FASI NAZIONALI JUN.ELITE: LA TOR TRE TESTE VINCE 1-2 IN SARDEGNA

redazione 16 maggio 2013 Commenti disabilitati su FASI NAZIONALI JUN.ELITE: LA TOR TRE TESTE VINCE 1-2 IN SARDEGNA

Impeccabile e positivo debutto nelle fasi finali nazionali Juniores Elite per la squadra prenestina allenata da mister Alessandro Di Nunno contro il Taloro Gavoi di Nuoro. Al Campo “Maristiai” finisce 1-2 per la Nuova Tor Tre Teste che adesso parte dunque con un buon vantaggio in vista del ritorno di sabato 18 a Roma al campo “Ielasi” (inizio sempre alle ore 15,30) 

PER TUTTI COLORO VOLESSERO RIVIVERE LE EMOZIONI DEL GIORNO DELLA FINALE REGIONALE DELL’8 MAGGIO, SUL NOSTRO SITO SONO STATI CARICATI ANCHE I VIDEO DEL SERVIZIO DELLA FINALE VIGOR-TOR TRE TESTE E LE INTERVISTE A MATTEO BERTOLDI E MISTER ALESSANDRO DI NUNNO EFFETTUATE NEL DOPOGARA. (SCORRERE SPORTINORO.COM NELLA COLONNA DI DESTRA)

Ancora una volta dolce, dolcissimo l’approdo in sardegna per le formazioni romane della Juniores Elite. Come spesso è accaduto anche recentemente a Tor di Quinto e Vigor Perconti nelle fasi finali nazionali, anche stavolta l’isola regala soddisfazioni, gol e vittoria nella gara d’andata per la Nuova Tor Tre Teste campione regionale 2013 di mister Di Nunno. Successo ottenuto per 1-2 allo stadio “Maristiai” di Gavoi, paese della sardegna centrale a 40 km da Nuoro, sede dei campioni della Sardegna. 

il primo da sinistra è Matteo Bertoldi, assieme ai compagni De Palma e Mastrantonio

il secondo da sinistra è Matteo Bertoldi, assieme ai compagni De Palma e Mastrantonio. Per Bertoldi altro gol al Taloro Gavoi e 21 centri complessivi in questa stagione

A cura di Giovanni Crocè

Gara tirata, non semplice come invece al contrario è accaduto di recente quando nelle sfide tra campioni sardi e laziali si è notato un amplissimo divario tecnico-tattico a vantaggio delle nostre compagini. Gol del vantaggio siglato ancora una volta dalla “freccia rossa” prenestina Matteo Bertoldi, classe 1995 e 21 gol stagionali complessivi che portavano avanti i “reds prenestini” al minunto 24′ del primo tempo con un siluro dai 25 metri che fredda un impietrito Fadda, portiere dei locali. I sardi interpretavano la gara casalinga giocando comunque spesso in contropiede lasciando il pallino del gioco e l’onere di fare la partita ai calciatori di Di Nunno e la partita è stata piacevole solo a tratti e anche molto nervosa, dato che il Taloro ha chiuso la partita in doppia inferiorità numerica per le espulsioni di Sedda e della punta di diamante Luca Piras, che protestava proprio per l’espulsione del compagno di squadra al minuto 33 del secondo tempo e veniva allontanato anche lui dal campo. Proprio Luca Piras però era stato bravissimo a pareggiare per il provvisorio 1-1 degli isolani al 30′ di un divertente primo tempo con un altrettanto perfetto destro da oltre 30 metri che inchiodava Finocchioli (Calvarese, che ha giocato e vinto la finale dell’8 maggio ad Ostia contro la Vigor Perconti era impegnato in contemporanea nelle semifinali dei suoi allievi Elite 1996 contro il Savio, vinte anche quelle n.d.r.) e riportava il punteggio in parità. Come contro i blaugrana di Bellinati qualche giorno fa la Tor Tre Teste migliora e prende vivacità nel secondo tempo e al 3′ sfiora il gol del sorpasso con Minnucci, proprio la punta che ha deciso la finalissima, e lo trova al minuto 8 ancora con il secondo gol consecutivo in 5 giorni dello stopper Filippo Santilli, ancora una volta più bravo di tutti a insaccare da calcio d’angolo il t0cco vincente. Brividi al 31′ quando ancora Piras, migliore dei suoi nonostante il rosso che vedrà poco dopo, affretta però troppo il lob di testa da dentro l’area addomesticando un lancio dalle retrovie e grazia il Portiere della Tor Tre Teste. Al 40′ Christian Mastrantonio ha la palla che poteva chiudere match e forse qualificazione ma stavolta va bene ai padroni di casa di Mister Cottu che il loro portiere Fadda, nell’occasione sia eccezionale nel deviare in angolo da fenomeno la conclusione a botta sicurissima del centravanti prenestino. Tutto aperto dunque, e come ha spiegato proprio mister Di Nunno raggiunto telefonicamente “Siamo contenti che questa trasferta sia andata a buon fine anche perchè i debutti in questo tipo di gare di post-season nazionale sono sempre un incognita ma come ha evidenziato il campo non possiamo distrarci perchè sabato pomeriggio ci sarà un ritorno dove l’avversario cercherà di ribaltare uno svantaggio di un solo gol e quindi dovremo essere bravi a chiudere il discorso qualificazione. Loro sono una buona squadra e per adesso va bene così, con la testa siamo già alla gara dello Ielasi”.