Campioni d’Inverno, una domenica di passione: In Eccellenza e Promozione 18 squadre possono sognare…

Andrea Dirix 3 gennaio 2019 Commenti disabilitati su Campioni d’Inverno, una domenica di passione: In Eccellenza e Promozione 18 squadre possono sognare…
Campioni d’Inverno, una domenica di passione: In Eccellenza e Promozione 18 squadre possono sognare…

Per la prima volta da molte stagioni a questa parte sarà l’ultima giornata dei campionati di Eccellenza e Promozione ad assegnare il platonico, ma comunque ambito, titolo di Campione d’Inverno.

A novanta minuti dal fatidico giro di boa la situazione è infatti in divenire in ciascuno dei sei gironi che costituiscono l’elite del nostro calcio regionale.

Scenari aperti nel massimo campionato regionale, dove sarà corsa a due in entrambi i raggruppamenti.

Nel Girone A, con l’Astrea di Mastrodonato costretta da calendario ad osservare un turno di riposo e quindi a vestire i panni del convitato di pietra, il titolo se lo giocheranno Valle del Tevere e Team Nuova Florida, ossia due delle quattro formazioni che il mercoledì successivo daranno vita all’andata delle semifinali di Coppa Italia di Eccellenza.

Gli uomini di Scaricamazza hanno dimenticato in fretta il capitombolo casalingo con il Villalba Ocres Moca, chiudendo l’anno con un pingue 5-0 ai danni del Ronciglione United.

Stefano Scaricamazza, Valle del Tevere

Stefano Scaricamazza, Valle del Tevere

Danieli e compagni apriranno il loro 2019 alla Cavaccia di Allumiere, affrontando il Civitavecchia di Scorsini, chiamato nei prossimi quattro mesi ad un’improba rimonta.

I sabini dispongono di un punto di margine sugli ardeatini.

La squadra di Bussone viene da sei risultati utili consecutivi, anche se gli ultimi due sono stati pareggi.

Andrea Bussone, Team Nuova Florida

Andrea Bussone, Team Nuova Florida

Domenica riceverà la visita di un Campus Eur che ha saggiamente operato nel corso del recente mercato invernale, come testimoniano le tre vittorie consecutive (tutte per 2-1) conquistate in chiusura d’anno dai romani di Scarfini.

Ultimi novanta minuti al cardiopalma anche nel Girone B, dove il destino beffardo metterà di fronte le prime due forze del campionato.

La Pro Calcio Tor Sapienza di Fabrizio Anselmi, vera rivelazione del torneo, si presenterà infatti al Comunale di via Varrone forte del punto di vantaggio che detiene ai danni della grande favorita del girone, ma soprattutto della solida identità di gioco che l’ex calciatore di Sassuolo e Verona è stato in grado di conferire ai gialloverdi nel giro di una manciata di mesi.

Fabrizio Anselmi, P.C. Tor Sapienza

Fabrizio Anselmi, P.C. Tor Sapienza

Non è un caso se Della Penna e compagni hanno raccolto risultati positivi nelle ultime tredici uscite e se detengono la fase difensiva più ermetica dell’intera categoria, Girone A compreso.

Non sarà affatto facile per Gomez e Laghigna infliggere dispiaceri ad un portiere come De Angelis, un lusso per l’Eccellenza, imbattuto da qualcosa come 614 minuti.

Il Pomezia, tuttavia, sembra aver finalmente trovato la quadratura del cerchio.

Cristiano Gagliarducci, Pomezia

Cristiano Gagliarducci, Pomezia

Grazie agli importanti innesti giunti dal mercato, le ultime settimane hanno restituito al campionato la sua più attesa protagonista e la sensazione comune è quella di una squadra che ha ormai raggiunto il proprio equilibrio.

Nota a margine: la supersfida si giocherà in sessione pomeridiana.

Appuntamento quindi al Comunale domenica 6 gennaio alle ore 14:30.

Non meno intricata è la situazione nei quattro raggruppamenti del Campionato di Promozione.

Nel Girone A, infatti, sono addirittura tre le squadre che possono virare la boa per prime.

Sulla carta Corneto Tarquinia e Polisportiva Monti Cimini sono le più accreditate, ma la Compagnia Portuale può ancora sperare in un aggancio o addirittura in un sorpasso all’ultima curva.

Difficile, sia chiaro, ma non impossibile, dal momento che il calendario del diciassettesimo turno propone clienti difficili a tutte le contendenti.

Stefano Del Canuto, Corneto Tarquinia

Stefano Del Canuto, Corneto Tarquinia

Gli etruschi di Del Canuto sono reduci da sei successi in serie e nel girone d’andata hanno messo insieme numeri incredibili.

Domenica però riceveranno al Bonelli la visita di un’Aranova costretta ancora ai margini della zona-play off solo dal ritmo forsennato delle prime tre.

Dopo un inizio complicato e segnato da tre sconfitte nelle prime quattro uscite, gli uomini di Bernardini hanno conquistato qualcosa come trenta punti sui trentasei disponibili nelle ultime dodici giornate e quello di Tarquinia può certamente essere considerato uno snodo importantissimo nella loro stagione.

Affascina e non poco anche la sfida a distanza tra Mauro Catracchia, pichichi del torneo con 19 reti all’attivo, e Luca Italiano che insegue a due lunghezze dal rivale.

A Vignanello, invece, andrà in scena il match tra la Monti Cimini di Cammillucci e la CSL Soccer.

Andrea Cammillucci, Monti Cimini

Andrea Cammillucci, Monti Cimini

I viterbesi non fanno che vincere da quel 25 novembre, giorno del roboante k.o. sul campo della Compagnia Portuale, loro bestia nera, e proveranno a venire a capo dell’entusiasmo dei civitavecchiesi che, ad onta del loro ruolo di matricole, stanno disputando una signora stagione.

Le due capoliste sono seguite a due lunghezze proprio dalla formazione di Caputo che allo Scoponi di Tolfa vestirà i panni dell’ex di turno.

Paolo Caputo, CPC

Paolo Caputo, CPC

Tabarini e soci, detentori dell’attacco più prolifico del campionato con 51 reti all’attivo, sono in serie positiva da sette domeniche.

In questo contesto giova anche ricordare che sia la Corneto Tarquinia che la CPC saranno protagoniste tre giorni dopo anche dell’andata degli Ottavi di Finale di Coppa Italia di Promozione, affrontando rispettivamente Vigor Acquapendente e Città di Cerveteri.

Lo scenario più intrigante riguarda però i gironi B e C, dove esiste addirittura l’eventualità, remota ma non impossibile, di un arrivo a quattro.

Nel primo caso, dopo il rimescolamento delle carte in classifica dovuto al ritiro del Salto Cicolano, la vetta è attualmente presidiata da Cantalice e Giardinetti che hanno tre punti di margine sulla coppia Palestrina-Fiano Romano.

Simone Patacchiola, Cantalice

Simone Patacchiola, Cantalice

I sabini, che nei primi tre mesi della stagione avevano avuto un rendimento quasi impeccabile, nelle ultime settimane del 2018 hanno tirato leggermente il freno, conquistando solo otto punti nelle ultime cinque esibizioni.

Luigi Alvardi, Palestrina

Luigi Alvardi, Palestrina

A far loro visita domenica prossima sarà il Palestrina, che ha pagato un dazio assai salato in termini di giustizia sportiva dopo il pari casalingo con la Vis Subiaco e che durante la sosta natalizia si è sorprendentemente accomiatato da mister Cangiano, chiamando in panchina Alvardi.

Anche il Giardinetti di Russo avrà però un battesimo di fuoco dal nuovo anno solare: la trasferta di Vicovaro è tutto meno che agevole, vista la qualità dei tiburtini che grazie alle quattro vittorie consecutive colte a dicembre sono tornati prepotentemente ad affacciarsi nei piani nobili della classifica.

Marco Russo, Giardinetti

Marco Russo, Giardinetti

Un quadro che induce ad un cauto ottimismo il Fiano Romano di mister Antoniutti, che ha recentemente riaccolto proprio da Vicovaro il figliol prodigo Pangrazi, componendo con Pangallozzi un attacco atomico.

Escludendo il risultato conquistato in occasione del match con il ritirato Salto Cicolano, i fianesi hanno raccolto sedici punti nelle ultime sei gare e possono concretamente ambire a migliorare il già brillante piazzamento della passata stagione.

Piercarlo Antoniutti, Fiano Romano

Piercarlo Antoniutti, Fiano Romano

Sulla loro strada arriverà il Football Riano che, dopo un avvio decisamente promettente, è incappato in un dicembre da incubo.

Appassionante e tutta da decifrare è pure la contesa nel Girone C, dove le prime cinque squadre sono raccolte nell’esiguo margine di quattro punti e solo la Luiss di Rambaudi, a lungo capolista del torneo, è matematicamente tagliata fuori dalla conquista del primato invernale.

I favori del pronostico spettano chiaramente al Fiumicino di patron Munaretto, che ha un punto di vantaggio sull’arrembante Vis Sezze, due sull’Atletico Morena e tre sul La Rustica.

Marco Ceccarelli, Fiumicino

Marco Ceccarelli, Fiumicino

I portuali cominceranno il loro 2019, ospitando al Desideri un Atletico Lariano ancora a secco di vittorie e protagonista fin qui di un’annata difficilissima.

Pronostico chiuso, sulla carta, anche al Tasciotti, dove gli uomini di Catanzani se la vedranno con un Real Latina che, come i gialloverdi castellani non ha ancora provato la gioia del primo successo stagionale.

Flavio Catanzani, Vis Sezze

Flavio Catanzani, Vis Sezze

Cliente leggermente più scomodo per l’Atletico Morena di Berti, che riceverà la visita del Rodolfo Morandi, sperando di allungare quella serie positiva che la vede muovere la classifica da dieci turni a questa parte.

Manrico Berti, Atletico Morena

Manrico Berti, Atletico Morena

Unica rappresentante del quartetto in grado di fregiarsi del titolo di Campione d’Inverno a giocare lontano dal pubblico amico sarà invece La Rustica, attesa al Lodovichetti di Ostia da una Pescatori che nelle ultime settimane è tornata ad offrire prestazioni incoraggianti, cogliendo punti assai preziosi.

Daniele Paolini, La Rustica

Daniele Paolini, La Rustica

Sono tre infine le formazioni che possono chiudere al primo posto la prima metà del campionato nel Girone D e due su tre godranno del fattore-campo domenica 6 gennaio.

I favori spettano ovviamente all’Anitrella che sembra aver digerito senza traumi il recente addio di Cardinali e che a novanta minuti dal traguardo dispone di due punti di vantaggio sul Ferentino e di tre sul Pontinia che però dovrà presto recuperare la gara con l’Atletico Cervaro.

Angelo Bottoni, Anitrella

Angelo Bottoni, Anitrella

I neroverdi, il cui ruolino di marcia parla di cinque successi e due pareggi nelle ultime sette uscite, troveranno nella calza della Befana un avversario impegnativo come il Monte San Biagio che, prendendo in esame il medesimo lasso di tempo, ha raccolto appena un punto in meno rispetto a Carfora e soci.

Al Comunale di Maranola andrà invece in scena un match dal sapore un po’ retrò ma decisamente affascinante, come quello tra gli amaranto di Pippnburg ed il Formia, quarto in classifica.

Francesco Pippnburg, Ferentino

Francesco Pippnburg, Ferentino

Il Ferentino sembra aver assorbito definitivamente la crisi che lo aveva colto tra ottobre e novembre e di recente ha ripreso a viaggiare su ritmi elevati, mentre il Formia ha chiuso con due brillanti vittorie il suo 2018, ma in cuor suo ancora recrimina per gli incredibili passi falsi contro un Terracina che non era ancora stato rimodellato dal mercato e contro un’Aurora Vodice Sabaudia che fin qui ha centrato appena due successi.

Quest’ultima sarà proprio l’avversaria di turno di quel Pontinia che, come riferito, ha una partita in meno rispetto alle rivali e che dunque potrebbe comunque aggiudicarsi il titolo “a posteriori”.

Fabrizio Cencia, Pontinia

Fabrizio Cencia, Pontinia

La squadra di Cencia non segna moltissimo a differenza delle rivali, ma dispone di una difesa quasi impenetrabile (appena 13 le reti subite finora).

Sono tante dunque le questioni da dirimere domenica prossima.

Quel che è certo è che sia l’Eccellenza che la Promozione ci regaleranno un inizio d’anno col botto.

 

 

 

 

Banner-trasmissione-Sport-In-Oro-2018-19