Bianchi-Giurato: l’Aranova doma 2-0 il Pomezia a ‘Le Muracciole’

Riccardo Selvi 25 Ottobre 2020 Commenti disabilitati su Bianchi-Giurato: l’Aranova doma 2-0 il Pomezia a ‘Le Muracciole’
Bianchi-Giurato: l’Aranova doma 2-0 il Pomezia a ‘Le Muracciole’

Aranova-Pomezia 2-0

Marcatori: 16’ Bianchi, 28’ Giurato

ARANOVA: Zonfrilli, Proietti, Santoro, Pucci, Tartaglione,
Bianchi, Italiano (dal 46’ La Ruffa), Falco (dal 67’ Rossetti, dall’87’
Tartaglia), Giurato, Fiorentini, Fagioli (dal 67’ Panico).

A disp.: Alessandrini, Urbani, Rossetti, Tiozzo, Conte.  

All.: Pierluigi Vigna.

POMEZIA: De Maio, De Luca, Tommaselli (dal 69’ Abate), De
Santis, Giannetti, Morelli, Cestrone (dall’80’ Canale), Ruggiero, Pippi (dal 64’
Aquilani), Bellitta (dall’80’ Tortora), Bussi.

A disp.: Rossi, Fonticelli, Mezzina, Franco, Bizzaglia.

All.: Cristiano
Gagliarducci.

Arbitro: Cristian Chirnoaga (sez. di Tivoli)

Ass.: Fabrizio Caprari (sez. di Roma 1) e Simone
Maccari (sez. di Ciampino)

NOTE. Ammoniti: 24’ Falco (A), 65’ Giurato (A).

Angoli: 2-5.

Recupero: 1′ pt, 4′ st.

Eccellenza laziale (Girone A), 5ª
giornata

Domenica 25 ottobre 2020, ore 11

Stadio ‘Le Muracciole’ di Aranova

L’Aranova batte 2-0 il Pomezia grazie
alle reti nel primo tempo di Bianchi e Giurato e scavalca in classifica
proprio i pontini.

Vigna senza Bellini e Pelliccioni schiera il 4-3-3 il tridente pesantissimo con Fagioli e Italiano ai lati di Giurato, mentre l’assente Gagliarducci ancora in emergenza orfano di Gamboni, Lo Pinto Daleno e Priorelli, risponde con lo stesso modulo con Cestrone e l’ex di turno Bussi a supporto di Pippi.

Gara equilibrata in avvio, con le due squadre ben messe in campo e che non si espongono più di tanto. Dopo un tiro centrale di Bussi dalla distanza, il punteggio si sblocca subito al 16’: corner di Fagioli dalla destra, De Maio è incerto come tutta la difesa ospite e in mischia Bianchi spinge in porta il pallone dell’1-0.

I pontini accusano il colpo e provano la reazione soltanto al 26’ con una conclusione dalla distanza di Cestrone che non fa paura a Zonfrilli. Passano però 2’, e i padroni di casa raddoppiano: Italiano si accentra e calcia dal limite, De Maio respinge malissimo e in piena area piccola Giurato si avventa sul pallone, per il 2-0 dell’Aranova.

Nel finale di prima frazione c’è spazio soltanto per un paio di tentativi non troppo pericolosi di Bussi e Ruggiero che non inquadrano lo specchio, poi Chirnoaga fischia due volte e manda le squadre al riposo sul 2-0.

La ripresa si apre con La Ruffa per Italiano nell’Aranova, e col Pomezia a un passo dal pareggio: conclusione velenosa di De Santis dal limite, Zonfrilli respinge male ma è bravissimo ad anticipare Pippi, che già pregustava il tap-in identico a quello del 2-0 di Giurato.

Passato il pericolo i padroni di casa gestiscono senza affanni e nei successivi 8’ hanno addirittura due occasioni per chiudere definitivamente il conto, prima con la percussione di Falco che supera un paio di uomini al limite, ma spedisce alto il pallone, e poi soprattutto con il neoentrato La Ruffa che dopo aver seminato tutta la difesa ospite in contropiede chiama De Maio a un prodigioso intervento in angolo per sventare il 3-0.

Dopo le scintille di inizio ripresa il ritmo si abbassa vertiginosamente, con tante interruzioni e poco gioco. Nel finale il Pomezia con gli ingressi di Aquilani e Canale per Pippi e Cestrone prova il forcing nella metà campo di casa, ma eccetto un colpo di testa di Giannetti in mischia ben sventato da un grande riflesso di Zonfrilli non succede più nulla e la squadra di Gagliarducci è quindi costretta ad incassare il terzo ko consecutivo che la lascia ancorata a 6 punti.

Vittoria prestigiosa e meritata invece per l’Aranova, imbattuto in tre gare in casa e ora a quota 8 in classifica, in attesa del big match di domenica prossima sul campo della Polisportiva Monti Cimini.