Coppa Italia di Promozione: la presentazione della finalissima di Viterbo

Francesco Mancini 3 Giugno 2022 Commenti disabilitati su Coppa Italia di Promozione: la presentazione della finalissima di Viterbo
Coppa Italia di Promozione: la presentazione della finalissima di Viterbo

Sabato 4 giugno alle ore 16, il Rocchi di Viterbo sarà il magnifico teatro della finalissima di Coppa Italia Promozione tra Atletico Morena e Fonte Meravigliosa.

Il trofeo, come ricordiamo, sarà legato, per volontà della Figc, alla figura di Renzo Lucarini, dirigente viterbese da poco scomparso.

Il direttore di gara sarà il signore Edoardo Panici di Aprilia, coaudivato dagli assistenti Ruggieri di Roma 2 e Ceci di Frosinone.

LA PRESENTAZIONE

Nessuna delle due squadre ha vinto il proprio girone in campionato e quindi il trofeo si offre come un’ottima opportunità, non solo di gloria, ma anche una possibilità di piazzarsi al primo posto della graduatoria per un’eventuale ammissione al prossimo campionato di Eccellenza.

Le due squadre arrivano all’appuntamento sicuramente con un pò di stanchezza dopo le numerose partite disputate, ma dopo una stagione più che positiva anche in campionato.

L’Atletico Morena, dopo un torneo solido e un gioco basato su una difesa ben preparata e un veloce contropiede, è arrivato quinto nel complicatissimo girone D.

Il Fonte Meravigliosa di Vesprini, dall’altra parte, è arrivato a podio nel girone C, preceduto solamente dal sorprendente Palocco e dalla corrazzata del Nettuno

Le avversarie battute nel corso del lungo cammino di Coppa sono state per l’Atletico Morena: Pro Roma, Vivace Grottaferrata, Lodigiani, Palocco, Montenero e Monte San Biagio

Per il Fonte Meravigliosa: Città di Pomezia, Grifone, Velletri, Rocca Priora, Bf Sport Rieti e Tolfa.

Prima dell’attesissimo match, abbiamo sentito il mister dell’Atletico Morena, Claudio Fabrizi e il direttore generale del Fonte Meravigliosa, Riccardo Neri, a cui abbiamo rivolto le stesse domande.

1)Una panoramica sul campionato e sul lungo percorso di Coppa. 

2) L’importanza di raggiungere la finale e la possibilità di coronare un percorso per società, allenatore, staff e giocatori. 

3)Un giudizio sull’avversario 

CLAUDIO FABRIZI (ATLETICO MORENA)

“Siamo contenti della stagione fatta. Siamo riusciti ad andare oltre le nostre possibilità, superando noi stessi e i nostri limiti. Abbiamo messo al centro del nostro percorso la nostra identità e idea di gioco e nessuno lo ha mai tradito. Nelle ultime gare, non abbiamo fatto regali a nessuno e anzi abbiamo fatto ulteriori passi in avanti. La finale è il giusto premio per il nostro percorso, i nostri valori e la nostra umiltà.” 

“La Finale di Coppa per noi è importantissima. Sarà l’ultimo ostacolo tra noi e un obiettivo, che nessuno avrebbe mai immaginato. Vogliamo scrivere la storia di questa società, oltre che la nostra. Ritengo la vittoria un valore sacro, frutto di sacrifici e duro lavoro, a cui tutti vogliamo rendere onore.”

Il Fonte Meravigliosa è una squadra molto forte. Giovane, dinamica e sfrontata. Fa del suo gioco il maggior punto di forza e sarà uno stimolo per entrambe confrontarci sul campo. E’una società virtuosa, che apprezzo molto. Da parte nostra, penso che abbiamo le carte in regola per metterli in difficoltà e stiamo lavorando duramente per arrivare preparati sotto tutti i punti di vista.”

RICCARDO NERI (FONTE MERAVIGLIOSA)

“Il percorso è stato lungo ed è partito tre anni fa. Stavo visionando delle Academy all’estero e sono tornato in anticipo. Abbiamo deciso di dare priorità alla formazione e all’aspetto educativo, cresciendo giovani in difficoltà sotto-età. Alcuni ragazzi dei settori giovanili, magari dopo aver subito brutti infortuni, erano stati totalmente abbandonati. Il progetto è partito da lì e quest’anno abbiamo disputato una grande annata. Siamo mentalmente migliorati, riuscendo ad ottenere 18 risultati utili consecutivi, tra campionato e coppa. Abbiamo lavorato bene, resistendo alle fatiche imposte dal doppio impegno. Dobbiamo ringraziare la società per la presenza continua e la solidità della nostra organizzazione e delle nostre strutture.”

“L’anno scorso ho perso una finale con la Juniores con la Vigor Perconti. Dobbiamo essere consapevoli che vincere è fondamentale perchè è il coronamento di un percorso. Per noi, il quarto di finale è stato un traguardo storico e tutto ciò che è venuto in più è il frutto di un duro lavoro, fatto di sacrificio e impegno. Entrambe le squadre meriterebbero per il percorso fatto il salto di categoria. Al di là del risultato, speriamo comunque che sia un grande evento sportivo, con la presenza dei nostri tifosi e le famiglie.”

“L’Atletico Morena ha forse più esperienza e qualche grosso nome in più. Anche loro, hanno fatto un percorso lungo e non posso fare altro che fargli i complimenti. Hanno avuto un bel rendimento anche in campionato e penso che ci rispetteranno, a differenza di qualche squadra che forse, durante l’anno, ci ha sottovalutato. Dobbiamo tenere d’occhio i loro elementi più forti. Sicuramente Erik Vasta è il loro giocatore migliore, ha dei colpi assoluti e sa essere pericoloso in tutte le situazioni.”