BEPPE VIOLA, GRUPPO G: VIGOR SPORTING -ROMULEA 0-0, PASSANO I GIALLOROSSI

redazione 29 maggio 2013 Commenti disabilitati su BEPPE VIOLA, GRUPPO G: VIGOR SPORTING -ROMULEA 0-0, PASSANO I GIALLOROSSI

Nel match clou della giornata conclusiva del gruppo G  la squadra tiburtina allenata da Massimo Lana ed i giallorossi di San Giovanni pareggiano 0-0 in una partita accesa, piacevole e con diverse occasioni da gol. A qualificarsi è però la Romulea che aveva a disposizione anche il pareggio e chiude la prima fase con 7 punti. Adesso il prossimo step sarà, il 6 giugno, la sfida che opporrà la Romulea all’Aprilia per i quarti di finale.

A cura di Giovanni Cro

Partita da subito vivace perchè ci si giocava il primo posto del gruppo G, l’unico che permetteva l’accesso diretto agli ottavi di finale nell’ultima gara in programma al “Mario Tobia” di Lungotevere Dante tra Vigor Sporting Roma e Romulea. Vantaggio non da poco e che poi si rivelerà fondamentale, per la Romulea, sarà quello di poter giocare per 2 risultati su 3, ed il pareggio per 0-0 seppur non cercato, permetterà alla Romulea di sfidare per il match degli ottavi l’Aprilia. 

La partita viene disputata con intensità e già al 10′ del primo tempo il centravanti della Romulea Rossi tira a giro di interno destro ma mette alto non di molto sopra la traversa; molto buona la rapidità di movimento di questo numero 9 anche se molto molto spesso i giallorossi sono stati salvati dalla sicurezza in difesa del loro super-difensore, il numero 5 Vlad Moisa, che ha lottato duramente contro l’ivoriano Zady in un duello tecnico e muscolare di grande temperamento. Proprio 2 minuti dopo all’11 Yves Zady, 3 gol in 2 gare in questo Beppe Viola trasforma in oro una palla vagante respinta di testa da Baldazzi al limite dell’area della Romulea e la scaglia in porta senza pensarci coordinandosi alla grande in una difficile rovesciata: palla a lato ma grande sveltezza del bomber colored della Vigor. Gara giocata sul filo dell’incertezza e della tensione emotiva. La Romulea, apparsa più squadra e con un gioco corale che coinvolgeva più elementi, mentre troppo spesso lo schema offensivo principe dei blaugrana, quando andavano in affanno per la pressione operata dalla Romulea, era “palla lunga a Zady” e pedalare. Al 15′ i giallorossi del presidente Vilella vanno a centimetri dal gol del vantaggio: dopo un calcio d’angolo dalla destra di Donat sempre Rossi calcia forte e teso in diagonale con il cuoio che impatta sul palo e torna in campo col capitano della Vigor, Catalano, che spazza prontamente. Sempre Zady, piccolo Drogba, che si carica sulle spalle i suoi al 21′: ne salta due in progressione sulla destra ma ciabatta esausto sul fondo. Ancora un iperattivo Rossi che calcia di esterno destro al volo da fuori area in perfetto stile “Quagliarella”: conclusione pazzesca e palla alta di pochissimo.

Nel secondo tempo, ancora Romulea più convincente, con La Rovere che si oppone bene a Chiapparone, poi sulla respinta palla sul palo e altra grande occasione per la Romulea che nel secondo tempo giocherà anche leggermente meglio del primo tanto che soltanto al 5′ Zady con un’altra prepotente discesa conclusa però sempre con un altro tiro scentrato. Tra le fila della Romulea le risposte sono sempre affidate alla verve di Rossi, che ancora una volta al 9′ sfiora il gran gol dal limite dell’area, destro di controbalzo a controllare una difettosa respinta di Latini fuori dall’area e palla che spiove mezzo metro oltre la traversa. Poi tanto gioco muscolare a centrocampo e al 33′ si riaccende la verve di Zady, che ai 20 metri in posizione centrale riparte con una sua classica fiammata improvvisa in progressione e si porta a spass Borelli e Baldazzi che vengono saltati, ma nel cuore dell’area di rigore della Romulea è spettacoloso il salvataggio in spaccata di Sorrentino, terzino dei giallorossi che chiude alla disperata quando il calciatore ivoriano stava pregustando una battuta a rete da pochi metri: chiusura che di fatto vale come un gran gol perchè di lì a poco la gara finirà e sancirà il passaggio del turno della Romulea, apparsa squadra tosta, corta e organizzata in ogni reparto, molto difficile da affrontare per chiunque. Se stanno sempre su questo standard di forma psicofisica, l’Aprilia è avvisata, questa Romulea al Beppe Viola può far paura a tanti.

ROMULEA-VIGOR SPORTING ROMA 0-0

ROMULEA: 4-4-2: Terenzi; Forte, Moisa, Borelli, Sorrentino; Ciambella (3’s.t. Abagnale),  Novelli, Baldazzi, Donat; Rossi, Chiapparone (13’s.t. Brogna).  A disp:  Picca, Merolli, Michetti, Giusti, Vinci, Abagnale, Brogna. All: Attili

VIGOR SPORTING ROMA: 4-4-2: Alesiani (1’st La Rovere); Codispoti, Alessandri, Catalano; Nsimba, Latini, Buonpane (18’s.t. Gueril), Bova (20’s.t. Dominici); Zady, Tosi Brandi (11’s.t. Vespa) A disp: La Rovere, Vespa, Dominici, Gueril, Niwa, Ivan. All: Lana

ARBITRO: Sig. Petracca di Roma 1