Almas, arriva il giramondo Isoni: “Sono pronto per questa nuova sfida”

Matteo Lanzi 29 novembre 2019 Commenti disabilitati su Almas, arriva il giramondo Isoni: “Sono pronto per questa nuova sfida”
Almas, arriva il giramondo Isoni: “Sono pronto per questa nuova sfida”

A cura di Matteo Lanzi

Fresco di nomina alla guida dell’Under 19 Elite dell’Almas Roma, Mario Isoni ha voglia di rilanciarsi, tornando ad essere uno dei protagonisti assoluti del calcio nostrano dopo qualche esperienza, per così dire, “esotica”…

Lo scorso anno è stato impegnato alla guida dell’Alicante nella Tercera Division, la “Serie D spagnola”. Che esperienza è stata?

A livello sportivo è stata un’esperienza magnifica: ho preso la squadra quando era penultima ed abbiamo concluso al decimo posto. Anche a livello personale ho degli ottimi ricordi: la Spagna è fantastica, imparare la lingua non è stato difficile e ciò mi ha aiutato ad ambientarmi in fretta“.

Come si è arrivati a quest’accordo con l’Almas?

Ho avuto varie proposte, anche dalla Serie D piemontese e dall’Eccellenza toscana, ma poi, alla fine, nessuna di queste si è concretizzata. In seguito è arrivata la chiamata dell’Almas, che mi ha messo davanti una sfida importante, in un campionato che non ho mai affrontato. E per uno come me, sempre alla ricerca di nuovi stimoli, non ci poteva essere occasione migliore“.

In che condizione ha trovato la squadra?

Tecnicamente siamo un buon gruppo, ma soffriamo un po’ dal punto di vista tattico e soprattutto mentale. Il primo tasto da toccare è quello psicologico, cercando di infondere autostima e fiducia nei propri mezzi nella testa di ragazzi”.

Crede che quest’Almas abbia le carte in regola per centrare la salvezza oppure bisognerà intervenire nel mercato di riparazione?

E’ presto per dirlo, prima ho bisogno di vederli giocare. Sicuramente qualche elemento nuovo potrebbe tornare utile, sopratutto nel reparto difensivo“.

Cosa spera di imparare Isoni da quest’esperienza, anche in vista della carriera futura?

Vorrei lasciare un segno nella testa dei ragazzi ed apprendere da loro un qualcosa di positivo: c’è sempre da imparare, in ogni categoria, e tutto può tornare utile in futuro. Si sa, nel calcio nulla è da buttare: qualsiasi cosa, a tempo debito, può diventare un’arma in più a nostro favore“.

banner 4.0