Il Montespaccato vince e passa il turno. Superato ai rigori l’Atletico Terme Fiuggi degli ex Romondini e Di Nezza

redazione 12 Settembre 2021 Commenti disabilitati su Il Montespaccato vince e passa il turno. Superato ai rigori l’Atletico Terme Fiuggi degli ex Romondini e Di Nezza
Il Montespaccato vince e passa il turno.  Superato ai rigori l’Atletico Terme Fiuggi degli ex Romondini e Di Nezza

È iniziata nel migliore dei modi la seconda stagione in D degli azzurri del Montespaccato. La squadra di “borgata” ha infatti battuto fuori casa i termali guidati dall’ex Fabrizio Romondini dimostrando un’ottima qualità di gioco e una grande lucidità in campo.
Il motto “VinCere” scelto dai creativi dell’Atletico di patron Ciaccia non ha evidentemente portato fortuna alla squadra di Mister Romondini e alla fine a gioire è il Montespaccato del Presidente Monnanni, che conclude così nel migliore dei modi il week end di festa “Il quartiere si incontra”. Forte di una coesione in tutti gli scacchieri del campo, sono gli azzurri di Via Stefano Vaj a condurre la gara e ad andare in vantaggio con un bel gol di Daniele Ansini al 25^. La reazione dell’Atletico è rabbiosa e il pareggio si concretizza già al 33^ con Sowe.
Il secondo tempo vede un continuo cambiamento di fronti ma il Montespaccato è solido sia in difesa che capace di produrre più di un’occasione da rete senza però finalizzarle.
Si passa ai rigori e risulta decisiva la parata del Capitano e portiere del Montespaccato Riccardo Tassi che unita alle marcature dei compagni consegna la vittoria e il passaggio al turno successivo agli azzurri.
Di seguito la serie dei rigori: De Dominicis(M) Rizzitelli (A) Proietto(M) Sowe(A, parato da Tassi) Rossi(M) Romeo(A) Giannetti(M) Potenza(A) Putti Lorenzo(M).

 

ATLETICO TERME FIUGGI – MONTESPACCATO 1-1, 4-6 d.c.r.
Atletico Terme Fiuggi: Mejri, Di Nezza (1′ st Tomas), Romeo, Meloni, Rizzitelli, Papaserio, Forgione, Lo Duca (20′ st Corrado), Fall (1′ st Potenza), Ficara, Sowe. All. Romondini. A disp. Grosso, Frabotta, Gallinari, Costa, Francia, Cipriani.
Montespaccato: Tassi, Moccia, Giannetti, Zeetti, Petricca, Antogiovanni (25′ pt Proietto), Putti Lo., Canciani (33′ st Putti Le.), Calì (33′ st Varriale), Ansini (15′ st Rossi), Bosi (15′ st De Dominicis). All. Mucciarelli. A disp. Meniconi, Ergemlidze, Pesarin, Nanci.

Arbitro: Castellone di Napoli (Cozzuto – Capasso).

Reti: 25′ Ansini, 33′ Sowe.

Note: ammoniti Papaserio, Sowe, Zeetti, Calì, Proietto e Le. Putti. Spettatori 200 circa.

Ma, come detto, il week end magico del Montespaccato era già iniziato alla grande venerdì scorso al “Don Pino Puglisi”, di fronte ad oltre 500 persone, numerose e autorevoli le presenze istituzionali, dal Presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti, al Direttore generale dell’Agenzia nazionale per i beni sequestrati e confiscati (ANBSC) Prefetto Bruno Corda, al Presidente Giancarlo Abete, al Presidente dell’Osservatorio per la legalità e la sicurezza della Regione Lazio Gianpiero Cioffredi, alla Presidente del Municipio XIII Giuseppina Castagnetta, alla Presidente di Telefono Rosa Gabriella Carnieri Moscatelli, oltre, ovviamente, al Presidente di Asilo Savoia Massimiliano Monnanni.
Nel corso della presentazione, oltre a ripercorrere i principali risultati raggiunti in ambito sociale, sportivo, formativo e di inserimento professionale dei giovani atleti inseriti nel Programma, sono stati svelati il nuovo logo e le nuove maglie da gara e presentate le nuove rose della stagione 2021/22, a partire dalla squadra femminile di nuova costituzione e che militerà nel massimo campionato regionale di Eccellenza e da quella maschile che per il secondo anno consecutivo affronterà la Serie D con l’ambizione di divenire la terza squadra di Roma anche per i risultati da conquistarsi sul campo.

L’evento si è chiuso di fronte a centinaia di persone con un concerto musicale gratuito con un interprete e cantautore d’eccezione, Leo Gassmann, vincitore del 70^ Festival di Sanremo Sezione “Nuove Proposte”.
“Quello che è stato fatto a Montespaccato – spiega il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti – è un esempio positivo di come si possa dare nuova vita a un quartiere, associato per troppo tempo solo alla criminalità, territorio dove c’erano pochi spazi di aggregazione, ma che oggi vede una prospettiva nuova, grazie allo sport e all’inclusione sociale.

Una rete che promuove la partecipazione di famiglie e associazioni per mettere in campo idee che vadano al di là dello sport ma che uniscano cultura, educazione e capacità di stare insieme e vivere serenamente il proprio quartiere. Roma come dico sempre non è solo il Colosseo, ma è tanto altro. E’ fatta di tanti quartieri come questo che sono il cuore pulsante del nostro territorio e il simbolo di una periferia che si mette in gioco e vince grazie allo sport, all’aiuto delle Istituzioni e dell’associazionismo. Questa è la Roma che ci piace e giorno dopo giorno lavoriamo per moltiplicare in tutta la città realtà come questa”.

Per Massimiliano Monnanni, Presidente di Asilo Savoia “è importante il grande consenso sociale ottenuto nel quartiere grazie a tre anni di intenso lavoro non solo a livello sportivo ma a 360^ gradi coinvolgendo e mettendo in rete tutto il tessuto associativo di Montespaccato e ricostruendo intorno al “Don Pino Puglisi” un vero e proprio punto di aggregazione e riferimento per una comunità di quasi 40 mila cittadini”. “Siamo orgogliosamente – conclude Monnanni – una società e una squadra di quartiere, anzi di “borgata”, l’unica a Roma che a livello dilettantistico sa ancora emozionare e coinvolgere migliaia di tifosi e cittadini intorno a un simbolo e una maglia che ha restituito onore e riscatto a un territorio per troppo tempo citato ingiustamente solo per eventi di cronaca nera”.

Parola infine a Mister Mauro Mucciarelli all’esordio assoluto su una panchina: “Sono molto contento della prestazione, abbiamo affrontato con personalità un’ottima squadra ed abbiamo meritatamente superato il turno. Questa prestazione deve farci capire che continuando a lavorare sul gruppo con talento e tenacia saremo in grado di tenere testa anche a squadre ben più blasonate della nostra. Ora di nuovo al lavoro per iniziare al meglio anche il Campionato: ci attende una squadra ostica come il Foligno che ha battuto fuori casa l’Arezzo e ci affronterà con il morale a mille”.

Ufficio stampa Montespaccato