Cynthialbalonga, parla il ds Tomei: “Il nuovo protocollo? Uno snodo fondamentale”

Andrea Dirix 9 Dicembre 2020 Commenti disabilitati su Cynthialbalonga, parla il ds Tomei: “Il nuovo protocollo? Uno snodo fondamentale”
Cynthialbalonga, parla il ds Tomei: “Il nuovo protocollo? Uno snodo fondamentale”

Da domenica la Serie D riparte con un nuovo protocollo.

La Lega Nazionale Dilettanti ha dato un impulso importante al campionato, riuscendo ad accordarsi con le autorità sanitarie per un sistema di controllo (tramite tampone rapido) a tutti i componenti del gruppo squadra entro (al massimo) le 48 ore dalla programmazione della partita successiva: in caso di positività di più di tre giocatori (oppure di tre giocatori in cui ci siano due portieri di ruolo o tre “under”), la partita in calendario verrà rinviata.

La Cynthialbalonga (che è in attesa di recuperare la sfida col Città di Campobasso, rinviata già due volte) si è organizzata per fare i test ai componenti del suo gruppo squadra domani per verificare se sia tutto a posto in vista della partita di domenica prossima in casa del Rieti, valida come settimo turno del girone F.

Un match insidioso considerato che gli amarantocelesti (anche loro ancora in attesa del recupero di una partita) hanno due punti in classifica e sono animati dalla voglia di risalire il guado al più presto.

La Cynthialbalonga, però, nel recupero di Giulianova ha dimostrato di essere in salute (al di là del lungo “black out” da gare ufficiali) e vorrà continuare il suo percorso nella parte alta della graduatoria.

“Indubbiamente il nuovo protocollo rappresenta un passo significativo per portare avanti questo campionato – dice il direttore sportivo Giorgio Tomei – D’altronde il sistema precedente non avrebbe consentito una regolare disputa delle partite e quindi questo era uno snodo fondamentale per proseguire.

Certo, si tratta di un ulteriore sforzo organizzativo ed economico che viene chiesto alle società, ma speriamo che anche le istituzioni possano sostenere i club”.

Un’altra questione importante riguarda l’apertura molto più ampia (fino al 26 febbraio) del mercato dilettante.

“E’ vero che questo può creare un po’ di incertezza – riflette Tomei – Ma al tempo stesso è un’opportunità per i club e per i giocatori di valutare al meglio le scelte da adottare”.

(Ufficio Stampa Cynthialbalonga)