Audace, il sogno continua: gli uomini di Di Rocco passano anche in via Farsalo

Andrea Dirix 14 gennaio 2019 0
Audace, il sogno continua: gli uomini di Di Rocco passano anche in via Farsalo

A cura di Giorgio Attolico

GRIFONE GIALLOVERDE-AUDACE 0-1

Grifone Gialloverde: Pensa, Proietti (86’Abruzzetti), Costalunga, Corradini, Mancini, Moscetta, Sperati (71’La Dogana), Martino, Marra (73’Barbarisi), Dan Almajiri (55’Capra), Cacchioni (80’Menestò). A disp.:Codispoti, Lori, D’Acunzo, Durante. All.:Berruti.

Audace: Cardoso, Boninsegna (55’Dioletta), Falcone (55’Giordano), Alongi, Massimiani, Benedetti, Denni, Colaneri (75’Renzi), Benvenuti (67’D’Urso), Demofonti, Fortunato (85’Moxha). A disp.:Michetti, Cellitti, Giangrande, Marchionni. All.:Di Rocco.

Arbitro: Di Giuseppe di Frosinone.

Ass.arb.li: Iacobucci di Ciampino e Cassini di Civitavecchia.

Reti: 84’D’Urso (A).

Note: Ammoniti:Dan Almajiri (GG), Cacchioni (GG), Menestò (GG) ed Alongi (A). Calci d’angolo:4-3 per l’Audace. Recupero:0’pt e 6’st. Cielo coperto con con sole a tratti.

Terza vittoria consecutiva per l’Audace che espugna il campo “Roma” in virtù del successo di misura nel finale per 1-0 sul Grifone Gialloverde che si è arreso alla distanza alla squadra di Di Rocco in cui sono stati decisivi i giocatori subentrati nella ripresa. Ad inizio gara, le due squadre lottano molto a centrocampo con i gialloverdi che sono un po’ arroccati in difesa. La prima opportunità è per gli ospiti al quarto d’ora: su angolo dal versante sinistro, Demofonti vede bene Fortunato che entra in area di rigore e conclude da posizione molto defilata ma Pensa si salva deviando in angolo. I padroni di casa lottano su ogni pallone e nove minuti dopo, vanno vicino al goal: sugli sviluppi di un calcio di punizione battuto da Martino, dopo la respinta della difesa, Sperati conclude in diagonale di controbalzo in diagonale che viene respinto da Cardoso e successivamente, Dan Almajiri, in ottima posizione, viene fermato dal direttore di gara per un fallo di mano. Nel finale, al 39’, i gialloverdi si rendono pericolosi su una ripartenza molto veloce: Costalunga s’invola e serve Cacchioni che conclude a rete dal versante destro da posizione defilata ma Cardoso fa buona guardia e sventa la minaccia e pochi istanti dopo, per poco l’Audace non passa in vantaggio: Demofonti ruba palla sulla trequarti  a Costalunga e serve un assist perfetto dalla destra a centro area per Fortunato, tra i migliori in campo con Benvenuti, Benedetti, Demofonti e D’Urso, che però non aggancia da posizione molto favorevole ed i gialloverdi si salvano… E’ l’ultima emozione di un primo tempo molto combattuto ed equilibrato… Nella ripresa, la gara sale di tono e le emozioni non mancano. Al 6’, i padroni di casa vanno molto vicino al goal: Cacchioni ruba palla a Falcone sul versante destro e serve Marra che si gira e conclude a rete dal limite dell’area ma non inquadra la porta con il pallone che termina alto di poco sopra la traversa creando più di un brivido agli ospiti. Quattro minuti dopo, doppio cambio per Di Rocco con gli ingressi di Giordano e Dioletta al posto di Boninsegna e Falcone nell’intento di trovare più freschezza a centrocampo e sulle corsie esterne ma risponde Berruti che manda in campo Capra per Dan Almajiri cercando più vivacità in mezzo al campo. Quattro minuti dopo, Mancini effettua un retropassaggio volontario a Pensa che blocca il pallone con le mani e per l’arbitro Di Giuseppe di Frosinone, è punizione a due in area di rigore da posizione molto defilata sulla destra. S’incarica del calcio piazzato Demofonti che imbecca sul secondo palo Colaneri che conclude a rete ma il pallone termina fuori di poco alla destra di Pensa. Gli ospiti premono con più insistenza rispetto al primo tempo e vanno vicinissimo al goal in due occasioni: al 14’, Benvenuti  serve in profondità Fortunato che conclude dal versante destro ma il suo tiro finisce fuori di “ un soffio” alla destra dell’estremo difensore dei gialloverdi che sbaglia la successiva rimessa dal fondo la quale viene intercettata da Benvenuti ma la sua conclusione, dal limite dell’area da ottima posizione, è centrale e trova pronto Pensa che blocca il pallone. Dopo aver rischiato due volte di subìre un goal, il Grifone Gialloverde per poco non passa in vantaggio tre minuti dopo: sugli sviluppi di un’azione convulsa, Cardoso sbaglia l’uscita consentendo a Proietti, tra i migliori dei gialloverdi con Costalunga, di effettuare un assist dal versante destro per Marra che conclude a rete con il pallone, complice la deviazione di Cardoso, che colpisce la traversa e successivamente, sul cross di Costalunga dalla sinistra, Cacchioni commette un fallo di mano volontario in area di rigore e viene giustamente ammonito dal direttore di gara. Gli ospiti insistono ed al 21’, Capitan Benedetti lancia perfettamente Benvenuti che conclude a rete dal versante destro ma la sua conclusione a girare finisce alta di poco creando più di un brivido alla porta dei romani. Due minuti dopo, Di Rocco tenta il “tutto per tutto” con l’ingresso di D’Urso per Benvenuti cercando più incisività in attacco mentre Berruti risponde poco dopo con La Dogana e Barbarisi cercando più freschezza a centrocampo. L’Audace preme mentre il Grifone Gialloverde comincia ad accusare un po’ di stanchezza. Il finale è molto emozionante. Al 32’, il “team” di Berruti si fa vedere con un calcio di punizione insidioso di Martino che trova pronto il portiere dell’Audace che si rifugia in angolo alla sua sinistra. Gli ospiti cercano con insistenza la vittoria e sbloccano il risultato sette minuti dopo: Fortunato lancia molto bene in profondità Benvenuti che s’invola sul versante destro riuscendo ad anticipare Pensa ed infila da posizione un po’ defilata a porta praticamente vuota nonostante i tentativi di rinviare il pallone di Mancini e Capitan Moscetta che non riescono però ad evitare il goal. E’ il “goal-partita” e prima dell’epilogo per poco la squadra di Di Rocco non trova il raddoppio sempre con D’Urso, su assist dalla sinistra da Benvenuti, ma il suo tiro da buona posizione termina alto. Dopo sei minuti di recupero, al triplice fischio dell’arbitro Di Giuseppe di Frosinone, grande gioia per i giocatori, lo “staff” ed i tifosi dell’Audace Genazzano che vivono un momento magico ottenendo anche il successo di fila in trasferta che le permette di consolidarsi da sola al secondo posto, a tre punti dal Tor Sapienza, mentre per il Grifone Gialloverde, è un momento molto negativo dopo il terzo ko di fila nonché il secondo in casa nel giro di una settimana ed inoltre, la squadra di Berruti non segna da tre partite e questo dato è un po’ preoccupante anche se l’ “obiettivo-salvezza” è ancora alla portata di mano per la squadra romana.

 

 

IL DOPO-PARTITA DEL “ROMA”

Gianluca Berruti (all.Grifone Gialloverde): “Abbiamo tenuto testa tutta la partita ad una bella squadra come l’Audace, a cui faccio i complimenti  ma anche oggi torniamo a casa senza punti ma la nostra prestazione mi ha comunque soddisfatto… Inoltre, gli episodi non ci aiutano considerando anche la traversa di Marra e le occasioni che non abbiamo finalizzato… Nonostante il momento negativo, sono comunque fiducioso per il futuro ma dobbiamo cominciare subito a fare punti a partire da domenica prossima nello scontro diretto in trasferta contro il Lavinio Campoverde dove dobbiamo assolutamente ritrovare la via del goal dato che siamo a “secco” di reti da tre partite…”

Marco Di Rocco (all.Audace): “E’ un momento magico dato che siamo partiti per salvarci e ci ritroviamo con trentadue punti all’inizio del girone di ritorno che affronteremo senz’altro con tanta serenità per poter magari puntare ad altri obiettivi…” Non è mai facile vincere al campo “Roma” dato che il Grifone Gialloverde è una buona squadra che è molto brava a chiudere gli spazi. Dopo aver ottenuto questa vittoria importante, da martedì cominceremo già a pensare alla sfida casalinga contro la Vigor Perconti che è una squadra molto giovane e vivace. Sarà senza dubbio un’altra partita difficile… Sono molto contento di questo periodo ma viviamo alla giornata senza fare programmi perché in poco tempo, in questo raggruppamento, si può passare dalle zone alte a quelle basse della classifica… Vogliamo fare bene com’è nelle caratteristiche della società che ha sempre fatto, negli ultimi anni, dei buoni campionati…”

 

 

 

banner apple