Carelli saluta l’Sff Atletico: il futuro potrebbe essere a pochi chilometri da Fregene…

Andrea Dirix 3 giugno 2019 Commenti disabilitati su Carelli saluta l’Sff Atletico: il futuro potrebbe essere a pochi chilometri da Fregene…
Carelli saluta l’Sff Atletico: il futuro potrebbe essere a pochi chilometri da Fregene…

A cura di Valerio Caprino

 

 

La rivoluzione in atto in casa Sff Atletico, oltre al trasferimento a Fiuggi oramai certo, porterà molti cambiamenti anche nello staff.

In attesa che vengano ufficializzati gli arrivi di Incocciati come allenatore, e Di Santo come direttore sportivo, arriva l’addio da parte di Claudio Carelli, che con la società tirrenica ha vissuto tre stagioni intense e impegnative.

Queste le parole dell’ormai ex ds biancorossoblu.

“Voglio ringraziare la società Sff Atletico, e in particolar modo i presidenti Davide Ciaccia e Furio Fisher, che mi hanno permesso di poter lavorare serenamente in questi 3 anni. Li ringrazio soprattutto per la fiducia, ed anche per avermi riconfermato per la prossima stagione”.

Come mai hai deciso di lasciare l’Sff Atletico nonostante la riconferma ?

“Perché a livello logistico, diventa troppo impegnativo raggiungere la squadra durante gli allenamenti settimanali che si svolgeranno a Fiuggi, oppure a Piglio, ma comunque troppo distante da Roma”.

Quale resta il ricordo più bello e significativo di questi 3 anni a Fregene ?

“Sicuramente la promozione in Serie D a Ciampino, dopo un’annata straordinaria e irripetibile per una categoria come l’Eccellenza. E poi non posso dimenticare la gara di Rieti nella scorsa stagione, dove pareggiammo 2-2, ma capimmo di avere una squadra forte, e che avrebbe potuto disputare un campionato importante anche in Serie D”.

C’è qualcuno, oltre i presidenti Ciaccia e Fisher, a cui vuoi rivolgere un pensiero particolare ?

“Sicuramente a quei tifosi che ci hanno sempre seguito, anche in Sardegna, e ci sono stati accanto nei momenti belli e anche in quelli più difficili. E poi ovviamente tutto lo staff tecnico, con cui ho avuto il piacere di lavorare in questi anni”.

Per quanto ti riguarda, qualcuno parla della possibilità di lavorare nuovamente con mister Raffaele Scudieri all’Ostiamare.

E’ una possibilità concreta, o sono solo chiacchiere ?

“Ci stiamo lavorando, è inutile nasconderlo. Speriamo che questa nuova avventura possa andare in porto, perché sarebbe una sfida molto stimolante, in una grande piazza come Ostia”.

Prenderai il posto di Fabio Quadraccia, col quale sappiamo che hai un bellissimo rapporto, e col quale hai giocato insieme per diversi anni?

“Ci tengo a sottolineare che non prenderò il posto di Fabio, al quale sono molto legato, ma eventualmente lavoreremo insieme per allestire una squadra competitiva. Attendiamo comunque che questa possibilità diventi reale, per poi iniziare a lavorare”.

Grazie direttore, e in bocca al lupo per il futuro.