ESCLUSIVA SFIDA TRA BOMBER: 10 DOMANDE AD EMANUELE MORELLI E STEFANO ANTONELLI

redazione 24 aprile 2013 Commenti disabilitati su ESCLUSIVA SFIDA TRA BOMBER: 10 DOMANDE AD EMANUELE MORELLI E STEFANO ANTONELLI
ESCLUSIVA SFIDA TRA BOMBER: 10 DOMANDE AD EMANUELE MORELLI E STEFANO ANTONELLI

Domenica i riflettori del girone B d’Eccellenza saranno puntati sulla sfida clou della stagione: Terracina-Monterotondo Lupa. Abbiamo deciso di sentire due attaccanti che potrebbero fare la differenza in questa gara: Emanuele Morelli nel Terracina e Stefano Antonelli nella Monterotondo Lupa

 

a cura di VALERIO D’EPIFANIO

 

 

1) Domenica è in programma “La sfida”: come state vivendo questi ultimi giorni d’attesa?

 

MORELLI (TERRACINA): L’attesa é tanta, anche in città si può respirare in maniera tangibile. Noi la stiamo vivendo come si può vivere la partita più importante dell’anno, allenandoci bene e rimanendo sereni, gli stimoli vengono da soli ovviamente.

ANTONELLI (MONTEROTONDO LUPA): Stiamo aspettando questa sfida con la solita tranquillità, consapevoli che è la sfida che vale un anno di sacrifici ma siamo tranquilli.

 

 

2) E’ stata una bella lotta tra Terracina e Monterotondo Lupa: pensi che il fattore campo possa fare la differenza in positivo o in negativo?

 

MORELLI (TERRACINA): Lo stadio sarà una bolgia e sara’ tutto per noi. Sicuramente un bel vantaggio, ma purtroppo non basta, in campo andiamo noi e dobbiamo dimostrare di meritare più di loro il titolo.

ANTONELLI (MONTEROTONDO LUPA): Sappiamo che domenica farà caldo in tutti i sensi a Terracina ma abbiamo una squadra talmente esperta che saprà affrontare anche questa difficoltà.

 

3) Un giudizio sul tuo allenatore: come lo giudichi a livello tecnico e a livello umano?

 

MORELLI (TERRACINA): Sicuramente Cucciari é un grande allenatore: molto preparato e attento ai minimi dettagli, ha giocato ad alti livelli e si vede. Per quanto riguarda il fattore umano rappresenta a mio avviso una delle persone più belle e pure che abbia mai conosciuto. Secondo me troppo buono per far parte di questo mondo.

ANTONELLI (MONTEROTONDO LUPA): Il nostro allenatore Paris mi ha sorpreso in positivo, è giovane ma già preparatissimo, cura ogni dettaglio in settimana e i risultati si vedono. E’ in grado di tirare fuori da ogni giocatore il meglio di sè e questo credo sia molto importante.
4) Il partner d’attacco più forte con cui hai giocato in carriera?

 

MORELLI (TERRACINA): Non mi piace guardarmi indietro, ho giocato con tanti bravi attaccanti, ma posso dirti che Marzullo, Neri e La Cava rappresentano tutto quello che di meglio esiste in categoria. Questi 3 giocatori sarebbero un lusso anche in serie D, quindi la risposta credo sia chiara.

ANTONELLI (MONTEROTONDO LUPA): Ho fatto coppia con parecchi giocatori forti e tra questi meritano una menzione particolare Gianluca Simeoli ai tempi di Anzio, Criniti che era davvero forte ma devo ammettere che io ho un debole per Stefano Iannotti.
5) La squadra che in questa stagione secondo te ha deluso maggiormente nel girone B d’Eccellenza

 

MORELLI (TERRACINA): Non userei il termine “delusione” ma sicuramente credevo che il Morolo potesse arrivare a giocarsi il campionato fino alla fine. La rosa é composta da ottimi giocatori, anche se a mio parere ha fatto partire quello piu’ forte, il mio amico Tiziano Carnevali e da quel momento in poi hanno perso punti importanti.

 

ANTONELLI (MONTEROTONDO LUPA): Tra le squadre che hanno deluso nel girone B metterei il Morolo e la Pro Cisterna che hanno rose che dovevano lottare fino alla fine.

 

 

6) L’allenatore più preparato che hai incontrato da quando hai cominciato a giocare a calcio…

 

MORELLI (TERRACINA):  Sicuramente Cucciari, come ho detto prima il “Top” sotto tutti i punti di vista, ma ricordo con piacere anche Fabrizio Centra, con il quale abbiamo raggiunto lo scorso anno un grande terzo posto e al quale faccio tanti complimenti per aver raggiunto la finale di Coppa Italia di Promozione.

 

ANTONELLI (MONTEROTONDO LUPA): L’allenatore più preparato per me resta Pernarella, ma penso che Paris tra qualche anno farà parlare di sè, anche se Riccardo Firotto per me resta il numero uno in assoluto.
7) Chi toglieresti agli avversari? Chi reputi possa essere il giocatore da temere?

 

MORELLI (TERRACINA): Sono un’ottima squadra, non penso ad un giocatore in particolare, sono tosti in tutti i reparti, ma se noi giochiamo da Terracina non abbiamo paura di nessuno.

ANTONELLI (MONTEROTONDO LUPA): Agli avversari di domenica non toglierei nessuno, anche se stravedo per Neri e lo stesso Morelli, due grossi giocatori.
8) La gara o il gol che non dimenticherai mai perché ha avuto un valore particolare…

 

MORELLI (TERRACINA): Il primo con la maglia del Terracina contro il Borgo Podgora rappresenta un ricordo molto importante dentro di me, cosi’ come quelli contro il Colleferro e la Nuova Circe che ci hanno regalato vittorie importanti in altrettante trasferte insidiose.

 

ANTONELLI (MONTEROTONDO LUPA): La gara e il gol più bello sono legati ad un Pomezia-Anziolavinio con nostra vittoria in trasferta per 3 a 2 che ci lancio’ verso la serie D: in quell’occasione feci un gol al volo da 30 metri, davvero molto bello.

 

9) Il difensore che ti ha creato più difficoltà in questi anni di calcio regionale…

 

MORELLI (TERRACINA): Ho incontrato tanti bravi difensori che mi hanno dato un sacco di botte ma a me piacciono molto questo tipo di “scontri”. Ti posso solo dire che se avessimo avuto sempre disponibili i nostri tre senatori Campobasso, Di Franco e Botta forse la situazione sarebbe diversa: loro sono davvero fortissimi.

ANTONELLI (MONTEROTONDO LUPA): Il difensore più forte che esiste in queste categorie si chiama Alessio Piccheri: davvero un muro, lo temevo da avversario e l’ho apprezzato da compagno, davvero unico.
10) Un pronostico secco con risultato esatto e marcatori di Terracina-Monterotondo Lupa…

 

MORELLI (TERRACINA):  Io dico 2-0 per il Terracina con marcatori Neri e Marzullo.

 

ANTONELLI (MONTEROTONDO LUPA): Domenica finisce 1-1: gol di Morelli e Antonelli.