Doppio Gallaccio ribalta l’Aranova: al ‘Superga’ il Palestrina vince 2-1 e vola in finale col Pontinia

Riccardo Selvi 2 giugno 2019 Commenti disabilitati su Doppio Gallaccio ribalta l’Aranova: al ‘Superga’ il Palestrina vince 2-1 e vola in finale col Pontinia
Doppio Gallaccio ribalta l’Aranova: al ‘Superga’ il Palestrina vince 2-1 e vola in finale col Pontinia

Aranova-Palestrina 1-2

Marcatori: 63’ Filippi (A), 73’, 81’ Gallaccio (P)

 

ARANOVA: Ceccucci, Urbani, Monfreda, Mancini, De Maio (dall’83’ Mariani), Tartaglione, La Ruffa (dal 76’ Morasca), Savarino (dall’88’ Corridoni), Italiano, Filippi, Rosati (dal 78’ Moretti).

A disp.: Comandini, Simoni, Giustini, Gritta, Zanella.

All.: Emiliano Bernardini.

 

PALESTRINA: Gabriele Marini (dal 67’ Cannone), Petroni, Moriconi, Tantari (dal 67’ Compagnone), Mattia Marini, Rossi, Martin (dall’87’ Tajani), Turmalaj, Gallaccio, Giovanni Cristofari, Busto (dall’83’ Escudero).

A disp.: Alessandro Cristofari, Casoli, De Oliveira, Liuchi, Compagnone, Pontarelli.

All.: Cristiano Di Loreto.

 

 

Arbitro: Adrian Lupinski (sez. di Albano laziale)

Ass.: Salvatore Mancuso e Francesco Passero (sez. di Roma 1)

 

NOTE. Ammoniti: 36’ La Ruffa (A), 40 ‘Moriconi (P), 48’ Tartgalione (A), 67’ Mancini (A), 75’ Filippi (A).

Espulso al 90’+2’ Moriconi per doppia ammonizione.

Al 48’ Gabriele Marini (P), respinge un calcio di rigore di Italiano (A).

Angoli: 1-5

Recupero: 0′ pt, 5′ st.

 

Promozione laziale, semifinale play-off

Domenica 2 giugno 2019, ore 11

Stadio ‘Superga’ di Ciampino

 

Dopo aver superato i quarti di finale eliminando Fiumicino e Formia con lo stesso identico risultato (2-0), Aranova Palestrina si trovano di fronte al ‘Superga’ di Ciampino per la semifinale play-off.

Bernardini conferma il 4-4-2 di sette giorni fa con Rosati e non Moretti al fianco di Italiano in avanti, mentre Di Loreto dall’altra parte sceglie lo stesso modulo con Busto a supporto di bomber Gallaccio.

Gara bloccata in avvio, col Palestrina che tiene maggiormente il possesso, e l’Aranova che aspetta e riparte. Il primo brivido è un calcio di punizione di Rossi per i rossoblù, ma il pallone termina a lato.

La risposta arancio-verde arriva al 17’, col destro da fuori di Gallaccio che sfiora soltanto il palo alla sinistra di Ceccucci.

Sul ribaltamento di fronte è ancora pericolosa l’Aranova, che prima conquista un calcio d’angolo sulla bella percussione di Rosati sventata da Marini, e poi va alla conclusione di testa con Petroni, che sul successivo tiro dalla bandierina non trova fortuna.

Il match non decolla e l’unica soluzione tentata dalle due squadre per sbloccare la situazione è il tiro da fuori. Al 32’ Turmalaj ci prova col destro dai 25 metri, ma il pallone termina alto.

Nel finale di prima frazione c’è spazio soltanto per una spizzata pericolosa del solito Gallaccio e per una bella uscita bassa di Marini su Italiano, poi Lupinski fischia due volte e manda le squadre al riposo sullo 0-0 dopo un primo tempo avaro di emozioni.

La ripresa si apre senza cambi, ma col botto: prima Italiano chiama Marini alla respinta coi pugni, poi un minuto dopo viene steso da Rossi in area e per Lupinski è calcio di rigore.

Dal dischetto però lo stesso numero 9 rossoblù si fa ipnotizzare da Marini, poi sulla respinta Filippi colpisce il palo e la mischia successiva si risolve con un fallo in attacco di Tartaglione sul portiere arancio-verde e il Palestrina che si salva.

La controffensiva della squadra di Di Loreto arriva al 61’, con il colpo di testa di Gallaccio che viene deviato in angolo da un riflesso strepitoso di Ceccucci coi piedi in controtempo.

Il gol è nell’aria e al 63’ a sbloccare la situazione è l’Aranova: Rosati scappa sulla destra e pesca Filippi in area; il numero 10 non stoppa benissimo col destro ma è più reattivo di Marini e di potenza sigla l’1-0.

A questo punto Di Loreto prova il tutto per tutto inserendo Compagnone per Tantari e la sua scelta viene ripagata al 73’: sul cross basso apparentemente innocuo di Busto, proprio il neontrato numero 19 compie un velo più o meno volontario che libera al tiro Gallaccio a tu per tu con Ceccucci per il pareggio del Palestrina.

L’Aranova accusa il colpo e all’81’ la rimonta del Palestrina è completa: Busto batte un angolo dalla sinistra, Gallaccio svetta sul primo palo anticipando tutti e di testa realizza l’1-2 che fa impazzire i tifosi arancio-verdi.

Nel finale il Palestrina gestisce senza affanni, nonostante l’espulsione al secondo minuto di recupero di Moriconi per doppia ammonizione dopo un fallo a metà campo, e strappa il pass per la finalissima di domenica prossima contro il sorprendente Pontinia che ha eliminato con un altro 2-0 la Polisportiva Monti Cimini nell’altra semifinale.

Per l’Aranova sconfitta a testa altissima e ripescaggio in Eccellenza se non certo, comunque altamente probabile dopo la finale per il terzo posto contro i gialloneri viterbesi.

 

Banner-trasmissione-Sport-In-Oro-2018-19

beppe viola banner ridotto

banner apple