GIRONE G, LUPA E S. CESAREO SI PRENDONO LA VETTA. MOLE E CYNTHIA ALLA GRANDE. GIRONE E, PARI PER OSTIA E FLAMINIA

alfredo 4 novembre 2013 Commenti disabilitati su GIRONE G, LUPA E S. CESAREO SI PRENDONO LA VETTA. MOLE E CYNTHIA ALLA GRANDE. GIRONE E, PARI PER OSTIA E FLAMINIA
GIRONE G, LUPA E S. CESAREO SI PRENDONO LA VETTA. MOLE E CYNTHIA ALLA GRANDE. GIRONE E, PARI PER OSTIA E FLAMINIA

Lupa da urlo. La decima giornata di campionato consacra la formazione romana al comando della classifica affiancata dal San Cesareo. Il ribaltone si è materializzato al termine del big match che la squadra di Cucciari ha disputato, stravincendolo, a Olbia. I sardi vanno avanti con Pozzebon ma Perrulli pareggia su rigore e poi nella ripresa succede di tutto. I sardi restano in nove e la Lupa ne approfitta per dilagare: in gol vanno l’ex romanista Diamoutene, Chiesa, Leccese e Tajarol. Nel dopo gara purtroppo qualcosa non va. Il pullman dei romani viene preso di mira e colpito da una sassaiola che manda in frantumi alcuni vetri del mezzo. Fortunatamente nessun contuso ma solo tanta paura. Vince di misura il San Cesareo che batte l’Astrea grazie al solito Siclari e vola in vetta al fianco della Lupa Roma. Dietro il terzetto troviamo l’Isola Liri che supera con un secco 3-0 il Palestrina con le reti dei soliti Giglio, Caligiuri e Poziello. La nota positiva di questo turno di campionato è senza dubbio il S. Maria Mole Marino. Il merito del successo contro il Sora, oltre al bel gioco ritrovato con Incarbona, va ascritto al centrocampista Crescenzo che realizza una incredibile tripletta e consegna ai suoi tre punti pesantissimi. Una squadra, quella del presidente De Simone, che, da matricola, sta stupendo tutti per gioco e continuità di risultati (è la quarta vittoria nelle ultime cinque partite). Male, molto male, il Sora di Farris a cui non basta il pari momentaneo di Mucciarelli. La Cynthia si tira fuori dalla zona play-out rifilando una pesante cinquina al fanalino di coda Porto Torres. I genzanesi di Apuzzo, approfittando anche della superiorità numerica, vanno sotto ma poi trovano la forza di reagire aiutati prima da un’autorete dei sardi poi dalle reti di Quadrini (doppietta), Meacci e Damiani. Successi pesantissimi anche per Anziolavinio e Maccarese Giada che superano rispettivamente Budoni e Latte Dolce. La classifica per entrambe resta comunque abbastanza complicata. L’Arzachena si aggiudica all’inglese il derby contro il Selargius. Nell’anticipo di sabato finisce 1-1 l’altro derby tra Terracina e Fondi. Un punto che stoppa le ambizioni delle due pontine. Nel girone E la Pistoiese batte 2-1 il Sansepolcro e raggiunge in vetta la Pianese, bloccata sullo 0-0 dal Trestina. Pareggio ad occhiali anche per l’Ostia Mare di Caputo a Narni che allontana i lidensi, al primo pareggio esterno, dalla zona play-off e per la Flaminia sul campo del Gualdo.

Piero Zomegnan