Impresa Campus Eur: la Valle del Tevere cade in casa ed è agganciata in vetta

Andrea Dirix 18 marzo 2019 Commenti disabilitati su Impresa Campus Eur: la Valle del Tevere cade in casa ed è agganciata in vetta
Impresa Campus Eur: la Valle del Tevere cade in casa ed è agganciata in vetta

A cura di Giorgio Attolico

VALLE DEL TEVERE-CAMPUS EUR 0-1

Valle del Tevere: Aniello, Paletta (46’Danieli), Grizzi, Gomez, Giustini (46’Nardi), Passiatore, Macrì, Hrustic (82’Mamarang), Giurato, Jammeh, Manga. A disp.:De Vellis, Galanti, Lelli, Pileri, Ceccarelli, Bianchi. All.:Scaricamazza.

Campus Eur: Calisse, Ranucci, Pompili, Maestri, Conti, Ponziani (73’Cosentino), Stufa, Corvesi, Iacobucci, Necci, Monteforte (81’Cipriani). A disp.:Pompei, Rambaldo, Carice, Napoleoni, Lazzeri, Bussi. All.:Scarfini.

Arbitro: Prencipe di Tivoli.

Ass.arb.li: Ligresti di Civitavecchia e D’Antoni di Ciampino.

Reti: 21’pt Conti.

Note : Ammoniti: Grizzi (VT), Giustini (VT), Passiatore (VT), Calisse (CE), Conti (CE), Necci (CE) e Cipriani (CE). Calci d’angolo:8-0 per la Valle del Tevere.

Recupero:1’pt e 4’st. Giornata di sole, temperatura primaverile.

 

 

La Valle del Tevere cade per la seconda volta dall’inizio della stagione.

I sabini, che non perdevano da dicembre, quando vennero sconfitti al “Comunale” dal Villalba, sono inciampati sul Campus Eur che ha disputato una buona partita specialmente nel primo tempo imponendosi per 1-0.

Nella prima frazione di gioco, i padroni di casa premono fin dall’inizio mentre gli ospiti sono molto arroccati in difesa.

Al 7’, i sabini vanno vicino al goal: Giustini lancia molto bene Giurato che si defila sulla destra e conclude a rete da posizione difficile con un diagonale che non inquadra la porta.

La squadra di Scarfini si fa vedere quattro minuti dopo con Stufa servito da un assist di Pompili dalla sinistra, leggermente deviato, ma la sua conclusione finisce fuori di poco alla sinistra di Aniello.

I romani concedono pochi spazi alla Valle del Tevere e passano in vantaggio al 21’ con un bellissimo calcio di punizione dal limite dell’area  molto forte di Conti che finisce in rete sotto la traversa.

Sotto di un goal, il “team” di Scaricamazza accusa il colpo mentre i bianconeri tengono bene il campo chiudendo tutti gli spazi ai biancoazzurri.

Poco prima dell’intervallo, in pieno recupero, la Valle del Tevere si riaffaccia dalle parti di Calisse: sugli sviluppi di un fallo laterale dal versante destro di Paletta, Jammeh serve Gomez che tenta la grande “giocata” in semi-rovesciata ma il pallone finisce abbondantemente alto.

Ad inizio ripresa, Scaricamazza prova a cambiare volto alla partita con un doppio cambio con Nardi e Danieli al posto di Giustini e Paletta nell’intento di trovare più freschezza a centrocampo ed in attacco.

Il copione della gara non cambia ed al 5’, i padroni di casa reclamano un calcio di rigore: su angolo dalla sinistra di Jammeh, tra i migliori dei sabini con Macrì, Conti trattiene Nardi ma il direttore di gara Prencipe di Tivoli lascia correre tra le timide proteste dei locali.

I padroni di casa premono ed al 17’, sprecano una buona opportunità per pervenire al pareggio: sul cross di Giurato dal versante sinistro, Hrustic, indisturbato, svetta di testa sul secondo palo ma il pallone finisce alto.

Quattro minuti dopo, Hrustic ci prova con un calcio di punizione a girare che finisce alto di poco.

E’ un buon momento per a Valle del Tevere insiste e sciupa una grande opportunità per l’1-1 al 24’: Macrì, dopo aver vinto un rimpallo, vede molto bene Gomez che si presenta solo davanti al portiere ma il suo tocco morbido non sorprende Calisse, il “man of the match”, che sventa la minaccia con un grande intervento.

Il forcing dei padroni di casa è asfissiante e due minuti dopo, vanno vicinissimo al pari: Jammeh apre molto bene dalla sinistra trovando Macrì che conclude dalla distanza ma l’estremo difensore del Campus Eur, nonostante una deviazione, si supera riuscendo a salvare la sua porta con una prodezza.

Al 28’, primo cambio per Scarfini con Cosentino al posto di Ponziani, un po’ stanco, cercando di difendere il risultato.

Nel finale, la Valle del Tevere non demorde e sei minuti dopo si rende pericolosa con Macrì, servito da giurato, ma il suo tiro da fuori area trova pronto Calisse, tra i migliori in campo con Conti, Pompili e Maestri, che respinge la sua conclusione.

Il finale è incandescente.

Al 36’, seconda sostituzione per il Campus Eur con Cipriani per Monteforte nell’intento di trovare più freschezza a centrocampo.

Poco dopo, Scaricamazza tenta il “tutto per tutto” effettuando il terzo cambio con Mamarang al posto di Hrustic cercando più vivacità in fase offensiva.

I padroni di casa cercano in tutti modi di arrivare al pareggio lasciando inevitabilmente spazi ai bianconeri che vanno vicino al raddoppio al 40’ in contropiede: Cipriani, nonostante il fallo di Grizzi, successivamente ammonito, riesce a servire in verticale Iacobucci che conclude a rete dalla destra da posizione defilata ma Aniello fa buona guardia e respinge il tiro.

Quattro minuti dopo, la Valle del Tevere sciupa un’altra occasione da goal: su assist di Manga dalla destra, Gomez e Danieli non arrivano per il “tap-in” vincente da corta distanza ed il Campus Eur si salva e pochi istanti dopo, i biancoazzurri sprecano una grandissima opportunità per pervenire al pareggio in modo quasi analogo: Giurato serve sempre dal versante sinistro Passiatore

che questa volta trova il “tap-in” all’altezza dell’area piccola ma il suo tocco è debole con la deviazione decisiva di Maestri che salva il risultato.

Dopo quattro minuti di recupero, al triplice fischio di Prencipe, buona la sua direzione,grande gioia per il Campus Eur che conquista una vittoria fondamentale in chiave-salvezza”.

Dopo un periodo “nero” di quattro sconfitte consecutive, è il secondo successo di fila per i romani che non vincevano in trasferta dal 16 dicembre mentre è un amaro ko per la Valle del Tevere, che non perdeva anch’essa dalla stessa data, e nonostante l’aggancio in vetta alla classifica del Team Nuova Florida che deve però ancora riposare, la squadra di Scaricamazza rimane in piena corsa per la promozione in serie D.

 

 

IL DOPO-PARTITA DEL “COMUNALE” CON I DUE ALLENATORI

 

 

Stefano Scaricamazza (all.Valle del Tevere): “Siamo stati molto sfortunati ed imprecisi sotto porta dato che abbiamo sprecato tante occasioni da rete nel secondo tempo.

Alla fine, abbiamo subìto solo un tiro in porta ma meritavamo senza dubbio il pareggio.

Ora ci “rimbocchiamo le maniche” e guardiamo avanti essendo già concentrati sulla gara in trasferta al “Comunale” contro il Montespaccato nell’intento di fare “bottino pieno”.

Dobbiamo però essere più lucidi in attacco.

Lotteremo fino alla fine con il Team Nuova Florida a cui auguro di fare bene anche nella Coppa Italia Dilettanti.

Sarebbe un ottimo risultato per il calcio laziale…”.

Daniele Scarfini (all.Campus Eur): “Il pari sarebbe stato più giusto dato che la Valle del Tevere ha avuto tante occasioni da rete soprattutto nella ripresa.

Siamo stati anche fortunati dato che i nostri avversari sono stati molto imprecisi in attacco ma rimangono i favoriti per la vittoria finale dato che giocano bene ed il gruppo è molto valido.

E’ una vittoria che vale “doppio” dato che oramai abbiamo raggiunto l’obiettivo della salvezza tranquilla che ci permette di affrontare il finale di stagione con tanta serenità.

La prossima settimana affronteremo al “Tobia” il Civitavecchia che si trova in piena lotta per la salvezza nell’intento di portare a casa un buon risultato.

A questo punto, vogliamo affrontare queste ultime sette partite cercando di valorizzare sempre di più i giovani e di fare il massimo…”.

 

 

 

 

banner apple