Domenica c’è il derby di Genzano. Franceschini: “Abbiamo raccolto meno di quanto meritassimo, ma la Cynthia si salverà”

Andrea Dirix 14 novembre 2019 Commenti disabilitati su Domenica c’è il derby di Genzano. Franceschini: “Abbiamo raccolto meno di quanto meritassimo, ma la Cynthia si salverà”
Domenica c’è il derby di Genzano. Franceschini: “Abbiamo raccolto meno di quanto meritassimo, ma la Cynthia si salverà”

A cura di Giorgio Attolico

 

 

Siete reduci da un punto molto prezioso ottenuto in trasferta al  Comunale contro l’Unipomezia.

Dopo un periodo molto negativo (un pareggio e quattro sconfitte di fila ndc) finalmente avete avuto anche un pizzico di fortuna…

“Non sono d’accordo sul fatto che siamo stati fortunati nella gara di domenica scorsa giocata fuori casa, al Comunale, contro l’Unipomezia.

E’ vero che abbiamo sofferto nella ripresa ma nel finale, abbiamo avuto tre occasioni da goal in contropiede che non abbiamo sfruttato.

Rimango comunque soddisfatto della nostra prestazione che è stata ottima nel primo tempo”.

Da quando è arrivato sulla panchina della Cynthia non avete ancora vinto: come vivete questo momento difficile?

“Voglio sottolineare il fatto che è un momento negativo (due pareggi e tre sconfitte ndc) solo per i risultati ma non per le prestazioni dato che stiamo giocando bene raccogliendo molto meno di quello che abbiamo seminato            …”.

Che squadra ha trovato quand’è arrivato a Genzano?

“Non c’è dubbio che il morale della squadra era molto basso ma siamo certi di avere grandi margini di crescita ribadendo il fatto che meritavamo molto di più in queste ultime sei partite…”.

E domenica 17 novembre 2019 è in programma il derby al Comunale contro lo Sporting Genzano…

“Sarà una gara da non fallire.

Vogliamo vincere non solo per la classifica ma anche per il morale. Inoltre, vogliamo dimostrare di essere vivi…

Non conosco molto i nostri avversari ma mi risulta che sia una squadra molto quadrata.

Mi auguro che sia una bella partita nella speranza di portare a casa finalmente l’intera posta…”.

Tre giorni dopo (mercoledì 20 ottobre 2019 ndc) avete anche l’importante impegno degli ottavi di finale di Coppa Italia in trasferta al Marocco contro il Morolo: la gara di andata terminò 2-2 e l’anno scorso vi siete arresi in finale solo ai calci di rigore in finale contro il Team Nuova Florida…

“Al momento attuale, non penso all’impegno di Coppa Italia ma all’andata, nonostante un massiccio turn-over, abbiamo fatto la peggior partita della mia gestione al di là di una bella reazione sul 2-1 per il Morolo.

Mi aspettavo di più dai ragazzi che hanno giocato di meno ma il nostro obiettivo primario resta il campionato a cominciare dal            derby …”.

Siete già proiettati sul mercato di riparazione ?

“Certamente.

Stiamo affrontando la situazione con il Direttore Sportivo Andrea Finocchi dato che dobbiamo integrare la rosa in tutti i reparti.

Dobbiamo fare dei  ritocchi importanti senza fare una vera e propria rivoluzione…” .

La Cynthia ha un organico molto giovane…

“Direi proprio di sì perché a parte La Forgia e Marchionni, il resto del gruppo è composto esclusivamente da giovani calciatori…”.

Chi vincerà il campionato?

“Quest’anno, il raggruppamento A è molto più equilibrato rispetto alla scorsa stagione e quindi, non esiste una compagine nettamente superiore alle altre.

A parte il Tivoli, ho affrontato tutte le squadre più forti del girone e vedo leggermente favorito il Real Monterotondo Scalo che è la squadra più completa del girone.

Ha un allenatore che stimo molto (David Centioni ndc) che è stato un mio ex giocatore al Tor De’Cenci.          

Un gradino sotto vedo bene Montespaccato, Monti Cimini, Unipomezia e Tivoli che risalirà sicuramente con dei  ritocchi nella prossima           finestra di mercato.

Anche Civitavecchia ed Eretum Monterorotondo hanno degli organici importanti e possono essere competitive fino alla fine”.

Infine, ci credete alla salvezza?

“Nel modo più assoluto.

Bisogna crederci fino alla fine aspettando anche gli innesti del mercato di dicembre.

Il gruppo deve restare sempre unito ed andare avanti, partita dopo partita.

Viviamo alla giornata senza fare né calcoli, né tabelle ma siamo consapevoli di poter restare in Eccellenza a fine stagione…”.

 

 

 

 

banner 6.0 orizz