JUNIORES ELITE, LE PAROLE DI MAGRO E DI NUNNO A DUE GIORNI DA FUTBOCLUB-TOR TRE TESTE!

redazione 7 novembre 2013 Commenti disabilitati su JUNIORES ELITE, LE PAROLE DI MAGRO E DI NUNNO A DUE GIORNI DA FUTBOCLUB-TOR TRE TESTE!

A cura di Giovanni Crocè

SABATO 9 NOVEMBRE 2013 BIG MATCH GRUPPO B JUNIORES REGIONALE ELITE, “FUTBOLCAMPUS” DI VIA DEL BAIARDO, ROMA

(LE NOSTRE TELECAMERE RIPRENDERANNO INTEGRALMENTE IN TELECRONACA LA PARTITA CHE SARA’ RIPROPOSTA LA PROSSIMA SETTIMANA SUL CANALE 210 DEL DIGITALE TERRESTRE RETE ORO NEWS, SEGUI IL NOSTRO SITO sportinoro.com PER SAPERE QUANDO SARA’ TRASMESSA)

 

GAETANO MAGRO, ALLENATORE FUTBOLCLUB JUNIORES ELITE

Si tratta di una sfida emozionante, dove ci sono due squadre tecniche, bravissime a giocare il pallone, difficilmente credo che vedrete una brutta partita sabato alle 15 al Futbolcampus, di sicuro noi non avremo il fantasista Alessandro Boi che si è infortunato praticamente da solo al ginocchio e resterà al palo circa un mese, ma sappiamo che dobbiamo aggredirli e anche diventare un po’ più cattivi agonisticamente perchè la differenza vera tra noi, le squadre di Roma e Ceccano e Ciampino e le altre dell’hinterland laziale è che loro sono più duri, aggressivi, fanno magari qualche entrataccia in più ma in un campionato del genere, secondo me il più difficile del settore giovanile, alla fine il fisico e il “farsi rispettare” serve. In questo cerco di migliorare i miei e farli crescere anche nella malizia, per fondere le qualità di tecnica e palleggio proprie del Futbol con un pizzico di grinta e cattiveria che alla fine ci farà fare secondo me questo salto di qualità che tanto manca per vincere un primo vero titolo elite. Se fossi io a entrare nella storia come dice lei, vincendo per primo? Magari, ogni anno tra giovanissimi, allievi e Juniores Elite, ci andiamo sempre vicini, sarebbe bello se fossimo noi di questa Juniores. Uomo in più tra noi e loro? Loro la punta ex siena Gori, è attaccante di razza,da noi quelli che ci sono stanno bene, tanto che se servono calciatori alla nostra prima squadra io non chiederò nessuno, mai fatto, certo se mi danno qualcuno dei ragazzi del 1995 non dico no, ma non mi interessano “prestiti”. Rosati? E’ in formissima, come altri 2-3 e una punta che mi da gioia allenare, perchè è positivo, solare e soprattutto quando è in giornata è imprendibile, una forza della natura. Giovannini? Adesso gli sto facendo fare anche l’interno di centrocampo nel 4-2-3-1, prima era punta centrale, poi esterna, ora in mediana, è uno dei più poliedrici che ho.

 

ALESSANDRO DI NUNNO, ALLENATORE NUOVA TOR TRE TESTE JUNIORES ELITE

Stiamo bene, siamo contenti anche se potremmo avere qualche punto in più ma secondo me ci sarà da divertirsi, perchè non so se siamo i più forti tra noi e loro  e non mi permetto perchè Ceccano e Ciampino stanno facendo benissimo, ma non credo finirà 0-0 salvo sorprese ci saranno dei gol. Ho tutti a disposizione, rosa ricca, anche se è bene che tutti ricordino che non ho che un pugno di ragazzi del 1995, giochiamo tutti al limite della categoria, con tutti ragazzi del 1996, e tutto è cambiato con tante cessioni eccellenti quindi stiamo tornando in fretta quelli di sempre, riformando un nuovo grande gruppo. Secondo me questi ragazzi, questa juniores può fare anche meglio di quella dell’anno passato campione regionale, basta che pian piano crescano tutti e non solo singolarmente e ne prendano consapevolezza loro, io posso solo allenarli meglio che posso. Ringrazio mister Magro per i complimenti, io sono qua per dare continuità nel lavoro, ma sa bene che conta la disponibilità dei ragazzi. Qua ho alcune individualità superlusso come Lorusso, attaccante che ha fatto quasi più gol che partite ed è voluto lui tornare qua da Crotone con cui era stato quest’estate preso dalla Primavera, ma secondo me tornerà presto perchè deve andare in un calcio ancora più grande. Poi c’è capitan Roberto Federico, mediano che è anche capitano della rappresentativa Juniores del Cr lazio, Gori che segna a raffica e viene da Siena,  Calvarese era a un passo dalla porta del Napoli Primavera, Riccucci che era titolare a centrocampo negli allievi nazionali del Genoa, c’è tanto spessore in questa rosa, che non si è ancora visto tutto.

La Vigor Perconti di mister Bellinati senza rivali nel gruppo A.? Può darsi, ma della Perconti ho visto poche partite, non è il mio raggruppamento. Dico solo che loro sono concettualmente costruiti e strutturati per vincere nell’immediato, sono una squadra per il presente, istantanea, tanti calciatori già campioni in blaugrana come i ’94 Borgia e Di Bari, stratosferici, non so neanche quanti gol e partite abbia Di Bari in questa categoria, ma sono tutte scelte rispettabilissime perchè i giocatori li mandano nel professionismo anche loro. Noi abbiamo pochissimi del 1995, nessuno del 1994, ed è normale che la maggiore esperienza li aiuti a primeggiare in certe gare.