e Rebecchini a centrocampo e in difesa, non precettati alla causa Juniores per questo quarto di finale). 2-2 agguantato ancora da Piccolo che fa doppietta e pareggio al 27′ che raccoglie il preciso servizio dalla destra di Minala e realizza da solo davanti a un Croppi incolpevole. 3-2 finale siglato dal “10” Di Bari che raccoglie e piazza in porta ancora dopo una bella cavalcata di un compagno, questa volta il subentrato Amici, che fa secco un avversario e mette al centro dalla fascia sinistra per l’accorrere del fantasista tiburtino.

Ora la semifinale più incerta e che forse può offrire qualcosa di più, tra le due, sembra essere quella del campo Urbetevere tra l’Urbetevere di Davide Guida e proprio la Vigor di Francesco Bellinati, due tra le squadre che hanno espresso il calcio più divertente e che soprattutto, particolare non da poco a questo punto della stagione, subiscono qualche gol in meno nei momenti decisivi. Tutto da decifrare invece quel che potrebbe accadere tra l’Atletico 2000 di Boncori che a volte ha qualche calo di tensione di troppo ed è alla prima vera semifinale in categoria della sua vita ma gode di un tridente fortissimo con Frasca e Luce ai lati di bomber Kevin Mastrosanti, mentre la Nuova Tor Tre Teste è la solita big e ha in Bertoldi un numero 7 fantascientifico, ma anche 30′ minuti di supplementari intensissimi nelle gambe. Il campo, come al solito, parlerà e dirà più di qualunque altro e ci regalerà le protagoniste per la finalissima da disputarsi l’8 maggio 2013.