Calcio Amputati, la Nazionale è pronta per gli Europei di Cracovia che inizieranno il 12 settembre

redazione 10 Settembre 2021 Commenti disabilitati su Calcio Amputati, la Nazionale è pronta per gli Europei di Cracovia che inizieranno il 12 settembre
Calcio Amputati, la Nazionale è pronta per gli Europei di Cracovia che inizieranno il 12 settembre

Nella sede del Comitato Paralimpico, in Via Flaminia Nuova, sono stati presentati gli Europei di calcio della Nazionale di calcio amputati che si svolgeranno a Cracovia, dal 12 al 19 settembre 2021.

Giovedì 9 settembre 2021, nello splendido scenario della Comitato italiano Paralimpico, alla presenza del Presidente Luca Pancalli, del Presidente della Divisione Paralimpica della Figc Franco Carraro e del Presidente della Fispes Sandrino Porru, è stata presentata la manifestazione degli Europei di calcio amputati che avrà luogo in Polonia, a Cracovia, dal 12 al 19 settembre 2021 e che vedrà la partecipazione della nostra Nazionale che sarà impegnata nel girone D insieme a Turchia, Campione uscente, e Georgia.

In apertura, ha preso la parola il Presidente del Comitato italiano Paralimpico Luca Pancalli: “Dopo le grandi fatiche di Tokyo, ora è la volta degli Europei di calcio che si inseriscono nella scia di successo dei giochi giapponesi. Al di là dei tanti problemi legati al covid, lo sport non si è mai fermato considerando il fatto che siamo reduci dagli Europei di calcio, Olimpiadi e Paralimpiadi. In quest’ultima manifestazione, abbiamo ottenuto ben sessantanove medaglie ma la settantesima è stata vinta dalla comunicazione che ha dato una grande copertura mediatica ai nostri successi… In bocca al lupo alla Nazionale di calcio amputati per gli Europei!”.

Successivamente, è intervenuto il Presidente della della Fispes Sandrino Porru: “Dopo il grande successo ottenuto alle Paralimpiadi, ripartiamo con le altre discipline. Abbiamo lavorato molto per farci trovare pronti nonostante le restrizioni legate al covid in cui abbiamo avuto tante difficoltà per allenarci. Vogliamo fare bella figura agli Europei di calcio e questa manifestazione può essere un traino verso nuovi giovani che si vogliono avvicinare al calcio degli amputati.”

Poco dopo, è intervenuto il Presidente della Divisione Paralimpica della Figc Franco Carraro: “L’aspetto più importante è rappresentato dal fatto che questa manifestazione, in un momento così delicato dovuto al covid, si possa svolgere dato che la pandemia ha ampliato i problemi dei disabili… Siamo reduci dai grandi risultati ottenuti alle Paralimpiadi, organizzate benissimo a Tokyo, con dei numeri importanti ed alla fine, tutti gli atleti hanno potuto svolgere le loro attività. Faccio i complimenti al Presidente Luca Pancalli per tutte le attività del Comitato italiano Paralimpico sottolineando il fatto che la Figc appoggia questa manifestazione ed è da sempre vicino al Cip che nonostante il periodo difficile, è sempre in prima linea verso lo sport per disabili.”

Poco dopo, ha preso la parola il Segretario Generale della Fispes Arianna Mainardi che ha affermato che l’atmosfera è quella giusta per affrontare questa manifestazione e che la Nazionale si è allenata bene in vista degli Europei. Dopo gli interventi del Ct Renzo Vergnani che ha sottolineato la difficoltà del raggruppamento con la consapevolezza di fare un grande torneo e di alcuni giocatori che parteciperanno alla grande kermesse continentale, il Presidente della Fispes Sandrino Porru ha salutato tutti i presenti affermando che al di là del verdetto del campo, questa manifestazione deve essere un percorso culturale e sportivo per tutti gli atleti E quindi, non resta ora che aspettare il fischio d’inizio degli Europei di calcio nella consapevolezza che la Nazionale di calcio amputati darà il massimo in ogni partita: in bocca al lupo Azzurri!

Giorgio Attolico