Anzio e Aranova non si fanno male: al ‘Bruschini’ finisce 0-0 tra gli sbadigli

Riccardo Selvi 15 settembre 2019 Commenti disabilitati su Anzio e Aranova non si fanno male: al ‘Bruschini’ finisce 0-0 tra gli sbadigli
Anzio e Aranova non si fanno male: al ‘Bruschini’ finisce 0-0 tra gli sbadigli

Anzio-Aranova 0-0

Marcatori: –

 

ANZIO: Rizzaro, La Monaca, Lommi, Marino (dal 76′ Pangallo), Poltronetti (dal 70′ Pucino), Martinelli, Giordani (dall’89’ Florio), Visone, Camilli (dal 61′ Ludovisi), Prati, Nanni (dall’80’ Riitano).

A disp.: Trombetta, Andreoli, Floris, Riitano, Di Magno.

All.: Mario Guida.

 

ARANOVA: Ceccucci, Francaviglia, Monfreda, Tartaglione, De Maio, Pucci, La Ruffa, Savarino, Italiano (dal 67′ Mastromattei), Rossi (dall’87’ Rosati), Bussi.

A disp.: Rasicci, Rosalba, Franceschetti, Filippi, Pugliese, Gritta, Piano.

All.: Emiliano Bernardini.

 

Arbitro: Luca Mattacola (sez. di Frosinone)

Ass.: Emiliano Caretti (sez. di Roma 1) e Bruno Pellagatta (sez. di Roma 2)

NOTE. Ammoniti: 19′ Ceccucci (AR), 35′ De Maio (AR), 55′ Martinelli (AN), 71′ Guida (All. AN), 75′ Monfreda (AR), 86′ Visone (AN), 90′ Pangallo (AN), 90’+3′ Tartaglione (AR).

Angoli: 2-6.

Recupero: 1′ pt, 4′ st.

 

Eccellenza laziale (Girone A), 2ª giornata

Domenica 15 settembre 2019, ore 11

Stadio ‘Massimo Bruschini’ di Anzio 

 

Dopo il prezioso punto ottenuto all’esordio a Tivoli, l’Anzio ospita l’Aranova al ‘Bruschini’ nella seconda giornata di campionato del Girone A.

Guida recupera Camilli e lo lancia subito dal 1’ al fianco di Nanni con Prati a sostegno delle due punte, mentre Bernardini si affida all’esperienza e alla qualità di Bussi e Italiano nel suo classico 4-4-2.

Gara bloccata in avvio, con le squadre che si studiano nel primo quarto d’ora. Il primo episodio arriva al 19’, dopo due timidi tentativi di Camilli per i padroni di casa e di Savarino per gli ospiti, Ceccucci esce con le mani fuori dalla propria area su un lancio lungo dei portodanzesi, fermando un’azione pericolosissima.

Il direttore di gara fischia il calcio di punizione, ma estrae soltanto il giallo per il portiere rossoblù, tra le furenti proteste del pubblico. Sul successivo tentativo di trasformazione, Marino calcia alto.

Il match prosegue su ritmi non troppo alti e nel finale di prima frazione, a parte una girata centrale di Camilli e un tiro alto di Bussi, non c’è nulla da segnalare, con Mattacola che manda le squadre al riposo sullo 0-0.

La ripresa si apre senza cambi e con l’Anzio che prova a fare la partita, cercando di mettere all’angolo un Aranova che invece si difende con ordine e riparte bene in contropiede.

Al 57′ Italiano crea la prima vera occasione calciando debolmente però sul primo palo difeso da Rizzaro, al termine di una bella azione sulla sinistra.

I biancocelesti rispondono tre minuti più tardi con il contropiede guidato da Prati che serve tutto solo sulla destra Giordani; il numero 7 si accentra e calcia, ma svirgola con l’esterno e il pallone termina alto.

I ritmi non si alzano, complice il gran caldo e la paura di perdere di entrambe le squadre. I due allenatori provano a mischiare le carte inserendo Ludovisi Mastromattei rispettivamente per Camilli Italiano, entrambi sottotono, ma l’unico potenziale brivido è un cross velenoso di Francaviglia che termina sulla parte alta della rete.

Nel finale l’Aranova ci crede un po’ di più e colleziona una serie di tre calci d’angolo consecutivi, al terzo dei quali De Maio salta bene di testa ma spedisce alto, poi dopo una conclusione alta dal limite di Rosati, Mattacola fischia tre volte e chiude la contesa su un inevitabile 0-0.

Banner Sport in Oro