ECCELLENZA, TERRACINA: MISTER CUCCIARI CERCA LA PARTITA PERFETTA

redazione 25 aprile 2013 Commenti disabilitati su ECCELLENZA, TERRACINA: MISTER CUCCIARI CERCA LA PARTITA PERFETTA

Una partita che deciderà una stagione intera per Terracina e Monterotondo Lupa, questo è il dato noto, due squadre che lotteranno domenica per vincere lo scontro diretto che vale (quasi) tutto. In proposito abbiamo ascoltato mister Alessandro Cucciari, tecnico del Terracina che è nella posizione inedita di dover inseguire la Monterotondo Lupa di Paris.

Il tecnico del Terracina 2012\2013 Alessandro Cucciari carica i suoi in vista del Big Match contro la Monterotondo Lupa

Il tecnico del Terracina 2012\2013 Alessandro Cucciari carica i suoi in vista del Big Match contro la Monterotondo Lupa

A cura di Giovanni Crocè

Mister Alessandro Cucciari, tutte le partite sono importanti, ma questa molto di più, sta studiando la gara della vita?

Noi abbiamo voglia di preparare la partita come sempre, ovvero cercando di andare all’attacco a maggior ragione giocando in casa ed essendo in svantaggio in classifica anche se di un nonnulla. Più che di singoli voglio parlare dello spirito con cui stiamo preparando la partita che è quello di dare tutto senza riserve sperando anche in una buona risposta del nostro pubblico. Noi cercheremo di sfruttare i nostri punti forti. E’ una situazione nuova per noi che da poco ci troviamo ad inseguire loro, ma ci può stare perchè sono un grandissimo avversario dunque massima cautela. Ancora non ho deciso neppure il modulo, magari aggiustiamo qualcosa, magari no, voglio tutti sulla corda più del solito.

Quale crede che siano in relazione alla forza della Monterotondo Lupa, le chiavi giuste per vincere?

Basta dare una rapida lettura ai nostri numeri ed ai loro. La Monterotondo Lupa ha grande capacità di chiudersi e ripartire senza prendere troppi gol. Ha una grandissima difesa imperniata su gente come Piccheri e Diaw Doudou, che tra l’altro per me personalmente è come un fratello visto che io ero a fine carriera a Perugia e Diaw era appena giunto in Italia per tentare di imporsi nel nostro campionato, giovanissimo. Gli voglio un gran bene e credo che lui insieme a tutto il loro pacchetto difensivo sia una chiave fondamentale del successo che sta avendo la Monterotondo. Noi siamo molto più bravi a segnare gol e a vincere con ampi scarti mentre a volte prendiamo qualche gol di troppo. Credo sarà il nostro attacco contro la loro super difesa e qualche prodezza individuale la chiave della partita.

Ci sono giocatori da cui si aspetta una grande prova in cuor suo?

Potrei anche avere qualche nome in cuor mio e poi magari ne salta fuori uno da una parte o dall’altra che deciderà questo match di altissima classifica. Perciò non parlo nè di pronostico nè di risultato perchè a quello ci penserà il campo. Chiaro che i nostri attaccanti ed i loro, dal loro Ippoliti al nostro Neri siano solo la punta di un iceberg.

Quale partita sarà?

Sarà la classica partita dove credo non si lesineranno gioco maschio e cartellini ma come contorno di una sfida aperta e leale, mi auguro per lo spettacolo, perchè ci sono tanti giocatori interessanti che sono convinto vogliano prevalere sull’avversario con il bel gioco, senza rovinare la partita. E anche la qualità dei giovani avrà il loro peso. Come le assenze, da noi quella di Campobasso mi dispiace tantissimo, visto che è un ottimo calciatore.

Parlando di giovani, uno per parte, tanto Schiavon da voi come Attili da loro hanno vinto il torneo delle regioni e sono sempre tra i migliori…

E’ un po’ il loro anno, ed è giusto che lo sia dato che ogni annata ci sono volti nuovi soprattutto grazie agli under in età di lega e nessuno è sorpreso del loro rendimento, soprattutto per coloro che hanno la fortuna di vedere Attili a Monterotondo e Schiavon allenarsi tutti i giorni. Parlo del mio, e Schiavon è stato voluto proprio perchè è centrocampista totale, con un fisico straordinario essendo un ragazzo del 1995 ma che ha anche un grande senso tattico ed è un calciatore giovane e coi piedi per terra ma già ambizioso. Secondo me gare come quella di domenica lo aiuteranno a consacrarsi definitvamente e chissà, andare anche in grandissimi palcoscenici. Lo abbiamo preso proprio per colmare una nostra lacuna relativa alla presenza di under di qualità e lui ha già fatto vedere tantissimo, ora deve completare l’opera e fare un finale di stagione ancora migliore.

Le andrebbe bene anche un pareggio?

D’istinto ti direi di no, perchè se concedi questa opzione  a te stesso la trasmetti anche ai tuoi che magari allentano un po’ la presa sulla partita. Ma i miei sono intelligentissimi e cercheranno di vincerla ad ogni costo. Poi però dovremo essere intelligenti e se vedremo che a pochissimi minuti dalla fine il pareggio sarà quasi inevitabile dovremo essere attenti a non perdere, perchè ci sono pur sempre altri tre turni di campionato. Bisognerà insomma vedere come andrà la partita durante il suo svolgimento.

Grazie mister Cucciari, e buon big match!

Grazie a te e a tutta la redazione di sportinoro, spero sia una grande domenica di sport!