Il Trastevere si consolida in vetta: Un guizzo di Proia piega un buon Porto d’Ascoli

Giorgio Attolico 22 Novembre 2021 0
Il Trastevere si consolida in vetta: Un guizzo di Proia piega un buon Porto d’Ascoli

Al Trastevere Stadium, la squadra di Mazza supera di misura per 1-0 il Porto d’Ascoli, matricola del campionato, con molta fatica dopo una gara molto sofferta da parte dei romani che hanno raccolto il terzo successo di fila che permette di consolidare la vetta della classifica in attesa del recupero tra Castelnuovo Vomano e Recanatese.

 

 

TRASTEVERE-PORTO D’ASCOLI 1-0

 

 

Trastevere (4-3-3): Semprini; Cervoni, Lo Porto, Tarantino, Giordani; Calderoni (72’Madeddu), Lapenna (87’Di Rauso), Proia; Crescenzo, Monni (81’Bay), Squerzanti (61’Corsetti). A disp.:D’Alessandro V., Ilari, Agresti, Santilli, Chimenti. All.:Mazza.

Porto d’Ascoli (4-3-3): Testa (76’Finori); Petrini, Pasqualini, Passalacqua, Sensi; Rossi (87’Clerici), Evangelisti, D’Alessandro M. (64’Battista); Verdesi (76’Schiba), Napolano, Monachesi (64’Nociaro). A disp.:Aliffi, Massi, Pietropaolo, Sabatini. All.:Ciambelli.

Arbitro: Gianquinto di Parma.

Ass.arb.li: Gentile di Teramo e De Santis di Avezzano.

Reti: 31’Proia.

Note: Espulso al 90′ l’allenatore in Seconda del Porto D’Ascoli Bogliari per proteste. Ammoniti:Monni (T), Proia (T) e Passalcqua (PD). Calci d’angolo:6-4 per il Porto D’Ascoli. Recupero:0’pt e 5’st. Giornata di sole con temperatura mite. Buona cornice di pubblico.

 

Il Trastevere suona la terza.

La squadra del Rione, con molta sofferenza, supera il Porto d’Ascoli per 1-0, al Trastevere Stadium, dopo una gara molto combattuta ed alla fine, i marchigiani, matricola del campionato, avrebbero meritato il pareggio.

Nella prima frazione di gioco, la gara si gioca  a viso aperto con entrambe le squadre cher cercano la via del goal ed al 10′, gli ospiti sono molto pericolosi: Verdesi dopo aver rubato palla a Lo Porto sul versante destro, serve un assist al bacioa centro area, per Rossi che conclude prontamente ma non inquadra la porta con il pallone che finisce fuori  di poco alla destra di Semprini.

Dopo lo scampato pericolo, i romani reagiscono e sei minuti dopo, vanno vicino al goal: sui angolo dalla destra di Crescenzo, il colpo di testa di Capitan Tarantino, il man of the match nonché tra i migliori in campo con  Monni, Squerzanti, Proia, La Penna, Giordani, Semprini e Crescenzo, termina fuori di poco alla destra di Testa.

Le occasioni fioccano entrambe le parti ed al 21′, gli ospiti per poco non passano in vantaggio con un calcio di punIzione, molto insidioso, di Napolano dai venticinque metri che termina fuori dì un siffio alla sinistra del portiere del Trastevere.

Cinque minuti dopo, i padroni di casa vanno vicino all’1-0 in modo analogo alla situazione precedente: su angolo dalla destra di Crescenzo, Tarantino ci riprova di testa ma anche questa volta, il pallone finisce fuori di poco alla destra del portiere ospite.

Sul capovogimento, di fronte, la squadra di Ciambelli per poco non passa in vantaggio: sugli sviluppi di un’azione convulsa, Capitan Napolano conclude a rete da corta distanza ma Semprini fa buona guardia deviando in angolo alla sua destra.

La gara non dà tregua ed al 28′, i marchigiani si fanno vedere con una rovesciata di Passalacqua, sugli sviluppi di un angolo dal versante destro battuto da Napolano, ma il pallone finisce alto.

Il Trastevere reagisce ed alla mezz’ora, i romani sono molto sfortunati in virtù della traversa colpita da Squerzanti dai venti metri creando più di un brivido alla porta degli ospiti ma poco dopo, i padroni di casa passano in vantaggio: sul cross dalla destra di Crescenzo, Squerzanti fa da sponda al volo per il tap-in in rete di Proia da corta distanza.

E’ il goal-partita.

Sull’1-0, i marchigiani accusano il colpo e nel finale di tempo, i romani sono molto pericolosi: Lapenna s’invola e serve Monni che conclude a rete dal limite dell’area ma il pallone termina alto e prima dell’intervallo, la squadra di Ciambelli va vicino al pari: sul fallo dalla destra di Petrini, Tarantino allontana il pallone di testa che però finisce sui piedi di Monachesi ma la sua conclusione, da buona posizione, finisce alta ed i romani si salvano.

Pronti-via e ad inizio ripresa, gli ospiti vanno vicino all’1-1: sul cross dalla sinistra di Pasqualini, Rossi fa da sponda di testa per Napolano che colpisce a sua volta di testa, da corta distanza, ma Semprini blocca agevolmente il pallone.

Al 6′, la squadra del Rione va vicino al raddoppio: sul lancio dalle retrovie di Lo Porto, Monni fa da sponda di testa per Squerzanti che conclude a rete ma Testa non si fa sorprendere bloccando il pallone alla sua destra.

La squadra di Ciambelli è molto aggressiva nel secondo tempo ed al 14′, è molto arrabbiata con il direttore di gara Gianquinto di Parma dato che annulla un goal di D’Alessandro di testa dall’area piccola, sugli sviluppi di un calcio di punizione dalla trequarti di Napolano dopo la sponda di testa di Sensi, fermato per fuorigioco dal secondo assistente De Santis di Avezzano.

Al 16′, primo cambio per Mazza che manda in campo Corsetti al posto di Squerzanti cercando più vivacità in attacco.

Il Trastevere, molto arroccato in difesa, cerca di sfruttare bene le ripartenze ed al 17′, serve Lapenna che conclude a rete ma la sua conclusione finisce fuori di un soffio alla destra del portiere ospite.

Due minuti dopo, doppio avvicendamento per i marchigiani con Nociaro e Battista al posto di Monachesi e D’Alessandro M.  nell’intento di trovare più vivacità in attacco e sulle corsie esterne.

Il team di Ciambelli preme ed al 21′, va vicino all’1-1: su assist dalla destra di Napolano, tra i migliori degli ospiti con Pasqualini, Rossi, Verdesi, Monachesi e Sensi, il tap-in di Battista, sul secondo palo da posizione defilata, in spaccata, finisce fuori di poco alla destra di Semprini.

E’ un buon momento per il Porto D’Ascoli che va vicinissimo al pari, al 26′: sul cross dal versante sinistro di Napolano, il colpo di testa di Rossi, all’altezza dell’area piccola, trova pronto Semprini che si oppone e sventa la minaccia con un grande intervento. Poco dopo, seconda sostituzione per il Trastevere con l’ingresso in campo di Madeddu al posto di Calderoni nell’intento di trovare più freschezza a centrocampo.

Alla mezz’ora, i romani vanno vicino al raddoppio: sul calcio di punizione dalla trequarti di Monni, il tap-in al volo di Crescenzo è debole e non crea problemi a Testa.

Pochi istanti dopo, Ciambelli tenta il tutto per tutto con Finori e Schiba al posto di Testa e Verdesi per riequilibrare l’assetto degli under e per avere più incisività in attacco.

Al 36′, terzo avvicendamento per Mazza con l’ingresso in campo di Bay al posto di Monni, un po’ stanco, con l’obiettivo di trovare più vivacità in fase offensiva. Nel finale, il forcing del Porto D’Ascoli è asfissiante ed al 40′, i marchigiani sono pericolosissimi: su angolo dal versante destro dell’inesauribile Napolano, Schiba svetta di testa da due passi, sul primo palo, ma il pallone finisce fuori di un soffio alla destra del portiere locale.

I padroni di casa cercando di sfruttare le ampie praterie lasciate dai marchigiani ed al 43′, Corsetti lancia in profondità Bay che conclude da posizione molto defilata dalla sinistra ma non inquadra la porta e poco dopo, c’è un’ultima opportunità per i marchigiani: sul cross dalla sinistra di Pasqualini, Clerici, subentrato da poco a Rossi, conclude al volo sul secondo palo ma il pallone termina fuori di poco alla sinistra del portiere del portiere locale.

Al triplice fischio, grande gioia per la squadra del Rione che conquista la sua terza vittoria di fila che gli permette di consolidare il primato in classifica mentre c’è grande amarezza e delusione per i marchigiani che avrebbero meritato il pareggio dopo aver giocato molto bene nel secondo tempo.

Dopo questa vittoria, il Trastevere dovrà cercare di allungare la serie positiva recandosi al Comunale di Nereto contro la compagine abruzzese mentre per il Porto d’Ascoli che sta disputando comunque un ottimo campionato,  nonostante il momento difficile sul piano dei risultati con un punto in tre partite, è uscito dal campo a testa alta e domenica 24 novembre, avrà luogo  il derby, al Ciarrocchi, contro la Recanatese che mercoledì dovrà terminare la gara in trasferta, sospesa alla fine del primo tempo, al Comunale, contro il Castelnuovo Vomano che potrebbe portare la squadra di Pagliari ad una lunghezza dalla capolista.