Cade il Lanusei: Trastevere ai Play-Off. Cronaca ed interviste post gara

redazione 18 aprile 2019 Commenti disabilitati su Cade il Lanusei: Trastevere ai Play-Off. Cronaca ed interviste post gara
Cade il Lanusei: Trastevere ai Play-Off. Cronaca ed interviste post gara

A cura di Giorgio Attolico

 

Dopo due sconfitte consecutive, la squadra di Perrotti fa lo sgambetto alla capolista che ora ha soli due punti di vantaggio sul lanciatissimo Avellino. Grazie a questa vittoria, il Trastevere accede con due turni di anticipo ai play-off.

 

TRASTEVERE-LANUSEI 1-0

Trastevere: Caruso, Barbarossa, Calisto, Lucchese, Sfanò, Vendetti, Renzi (56’Larosa), Capodaglio (81’Bergamini), Tajarol (73’Cardillo), Riccucci, Lorusso (71’Panico). A disp.:Galletto, Pecci, Donati, Chinappi, Cococcia. All.:Perrotti.

Lanusei: La Gorga, Bonu, Carta, Likaxhiu (66’Tenkorang Jo.), Congiu, Girasole (46’Kovadio), Nannini (82’Tenkorang Ja.), Demontis, Chiumarulo (54’Floris), Ladu, Quatrana. All.:Gardini.

Arbitro:Zamagni di Cesena.

Ass.arb.li: Fiore di Genova e Cravotta di Città di Castello.

Reti:16’Renzi.

Note: Ammoniti:Sfanò (T), Vendetti (T), Tajarol (T), Girasole (L), Nannini (L) e Demontis (L). Calci d’angolo:7-4 per il Lanusei. Recupero:2’pt e 4’st. Allontanato dal terreno di gioco al 24’ per proteste l’allenatore del Lanusei Gardini. Giornata primaverile, buona cornice di pubblico con circa cento tifosi ospiti.

Il Trastevere supera di misura al Trastevere Stadium il Lanusei che è caduto dopo sette risultati utili di fila dopo una gara molto intensa che si è giocata sotto un sole primaverile davanti ad una buona cornice di pubblico. Ad inizio gara, gli amaranto partono meglio ed al 3’ vanno vicino al goal con un calcio di punizione a due dal versante sinistro del limite dell’area di Sfanò, sul tocco di Capodaglio, che termina sull’esterno della rete alla sinistra di La Gorga creando più di un brivido alla porta degli ospiti. Poco dopo, sempre su calcio piazzato, Lorusso ci prova dalla distanza ma il portiere del Lanusei è attento e sventa la minaccia. Il Trastevere è molto aggressivo nel primo tempo ed al 14’, spreca una buona opportunità per passare in vantaggio: Capodaglio, tra i migliori in campo con Renzi, Lucchese e Capitan Sfanò, vede bene in profondità Lorusso che conclude prontamente a rete in corsa dal limite dell’area da ottima posizione ma La Gorga è attento e blocca il pallone. La squadra di Perrotti insiste e passa in vantaggio due minuti dopo: Capodaglio vede benbe Lucchese che serve un assist al bacio dalla destra per Renzi che infila da corta distanza spiazzando La Gorga con il pallone che finisce in rete alla sua destra. Sotto di un goal, il Lanusei non ci sta ed al 21’ si fa vedere con un gran tiro dalla distanza di Demontis che però trova pronto Caruso che si salva con un grande intervento alla sua destra. La posta in palio è molto alta e poco dopo, l’arbitro Zamagni di Cesena allontana dal terreno di gioco il tecnico dei sardi Aldo Gardini, ex di turno, per proteste. Nel finale di tempo, i biancoverdi insistono ed al 34’, vanno vicino al pari: Demontis, tra i migliori dei sardi con Bonu e Quatrana, lancia Chiumarulo che tenta il tocco morbido sull’uscita di Caruso che però è attento e non si fa sorprendere.

A inizio ripresa, c’è il primo cambio per gli ospiti con Kovadio per Girasole con l’obiettivo di rinforzare il centrocampo. Il Lanusei preme mentre i romani sono un po’ più arroccati in difesa rispetto alla prima frazione di gioco. Al 6’, i sardi si rendono pericolosi con Quatrana, che dopo un bel numero sul versante destro, conclude a rete da posizione molto defilata ma Caruso si rifugia in angolo alla sua destra. Due minuti dopo, ci prova Capitan Ladu con un bel tiro dalla grande distanza che trova pronto Caruso che questa volta trova la respinta corta dell’estremo difensore del Trastevere ma poi il tap-in debole di Demontis viene ribattuto da Vendetti che sventa la minaccia. Tre minuti dopo, il Lanusei effettua la seconda sostituzione con l’ingresso in campo di Floris al posto di Chiumarulo, un po’ spento, nell’intento di trovare più incisività in attacco. All’11’, Perrotti è costretto ad effettuare il primo cambio con Larosa al posto di Renzi che è costretto ad uscire per infortunio. Il forcing dei sardi è molto sterile e con poche idee mentre i romani si difendono in modo ordinato. Al 21’, terzo cambio per il Lanusei con Tenkorang Jo. al posto di Likaxhiu nell’intento di trovare più freschezza a centrocampo. Le due squadre lottano molto a centrocampo con gli amaranto che sono molto attenti a chiudere gli spazi. Perrotti cerca più vivacità in attacco e manda in campo Panico per Lorusso, un po’ stanco, con l’obiettivo e poco dopo Cardillo per Tajarol. Nel finale, il Lanusei perde lucidità con il passare dei minuti mentre i romani cercano di chiudere la partita in contropiede. Al 34’, gli amaranto vanno vicinissimo al raddoppio: Panico s’invola in contropiede e serve un assist perfetto dalla sinistra per Cardillo ma Bonu si supera deviando in angolo. Due minuti dopo, Bergamini rileva l’ottimo Capodaglio nelle fila del Trastevere mentre pochi istanti dopo, i sardi tentano il tutto per tutto con Tenkorang Ja. per Demontis cercando di acciuffare il pareggio.

Il Trastevere è molto vivace ed al 41’, va molto vicino al 2-0: Bergamini imbecca con un calcio di punizione molto potente Cardillo che trova il tap-in in spaccata da corta distanza ma il pallone termina fuori alla destra di La Gorga. Due minuti dopo, i romani sciupano una grande opportunità per chiudere il match: Lucchese lancia in verticale Cardillo che conclude a rete da ottima posizione ma La Gorga si supera con un grande intervento di piede salvando la sua porta.

Nei minuti di recupero, il Trastevere tiene bene il campo ed al triplice fischio dell’arbitro Zamagni di Cesena, buona la sua direzione, è grande festa per gli amaranto che tornano alla vittoria dopo due ko consecutivi e volano ai play-off con due giornate di anticipo mentre è un momento delicato per il Lanusei che oltre ad esser caduto dopo sei vittorie ed un pareggio, ha raccolto solo un successo nelle ultime tre gare ed ora ha solamente due lunghezze di vantaggio sull’Avellino. A questo punto, per il team di Perrotti, l’obiettivo è quello di arrivare al terzo posto a fine stagione che consentirebbe alla sua squadra di giocarsi almeno la semifinale sul terreno amico mentre il Lanusei, che era partito con bel atri obiettivi, deve ora fare bottino pieno nelle ultime due giornate per non perdere l’obiettivo di un sogno chiamato Lega Pro…

 

IL DOPO-PARTITA DEL “TRASTEVERE STADIUM”

Pierluigi Betturri (Pres.Trastevere): “Abbiamo fatto una bellissima partita meritando ampiamente la vittoria con un Pier Luigi Betturri Trasteveremaggiore possesso-palla rispetto al Lanusei. E’ vero che ora il campionato è riaperto ma non siamo in corsa per il titolo ma voglio evidenziare il fatto che il Trastevere vuole ottenere il massimo fino alla fine.

Vogliamo arrivare terzi per disputare almeno una gara al “Trastevere Stadium” ed oggi voglio ringraziare anche il nostro meraviglioso pubblico e quello molto sportivo del Lanusei che hanno incoraggiato le proprie squadre per tutta la partita.”

 

Fabrizio Perrotti TrastevereFabrizio Perrotti (all.Trastevere): Abbiamo fatto una grande partita contro un avversario molto forte che sta meritando il primato in classifica. Siamo stati molto bravi a chiudere tutti gli spazi ai nostri avversari. Vogliamo arrivare terzi per disputare almeno la prima gara dei play-off in casa.

Il Lanusei rimane ancora favorito per la vittoria finale nonostante la classifica attuale. Siamo stati anche in testa alla classifica per qualche settimana ma ora vogliamo ottenere il massimo fino a fine stagione. Il nostro obiettivo era quello di fare un buon campionato ed alla fine, siamo molto soddisfatti di essere già approdati alla seconda fase con due turni di anticipo…”

 

Aldo Gardini (all.Lanusei): “Sono molto sereno al di là del momento che stiamo vivendo. Sono molto soddisfatto dei gardiniragazzi che stanno facendo un grande campionato ed a fine stagione, saremo comunque contenti sia in caso di vittoria del campionato che di accesso ai play-off.

Ripeto ancora una volta che sono molto orgoglioso della mia squadra dato che eravamo partiti con bel altri obiettivi considerando il fatto che siamo sempre in vetta, a due giornate dalla fine, contro l’Avellino che è un sogno

Viviamo alla giornata pensando prima alla sfida casalinga contro il Budoni e dopo ci concentreremo sulla Lupa Roma. Tra poco più di due settimane, arriverà il verdetto e vedremo cosa avrà fatto il Lanusei…”

 

beppe viola banner ridotto