Gamboni lancia il Pomezia: “La Sinalunghese? Vietato farci prendere dalla frenesia, dobbiamo giocare tranquilli”

Andrea Dirix 15 maggio 2018 Commenti disabilitati su Gamboni lancia il Pomezia: “La Sinalunghese? Vietato farci prendere dalla frenesia, dobbiamo giocare tranquilli”
Gamboni lancia il Pomezia: “La Sinalunghese? Vietato farci prendere dalla frenesia, dobbiamo giocare tranquilli”

Countdown attivato.

Dalle parti di via Varrone è ormai scattato inesorabile il conto alla rovescia in vista del match d’andata con la Sinalunghese, squadra uscita vincitrice dalla lotteria dei play-off nel Girone B toscano.

Agguantata all’ultima giornata della regular season la possibilità di giocarsi la Serie D attraverso gli spareggi nazionali, i rossoblu di patron Alessio Bizzaglia stanno preparando con cura la sfida con i senesi.

A presentarla provvede Tommaso Gamboni (nella foto di Calcio Pometino, ndr), tra i più positivi nell’altalenante stagione dei pometini.

L’esterno ha pienamente recuperato dopo l’infortunio muscolare che lo aveva costretto alla resa nell’ultima uscita di campionato contro la Cavese e domenica sarà certamente a disposizione di Andrea Bussi e Cristiano Gagliarducci.

 

Tommaso, domenica si torna in campo per i play-off.

In questi giorni di attesa che tipo di lavoro state svolgendo?

“Per prima cosa abbiamo recuperato quei calciatori, me compreso, che avevano avuto qualche piccolo problemino fisico, poi abbiamo messo un po’ di benzina nel serbatoio con il prof e lavorato sul piano tattico con i mister”.

Tommaso Gamboni Esterno Pomezia

Due settimane piene di break dall’ultima uscita ufficiale rappresentano un vantaggio o possono costituire un pericolo?

“Per me costituiscono un vantaggio.

E’ stato importante poter recuperare gli infortunati.

Siamo pronti”.

La Sinalunghese ha chiuso il suo campionato al quinto posto e poi ha sovvertito i pronostici, eliminando squadre più accreditate nei locali play-off.

L’entusiasmo può essere la loro arma principale?

“Quello conta molto, però ne hanno anche altre.

Ci stiamo documentando su di loro: sono una bella squadra, magari non hanno giocatori di grido, ma sono quadrati e compatti.

Io però credo che noi siamo superiori quanto a bravura ed esperienza”.

Quale voto assegneresti complessivamente alla stagione del Pomezia?

“E’ inutile nascondersi, il voto è appena sufficiente e lo è grazie al raggiungimento all’ultima giornata di questi play-off.

A mio giudizio, a questo punto dovevamo già programmare la prossima stagione nella categoria superiore e invece siamo ancora in ballo.

Ce la siamo giocata male”.

Che cosa è realmente mancato per vedervi disputare quel tipo di torneo che alla vigilia tutti si aspettavano?

“Siamo consapevoli che la colpa principale ricade su noi giocatori, dovevamo fare meglio.

C’è stato qualche errore in sede di preparazione e lo abbiamo pagato anche attraverso i tanti infortuni che ci hanno penalizzato nella prima parte della stagione.

Non a caso, il campionato lo abbiamo finito molto bene.

Lo dicono i numeri”.

pomezia

Notoriamente i play-off sono partite particolari e decisamente diverse da quelle di campionato.

Come vanno affrontate?

“Sono partite sui 180′ e quindi vanno giocate con intelligenza.

Sarà fondamentale non farsi prendere dalla frenesia, ma giocare tranquilli come abbiamo fatto con Team Nuova Florida e Città di Anagni.

Se saremo calmi, sono certo che ce la faremo”.

 

 

banner sportinoro estate ok