IL S.CESAREO CONSOLIDA LA SUA “LEADERSHIP”

redazione 3 marzo 2013 Commenti disabilitati su IL S.CESAREO CONSOLIDA LA SUA “LEADERSHIP”
IL S.CESAREO CONSOLIDA LA SUA “LEADERSHIP”

Al “Pera”, successo facile per la squadra di Ferazzoli che ha sconfitto per 2-0 l’Amiternina che è rimasta in dieci uomini dal 36′ a causa dell’espulsione di Bamba.

S.CESAREO-AMITERNINA 2-0

S.Cesareo: Del Duchetto, Tarantino, Bernardi (88’Cossa), Galluzzo, D’Andrea, Crescenzo, Delgado, Mancini, Tajarol (84’Del Vecchio), La Rosa (73’Sabatino), Siclari. A disp.:Bravetti, Mucciarelli, Hrustic, Vona. All.:Ferazzoli.

Amiternina: Spacca, Lenart D., Valente, Moauro, Di Francia, Varchetta (63’Costantino), Perfetti, Petrone (52’Bocchino), Pedalino, Bamba, Marongiu (56’Gizzi). A disp.: Napoleoni, Loreti, Federici, Lenart L. All.:Nappo.

Arbitro: Valiante di Nocera Inferiore

Ass.arb.li: Genovese di Avellino e Ventre di Cassino.

Marcatori: 46’pt Siclari (SC), 69’Tajarol (SC).

Note: Espulso Bamba (A) al 36′ per somma di ammonizioni. Ammoniti: Valente (A) e Marongiu (A). Calcio d’angolo:1-0 per il S.Cesareo. Recupero:1’pt e 4’st. 

Il S.Cesareo ottiene il suo sesto risultato utile di fila battendo agevolmente al “Pera” l’Amiternina che è rimasta in partita poco più di mezz’ora fino all’espulsione di Bamba. La squadra di Ferazzoli, in maglia bianca, si schiera con un 4-2-3-1 con Delgado, La Rosa e Siclari alle spalle del “bomber” Tajarol mentre i giallorossi di Angelone, assente per squalifica e sostituito da Nappo, rispondono con un 3-5-2 con Pedalino e Bamba in attacco. Dirige il “match” Valiante di Nocera Inferiore, buona la sua direzione. Nella prima frazione di gioco, i padroni di casa trovano molte difficoltà ad arginare il “bunker” difensivo degli ospiti che non lascia spazi ai padroni di casa. Al quarto d’ora, l’Amiternina si fa vedere con un rasoterra dalla distanza di Bamba che termina fuori alla destra di Del Duchetto. Il S.Cesareo ma riesce a creare il primo pericolo solo al 35′: Tajarol, serve Siclari che conclude con un diagonale dalla destra che viene respinto da Spacca. Un minuto dopo, gli abruzzesi rimangono in dieci uomini  a causa dell’espulsione, ineccepibile, di Bamba per somma di ammonizioni. Nel finale di tempo, in superiorità numerica, il “forcing” dei rossoblù aumenta vistosamente ed al 40′, c’è un contatto molto sospetto in area ospite tra Di Francia e Tajarol ma l’arbitro lascia correre. Tre minuti dopo, il “team” di Ferazzoli va vicinissimo al goal: La Rosa, tra i migliori in campo con Siclari e Tajarol, serve con un bellissimo pallonetto filtrante il capocannoniere del campionato che conclude al volo ma il pallone termina fuori di poco alla destra dell’estremo difensore dell’Amiternina. E’ un assedio del S.Cesareo che si rende molto pericoloso pochi istanti dopo con Siclari, servito da Tajarol, che manda alto di poco da buona posizione. Nel minuto di recupero, la lunga pressione dei rossoblù viene premiata: Crescenzo serve Siclari che insacca con un bel diagonale dal versante destro che termina in rete con l’aiuto del palo alla destra dell’incolpevole Spacca. Nella ripresa, i padroni di casa, con un uomo in più, controllano bene il campo mentre l’Amiternina, dopo aver subìto un’autentica “doccia fredda” poco prima dell’intervallo, non riesce ad impensierire Del Duchetto, che è rimasto inoperoso per tutta la partita. Al 23′, i rossoblù vanno vicino al raddoppio: Tajarol serve molto bene Siclari che si defila molto sulla destra e conclude a rete ma non inquadra la porta da corta distanza. Poco dopo, sugli sviluppi di una ripartenza, il “team” di Ferazzoli realizza il secondo goal che chiude la pratica: La Rosa s’invola sul versante sinistro e serve un “assist al bacio” per Tajarol che infila dopo la ribattuta di Spacca che aveva salvato la sua prima conclusione. I giallorossi, protestano timidamente con il direttore di gara chiedendo un tocco di mano ma l’arbitro rimane sulla sua decisione. Sul 2-0, la gara non ha più “storia” e cinque minuti dopo, i padroni di casa hanno un’ultima occasione da goal: sul cross di Bernardi dalla sinistra, Siclari s’inserisce bene di testa ma il pallone finisce fuori di poco alla sinistra di Spacca creando qualche brivido alla porta dell’Amiternina in cui il più brillante è stato Capitan Valente. La partita scivola via fino al termine senza sussulti ed al triplice fischio di Valiante di Nocera Inferiore, il S.Cesareo festeggia con i suoi tifosi la sua terza vittoria consecutiva che consolida il suo primato in classifica mantenendo sempre tre lunghezze di vantaggio sulla Sambenedettese che si contenderà, fino alla fine, la vittoria del campionato con la società dei Presidenti Carpentieri e Cantadori mentre per l’Amiternina, è un ko che non pregiudica l’ “obiettivo-salvezza” ma il compito degli abruzzesi, per la gara odierna, era già molto proibitivo in partenza e si è complicato notevolmente dopo l’inferiorità numerica.

Giorgio Attolico