CICCARELLI-SHOW, LA SEMPREVISA PARTE CON IL PIEDE GIUSTO

Andrea Dirix 21 Settembre 2015 Commenti disabilitati su CICCARELLI-SHOW, LA SEMPREVISA PARTE CON IL PIEDE GIUSTO
CICCARELLI-SHOW, LA SEMPREVISA PARTE CON IL PIEDE GIUSTO

Il 10 maggio scorso Roccasecca fu la terra che decretò l’amara retrocessione per la Semprevisa costretta,da quel giorno, a ricominciare dalla Promozione a dispetto della più affascinante Eccellenza .

132 giorni or sono,più di quattro mesi fa,andava in scena una delle partite che si ricorderanno meno volentieri della storia recente per i colori biancoverdi.

Di certo però di acqua sotto i ponti ne è passata tanta nel periodo che ci divide da quel dì ad oggi,giorno in cui si doveva e si è ricominciato.

Esordio migliore non poteva esserci nella seconda categoria laziale per importanza per i biancoverdi,a marchiare il 2-1 finale alla prima di campionato del girone C,con avversario lo Sporting Genzano,Mauro Ciccarelli mattatore di giornata.

Lo Sporting Genzano,ben organizzato ed affiatato nei suoi elementi vista la lunga militanza di molti giocatori all’interno della rosa,si trova di fronte una Semprevisa poco sfrontata per gran parte della gara,forse un po’ tesa,forse un po’ imballata dai carichi di lavoro.

Fatto sta che gli uomini di Petropaoli mettono per primi la testa avanti quando al 7’ portano scompiglio nella difesa biancoverde con la giocata di Gocaj sul cui cross dal fondo è Cuomo a spingere la palla in angolo.

La Visa accolta in campo dalla coreografia degli ultras “Ignari”non sta a guardare,Flamini si libera sulla trequarti per far partire un destro secco e a mezz’altezza il cui esito,per poco,non è quello sperato.

Piede mancino invece per la conclusione di Damanzo cinque minuti dopo,occasione importantissima per Colafranceschi sull’ottimo lavoro a proteggere palla di Ciccarelli sul versante opposto.

Prima dello scadere del tempo Ricci salva con il piede su Gurgui, abile a trovare spazio ed a penetrare dalla sinistra all’interno dell’area.

Il secondo tempo si distingue per una prima fase giocata sulla cattiveria e sugli scontri in mezzo al campo prima che il gol ospite rompa l’equilibrio.

Sugli  sviluppi di un calcio d’angolo è la testa di Cipriani a svettare più alto,incornata secca e precisa per bucare Fiorini.

L’1-0 ospite in realtà scuote la squadra di casa e Ciccarelli suona la sveglia a otto minuti dalla fine.

La punizione dal limite battuta in maniera potente da Colafranceschi non viene trattenuta da Ricci che vede stagliarsi davanti a sé la figura del bomer Mauro Ciccarelli pronto depositare in rete il gol del pareggio.

Sorretta anche dalla vicinanza del pubblico la squadra di Farinelli carica a testa bassa,Colafranceschi sfrutta la sua velocità e dalla sinistra entra in area a tre dal termine.

Il cross dell’ex Morolo è tagliato ed insidioso,Ricci ci mette le mani senza bloccare,come un falco ancora Ciccarelli si avventa su un pallone sul quale c’è scritto “spingere”,la porta è lì,il gol del 2-1 è servito.

L’esultanza è di quelle poco contenute,il giallo all’ex punta del Pomezia poco conta.

 

(Ufficio Stampa Semprevisa)