Civitavecchia, Toscano gela il Pierangeli: L’attaccante entra, ne fa due e regala il pari ai tirrenici

Andrea Dirix 18 novembre 2019 Commenti disabilitati su Civitavecchia, Toscano gela il Pierangeli: L’attaccante entra, ne fa due e regala il pari ai tirrenici
Civitavecchia, Toscano gela il Pierangeli: L’attaccante entra, ne fa due e regala il pari ai tirrenici

REAL MONTEROTONDO SCALO – CIVITAVECCHIA   2-2

 

 

REAL MONTEROTONDO SCALO SANTI PALMARUCCI PASSERI POLITANO ALBANESI PIRAS FIORUCCI (15’st Photeasa) ABBONDANZA (18’pt Lanzoni) PASCU TILLI (42? Palma) LUPI Panchina BALDINETTI PASSIATORE FRANCISCI BOSTAN LANZONI BLASI PhOTEASA PALMA BALDASSI Allenatore D. Centioni

CIVITAVECCHIA NUNZIATA FATARELLA CONVERSO BEVILACQUA SERPIERI LEONE TABARINI DI VENTURA (1’st Ruggiero) CERRONI SELVAGGIO (21’st Toscano) FEULI (20’st Veronesi) Panchina PANCOTTO VERONESI BUONO PALUMBO GANDOLFI INDORANTE TIOZZO TOSCANO RUGGIERO Allenatore P. Caputo

Arbitro Colelli di Ostia Lido

Marcatori 10? Piras, 12’pt Lupi, 42’st e 48’st Toscano

Note: Espulso Serpieri.

Ammoniti Bevilacqua Politano. Leone, Fiorucci, Lanzoni, Tilli e Piras.

 

 

Un finale al cardiopalma regala il pari al Civitavecchia. Due volte Toscano, la seconda in pieno recupero, pareggia le reti di Piras e Lupi segnate in apertura di gara. La Vecchia pareggia una gara ancora in inferiorità numerica, anche stavolta è sembrata fuori luogo l’espulsione data a Serpieri, ma il mea colpa sulle due reti subite è d’obbligo visto che avvengono in fotocopia e, soprattutto, che ricordano quelle prese domenica scorsa con l’ Eretum. Poca attenzione davanti alla capolista, che oltre ai gol produce poco e gestisce sufficientemente un vantaggio abissale, soprattutto da quando il Civitavecchia rimane in dieci. Fa morale e classifica il pari, ma c’è da lavorare. FORMAZIONE Caputo rivoluziona l’undici, complice l’assenza di Funari e Treccarichi. La notizia è che Ruggiero si sistema in panchina, l’attacco febbrile che lo ha colpito in settimana è stato alla base della scelta. Per il resto tra i pali si sistema Nunziata, Fatarella e Leone davanti a lui con Feuli e Converso ai lati. Il duo di centrocampo è composto dai soliti Bevilacqua e Di Ventura con l’aggiunta di Serpieri, mentre nel tridente ad appoggiare bomber Cerroni si sistemano Tabarini e Selvaggio

 

LA GARA – Prepotente l’avvio del Civitavecchia, Serpieri nel mezzo del campo da ancora più stabilità nelle proiezioni offensive. Dopo due minuti un cross di Selvaggio mette in apprensione Santi, la Vecchia preme ma non impensierisce più di tanto la retroguardia avversaria. La supremazia dura poco, al primo affondo passa il Monterotondo. Incursione di Pascu con la sfera che è servita in profondità e tra le righe a Piras che, davanti a Nunziata, deposita nel sacco. Due minuti dopo è Lupi a superare Nunziata, palla ancora tra le righe e due a zero. È buio pesto in casa civitavecchiese. Cambia l’assetto la Vecchia, Serpieri scala al fianco di Leone e Converso va al suo posto nel mezzo del campo, mentre sulla fascia va Fatarella. Lupi si fa togliere una sfera da appoggiare in rete al venticinquesimo, buona la progressione all’indietro di Feuli anche se Lupi in velocità ne aveva superato tre. Lo Scalo amministra, la Vecchia produce poco e niente. Alla mezz’ora Converso manda di un palmo alto, Selvaggio impegna a terra Santi cinque minuti dopo. A due dalla fine il Civitavecchia ha tra i piedi la palla per riaprirla, Converso si infila tra Santi e Piras e, dopo aver rubato palla, va al tiro con la sfera che di spegne di un centimetro a lato, Cerroni era lì e, forse, bastava servirlo. In pieno recupero Converso va a terra dopo il contatto con Santi, ma Colelli vede il fallo del civitavecchiese. Si va a riposo sul doppio vantaggio del Monterotondo, due regali della retroguardia, mentre la Vecchia ha la superiorità nel gioco ma le occasioni da gol sono veramente poche. Al ritorno in campo Ruggiero sostituisce Di Ventura, si torna al convinco 4-2-1-3 con il fantasista che si posiziona tra le righe a inventare qualcosa. Serve ancora Santi per fermare Selvaggio, la conclusione si spegne in corner dopo due minuti. Non è trascendentale il Monterotondo, dopo i due gol ha solo difeso. Al decimo protagonista diventa Colelli, in progressione Pascu supera Serpieri e manda la sfera fuori ma secondo il direttore di gara, entrambi si strattonano partendo da fuori area, è il solo difensore civitavecchiese a far fallo e viene espulso. Sulla punizione susseguente Nunziata vola a respingere la conclusione di Politano. Nunziata si supera poco dopo su Tilli, è complicato uscire fuori ora. Entra prima Veronesi e poi Toscano, escono Feuli e Selvaggio, ora la Vecchia è a trazione anteriore. Toscano su punizione trova Santi, Tilli invece Veronesi che sulla sulla riga è lesto a respingere. Da lì in avanti sale in cattedra la Vecchia, al trentaduesimo Ruggiero va a scuotere la traversa a Santi battuto poi arriva il primo gol. È il quarantaduesimo quando su cross di Bevilacqua, con un colpo di testa, Toscano mette la palla in rete. Risultato smezzato, la Vecchia da lì in avanti gioca col cuore oltre l’ostacolo e al terzo di recupero riagguanta il pari. Ancora Toscano, di testa a superare l’intera retroguardia avversaria. Un due a due ottenuto in inferiorità numerica, ancora con gli ultimi minuti giocati come se non ci fosse un domani.

 

(Ufficio Stampa Civitavecchia 1920)

 

 

 

 

banner 6.0 orizz