ANTEPRIMA FLAMINIA CIVITA CASTELLANA-AREZZO: LA PAROLA AI DUE TECNICI

redazione 8 novembre 2013 Commenti disabilitati su ANTEPRIMA FLAMINIA CIVITA CASTELLANA-AREZZO: LA PAROLA AI DUE TECNICI
ANTEPRIMA FLAMINIA CIVITA CASTELLANA-AREZZO: LA PAROLA AI DUE TECNICI

A quarantott’ore dalla sfida del “Madami”, che si preannuncia molto interessante, c’è grande ottimismo da parte di entrambi i tecnici che vivono un momento positivo con le loro squadre.

Rosolino Puccica (all.Flaminia Civita Castellana)puccica 2

La Flaminia Civita Castellana, dopo il pari esterno ottenuto al “Luzi” contro il Gualdo Casacastalda, ha conquistato il suo quarto risultato utile di fila…

“Non c’è dubbio che stiamo ottenendo ottimi risultati tra cui una vittoria e due pareggi interni contro squadre di vertice (Foligno e Pianese) che si giocheranno il titolo. Siamo una squadra organizzata che subisce poche reti ma segna poco… Il nostro campionato è in linea con i programmi iniziali della società e quindi, siamo soddisfatti. A parte la gara contro il Pontevecchio, dove non meritavamo di perdere, ci siamo sempre espressi bene. Nella gara giocata al “Luzi”, nel primo tempo, con il vento a favore, potevamo passare in vantaggio mentre nella ripresa, dopo la loro superiorità, abbiamo rischiato di fare il “colpaccio” con il palo di Polidori A. Abbiamo “tenuto testa” ad una squadra temibile come il Gualdo Casacastalda che non merita l’attuale classifica considerando il loro organico…”

Ed ora, siete attesi dalla grande sfida del “Madami” contro l’Arezzo…

“Affrontiamo sicuramente la squadra più forte in attacco del girone. Ha degli ottimi elementi in fase offensiva. Sulla “carta”, la partita non dovrebbe avere “storia” ma il calcio è imprevedibile… Nella nostra squadra, ci sono tanti giocatori che disputano per la prima volta il campionato di serie D. Dobbiamo essere aggressivi fin dall’inizio e bravi nelle ripartenze ma loro hanno tante soluzioni…”

Cosa teme dell’Arezzo?

“E’ una squadra di grandissima qualità. Inoltre, abbiamo acquistato Acanfora che è un giocatore esperto di trentasette anni. Il loro punto di forza forte è l’attacco dato che ottimi elementi tra cui Martinez e Doumbia. Inoltre, stiamo facendo grandi “sacrifici” dato che Gianluca Polidori, che solitamente gioca a centrocampo, si è adattato sia al ruolo di attaccante che al ruolo di terzino… L’Arezzo ha una difesa formata da soli “under” e quindi, dobbiamo approfittare di questa situazione per cercare di metterli in difficoltà… Sarà importante prima non prenderle e successivamente sfruttare le nostre occasioni da goal com’è già avvenuto con Pianese e Foligno…”

Avrete delle assenze?

“Al di là di Luca Puccica e Bricchetti che saranno assenti per squalifica, saremo al completo…”

Chi vincerà il titolo e come vede l’Ostia Mare?

“In prima fila, vedo bene Pistoiese ed Arezzo per la vittoria finale mentre un “gradino” sotto, ci sono Pianese e Foligno che possono lottare anche loro fino alla fine per il titolo… Per quanto riguarda i “play-off”, la Colligiana, nepromossa, ha tutte le “carte in regola” per accedervi insieme all’Ostia Mare che però ha una “quadratura” ancora da decifrare dato che gioca in contropiede mentre il gioco è ancora da trovare… Al “Madami”, non meritavamo di perdere contro di loro…”

Ci credete alla salvezza?

“Abbiamo una squadra nettamente inferiore rispetto all’anno scorso ma siamo partiti con questo gruppo fin dall’inizio. Il fatto di avere dei giovani di qualità è senz’altro un vantaggio rispetto alla scorsa stagione. In media, i nostri undici titolari hanno dai quaranta ai sessanta anni in meno rispetto alle altre squadre… Sarà un cammino lungo e difficile ma questo ci fa ben sperare… Sarà dura fino all’ultimo ma possiamo giocarci la salvezza…”

Davide Mezzanotti (all.Arezzo)mezzanotti

Avete ottenuto il quinto risultato utile consecutivo dopo il pari “amaro” del ” contro il Montemurlo…

“Abbiamo disputato una buona partita al “Comunale” contro il Montemurlo dove meritavamo di più. Al di là del “passo falso”, il nostro bilancio è positivo ed in ogni gara, cerchiamo sempre di fare “bottino pieno”… Sono molto soddisfatto della prova dei ragazzi che hanno provato a vincere la partita fino alla fine…”

E domenica, siete attesi dalla gara del “Madami” contro la Flaminia Civita Castellana…

“Affronteremo una buona squadra e dovremo giocare con il “coltello tra i denti”… Ha fermato al “Madami” Pianese e Foligno ed in questo momento è in forma. Dovremo fare una grande partita…”

Cosa teme della Flaminia Civita Castellana?

“E’ una squadra giovane che corre molto ma tutto l’organico è da temere… In attacco, hanno buoni elementi tra cui Alessandro Polidori. Conosco bene i loro giocatori ed inoltre, ha un tecnico molto preparato nella figura di “Lillo” Puccica. Il fatto di essere un gruppo giovane può essere un’arma in più per loro…”

L’Arezzo, rispetto alle altre squadre di tutti gli altri campionati, riposa il martedì anziché il lunedì. Come mai questa scelta?

“Assolutamente sì. Di comune accordo con il preparatore atletico Properzio Faraglia, con cui lavoro da quattro anni, i ragazzi che hanno giocato domenica svolgono una seduta defaticante il lunedì mentre chi non ha giocato disputa una “partitella”. In genere, il giovedì facciamo sempre un’amichevole con la Juniores Nazionale…”

Avrete delle assenze?

“Mancherà lo squalificato Carminucci oltre a Mencarelli e Cubillos che sono assenti da tanto tempo.”

Come vede la lotta al vertice?

“E’ ancora tutta da decidere. Penso che Pistoiese, Pianese, Foligno, Arezzo ed Ostia Mare possano giocarsi fino alla fine per la vittoria del campionato. Il raggruppamento è difficile e solo dopo il mercato di dicembre e la fine del girone d’andata, si avranno le idee più chiare sulle sorti del girone…”

Arezzo è una “piazza” importante del calcio italiano: i tifosi vi sono vicino?

“Direi di sì dato che al “Comunale”, c’è una buona presenza di pubblico. Ogni domenica, diamo “l’anima” ma dobbiamo migliorare sempre di più… Non c’è dubbio che i risultati portano entusiasmo tra i tifosi…”

Giorgio Attolico