DOPPIETTE PER ASCENZI E GARAT: TERMINA 3-3 TRA FREGENE E REAL POMEZIA

redazione 11 marzo 2013 Commenti disabilitati su DOPPIETTE PER ASCENZI E GARAT: TERMINA 3-3 TRA FREGENE E REAL POMEZIA
DOPPIETTE PER ASCENZI E GARAT: TERMINA 3-3 TRA FREGENE E REAL POMEZIA

a cura di VALERIO D’EPIFANIO

In settimana si è parlato più del caso Real Pomezia-Cecchina che di calcio giocato. Ora però è il campo a tornare protagonista perché in palio ci sono tre punti fondamentali per i vertici del girone A d’Eccellenza. Mancano 10 giornate al termine e questo scontro diretto può sicuramente significare molto nella rincorsa alla capolista Nuova Santa Maria delle Mole. Fregene e Real Pomezia sono reduci entrambe da un successo: il Fregene nel netto 4-1 conquistato in casa del Fontenuova che di fatto ne ha rilanciato le ambizioni dopo la sconfitta contro il Cecchina, il Real Pomezia invece ha battuto proprio la squadra di Mosciatti per 1-0 con la rete del neo acquisto Marco Ascenzi, arrivato proprio la settimana scorsa dopo l’infortunio occorso a Cristiano Roversi. I padroni di casa si affidano al solito Juan Carlos Garat in avanti mentre negli ospiti Pascucci parte dalla panchina per la febbre avuta in settimana con il debutto dal primo minuto dell’ex Monterotondo Lupa Marco Ascenzi con Manganelli e Campioni ai suoi lati nel tridente offensivo.

Partita ricca di emozioni e si parte subito al 7’ con una buona occasione per il Real Pomezia con Ascenzi e Campioni che non riescono a calciare. Al 19’ Campioni non approfitta dell’errore di Perelli e perde l’attimo giusto. Al 20’ la prima grande occasione è per il Fregene: rimessa stile calcio d’angolo da parte di Perelli, Garat spizza di testa e Sebastian Gay fallisce clamorosamente da due metri di testa mettendo a lato. Pochi minuti più tardi al 24’ il vantaggio del Real Pomezia: cross dalla sinistra di Campioni, colpo di testa vincente da attaccante di razza di Marco Ascenzi che beffa Assogna siglando l’1-0 ospite. Al minuto 28 Manganelli si accende, si libera con una magia al limite, si libera con una finta al tiro e di sinistro non riesce a rendersi pericoloso. Al 34’ però arriva il pari: calcio di punizione per i padroni di casa battuto da Sebastian Gay che trova impreparato Remunan che commette un errore evidente e regala di fatto l’1-1. Al 40’ intervento in ritardo da parte di Morini su Sebastiani che si era liberato molto bene sulla fascia sinistra e doppio giallo ineccepibile sventolato dal sig. Ancora di Roma 1: rosso per il difensore del Real Pomezia che non protesta e anzi si scusa con mister Punzi per aver lasciato in inferiorità numerica i suoi. Sul finale di primo tempo nonostante sia in 10 è il Real Pomezia che nel giro di un minuto ha una doppia occasione: prima con Delle Monache che mette alto e poi la più nitida con Ascenzi che, su invenzione geniale di Manganelli, viene smarcato a tu per tu con Assogna ma il suo sinistro termina a lato fallendo una grande occasione. Comincia la ripresa con un cambio di Vigna al termine della prima frazione di gioco: esce Germoni, entra Zino. Dopo due minuti Punzi decide di cambiare: esce Fatati, autore di un buon primo tempo, entra Moi al suo posto.

Al 2’ il Fregene ha tre grandi occasioni per firmare il secondo gol: prima è Bensaya di destro che trova la deviazione di Remunan, bravo a mettere in angolo; poi è Sebastiani che ci prova dal limite coordinandosi alla perfezione ma vola Remunan compiendo un ottimo intervento. Sugli sviluppi del calcio d’angolo si avvita Garat ma il pallone termina a lato. Al 5’ punizione pericolosa per il Real Pomezia: s’incarica della battuta Manganelli e fa gridare al gol i tifosi ospiti sfiorando la rete del vantaggio. Al 10’ grandissima occasione per i padroni di casa: Tafi si trova a tu per tu con Remunan su ottimo filtrante di Laurato ma fallisce l’opportunità. Al 14’ Gay ha troppo spazio per impostare, serve Garat che si gira in un fazzoletto e di sinistro firma un gran gol freddando Remunan. Al 20’ magia di Manganelli fortunato in un primo rimpallo ma poi il suo sinistro è meraviglioso a giro ed Assogna non può nulla sulla perfetta conclusione del n°10 del Real Pomezia che fa impazzire i tifosi ospiti. Il calcio è strano e nel giro di due minuti il Real Pomezia si trova dallo svantaggio con l’inferiorità numerica al vantaggio con il 3-2 firmato da un calcio di punizione perfetto messo a segno ancora da Marco Ascenzi che segna la sua doppietta personale mettendo il punto esclamativo su una prestazione superlativa. Il Fregene non ci sta e al 28’ Garat appoggia dietro per Gay ma il suo destro finisce di pochissimo a lato. Il Fregene colleziona occasioni prima con Leccese e poi con Laurato che di testa mette a lato fallendo un’ottima opportunità.

Al 37’ rovesciata del neo entrato Neroni che colpisce la parte alta della traversa: l’arbitro Ancora di Roma 1 smentisce il proprio assistente Rinaldi di Roma 1 ed assegna il calcio d’angolo. Sugli sviluppi del corner l’arbitro ravvisa un fallo di mano ed assegna il penalty: calcio di rigore che, nonostante le proteste degli ospiti, rivisto al replay non ha motivo di essere contestato e viene messo a segno da Garat che sigla la sua  doppietta personale e la rete del 3-3. Non ci sono più grandi occasioni da segnalare se non l’espulsione dalla panchina di Luca Manganelli al 41’. Dopo 6 minuti di recupero termina 3-3 la sfida dell’Aristide Paglialunga con un punto per parte che non cambia gli equilibri del girone A considerando il pari del Nuova Santa Maria delle Mole. Bellissima gara mai noiosa dalle mille emozioni che regala spettacolo per due squadre che meritano un applauso per il gioco espresso sul rettangolo di gioco, meno per i due reparti difensivi quest’oggi un po’ distratti sia da una parte che dall’altra. Il finale di questo raggruppamento è ancora aperto ad ogni soluzione nella speranza che la serenità resti protagonista in queste ultime 9 gare di campionato perché di polemiche e di discussioni non ne abbiamo bisogno. Lasciamo parlare il campo, basta e avanza quello.

IL TABELLINO DEL MATCH

FREGENE-SPORTING REAL POMEZIA 3-3

FREGENE: Assogna, Perelli, Tafi (84′ Battistelli), Bensaja, Leccese (73′ Neroni), Quadrini, Germoni (46′ Zino), Sebastiani, Garat, Gay, Laurato. A disposizione: Izzo, Acreman, Cardinali, Massardi. Allenatore: Vigna.

REAL POMEZIA D.A.: Remunan, Morini, Peri, Delle Monache, Pantaleoni, Volante, Gelonese, Fatati (47′ Moi), Ascenzi, Manganelli (71′ Flore), Campioni. A disposizione: Giordani, Fagiolo, Cecchini, Monteforte, Pascucci. Allenatore: Punzi.

ARBITRO: Ancora (Roma 1). ASSISTENTI: Collaboratori: Rinaldi (Roma 1) – D’Ottavi (Roma 1)

MARCATORI: 24′ Ascenzi (RP), 34′ Gay (F), 59′ Garat (F), 65′ Manganelli (RP), 67′ Ascenzi (RP), 83′ Garat (F, rig.).

ESPULSI: 40′ Morini (RP) per somma di ammonizioni; 85′ Manganelli (RP) per proteste dalla panchina.