TUTTOJUNIORES: PARLANO GLI ALLENATORI DELLE SEMIFINALISTE 2013

redazione 3 maggio 2013 Commenti disabilitati su TUTTOJUNIORES: PARLANO GLI ALLENATORI DELLE SEMIFINALISTE 2013

Alla vigilia del sabato pomerggio di gare che decideranno i risultati delle semifinali categoria Juniores Elite e chiuderanno anche il programma per i triangolari scudetto nella Juniores Nazionale, abbiamo intervistato alcuni personaggi chiave per ciascuna società impegnata nelle gare cruciali del 2013, per avere il polso della situazione su ognuna delle magnifiche sei (Fidene, Lupa Frascati nei nazionali, più Urbetevere, Vigor Perconti, Atletico 2000 e Nuova Tor Tre Teste che si sfideranno per comporre la finalissima del campionato regionale Elite di quest’anno, in programma l’8 maggio con sede ancora da stabilire)

A cura di Giovanni Crocè

 

JUNIORES ELITE: LE SEMIFINALI

URBETEVERE v VIGOR PERCONTI (campo Urbetevere ore 16, Via della Pisana 379)

guida

QUI URBETEVERE: Mister Davide Guida si prepara con tutta la sua truppa a sfidare i blaugrana di Bellinati e già plaude la scelta del Comitato Regionale di far disputare una semifinale, questa, alle ore 16, e un’altra, quella tra Atletico 2000 e Tor Tre Teste alle 18, perchè “è bellissimo che chi vuole e può, anche semplici appassionati, possano avere la libertà di spostarsi e  andare a conoscere di persona anche il nome dell’altra semifinalista, assistendo eventualmente ad entrambi i match”. Per quanto riguarda noi – racconta l’ex allenatore dell’Albalonga, 2siamo felici di essere qua a giocarci una semifinale che è la prima della storia dell’Urbetevere, quando invece il Ds Stazi e Il presidente Rapone mi avevano soltanto chiesto di mettere in mostra quanti più giovani di talento possibile per aprirci anche al calciomercato di Promozione, Eccellenza o Serie D. Dovevamo in sostanza disputare un campionato tranquillo e invece abbiamo vinto il girone, ma io non mi accontento mai neppure davanti ai campioni d’Italia della Vigor, perchè ho visto questo gruppo cementarsi e diventare forte come una vera famiglia e quindi chiedo ai miei la finale perchè possono farlo. Questo gruppo 1995 viene vissuto dagli addetti ai lavori, che spesso non hanno il coraggio di confermarlo, come una annata di “perdenti di talento” all’Urbetevere, perchè hanno perso sia la finale giovanissimi che quella regionale allievi. La nostra rabbia agonistica e la voglia di stupire tutti ci ha portato a fare il grande campionato che abbiamo fatto. Ora dobbiamo qualcosa a noi stessi e alla società. E’ la prima finale della mia breve storia di tecnico di calcio, da 4 anni che alleno, e voglio viverla al massimo, ho chiesto ai miei ragazzi di non mollare mai e se possibile provare a vincere entro i 90′ regolamentari, anche se è vero che possiamo andare in finale anche pareggiando dopo i supplementari”. Quali credo siano duelli interessanti? Di Bari della Vigor contro il nostro Troccoli credo rappresentino il meglio tra i numeri 10 della categoria, anche se Troccoli è il talento più fulgido e vero che ho avuto la fortuna di allenare e gli chiedo di caricarsi anche la squadra sulle spalle domani, così come Salini, bomber da 27 reti che chi sa di calcio non può non apprezzare. Un plauso commosso lo muovo a tutti, ma ad esempio uno come il nostro numero 7 della Costa D’Avorio, il classe 1994 Othaniel Bouagba, che a 18 anni è già da due lontanissimo dalla sua famiglia (proveniente quest’anno dalla serie B thailandese) merita la finale anche per i mille sacrifici che ha fatto come e più di noi e perchè ha un talento enorme, una grande mezzala, tanto che noi lo chiamiamo “Clarence” perchè ha lo stile e l’aspetto di Seedorf.

 

FRANCESCO BELLINATI

il tecnico della Juniores e degli Allievi Elite della Vigor Perconti Francesco Bellinati, classe 1974

QUI VIGOR PERCONTI: Mister Francesco Bellinati è voglioso di entrare subito in campo per “non sentire troppo il peso dell’attesa, anche perchè i miei ragazzi non hanno raccolto subito quanto meritavano, siamo andati sotto 0-2 col Futbol pur avendoli bombardati di tiri in porta e sono felice della reazione, ma ora subito sotto con l’Urbetevere e con un’approccio da subito migliore, perchè a noi il pareggio non basta assolutamente per passare in finale a causa del peggior piazzamento in stagione. Faccio i complimenti a Guida e a tutta l’Urbetevere perchè lavorano benissimo, ma spero di batterli. Abbiamo qualche acciaccato ma in queste partite tutti vogliono esserci e ci saranno, saremo in formazione tipo”. Anche io mi aspetto tanto da tutto il nostro attacco -rammenta Bellinati -, Piccolo, Minala e Di Bari. Anche se per quanto apprezzo e pretendo da Francesco (Di Bari) per me lui deve fare da subito una grande partita e dare l’esempio, quasi nessuno mi ha completamente soddisfatto nonostante la qualificazione e per i ragazzi non è un mistero che se sbagliamo tanto come con il Futbol nei primi 50 minuti, l’Urbetevere non ci grazierà un’altra volta. Sono contento, lasciatemelo dire, dell’apporto di Minala, perchè Joseph ha fatto comunque una annata massacrante essendo anche impegnato con i classe 1996, sempre con me con gli allievi Elite. Ho visto su di lui esprimere giudizi ingenerosi, voti bassi solo per il fatto di aver sbagliato un gol fatto con il Futbolclub ma lui ci aiuta a giocare in modo diverso e ha struttura, fisico, scatto, sta dando tutto giocando contro avversari mediamente 2 anni più grandi di lui, non carichiamolo di pressione eccessiva.

 

ATLETICO 2000 v NUOVA TOR TRE TESTE (Campo Catena “A” ore 18, via di Centocelle 100)

L'allenatore dell'Atletico 2000 Juniores Elite Daniele Boncori, condurrà il "sottomarino giallo" alla sua prima semifinale di categoria

L’allenatore dell’Atletico 2000 Juniores Elite Daniele Boncori, condurrà il “sottomarino giallo” alla sua prima semifinale di categoria

QUI ATLETICO 2000: Mister Daniele Boncori chiede ai suoi di giocare come al solito, cioè a mille all’ora e fare la partita con coraggio come al solito, “perchè i miei ragazzi, lo vedo dagli allenamenti, stanno bene sulle gambe come al solito, sono freschi e riposati e non abbiamo indisponibili ma temo la maggior abitudine a gestire le emozioni e preparare queste gare da dentro o fuori che la Tor Tre Teste ha nel suo Dna, per noi e per me è una prima assoluta”. Ci aiuta l’essere al completo e – seguita Boncori – poter anche pareggiare nei 120′ perchè abbiamo vinto il gruppo B ma se cerchiamo di chiuderci potremmo perdere sonoramente e lo sappiamo. Sono contento di affrontare la Tor Tre Teste perchè se li sfido vuol dire che siamo andati oltre le più rosee previsioni, non pensavo di essere in semifinale ad agosto quando ho letto le avversarie del nostro girone ma la geografia del calcio anche nel Lazio cambia e dà sempre nuove chances a chi lavora bene. Secondo me il nostro attacco nel 4-3-3 raccoglie molti vantaggi dal gioco corale della squadra e credo che da tempo alcuni ragazzi del 1994 o del 1995 che sono oggi in rosa siano un lusso per la categoria e a qualcuno ho pronosticato anche qualcosa in più della serie D, basta che qualche osservatore prenda coraggio e dia loro una chance. Mastrosanti è il nostro bomber e quel che più mi ricorda me quando giocavo centravanti, ma guai a lui se non spacca la porta appena se la troverà davanti, mi sono imbufalito con lui quando ha spedito sopra la traversa il pallonetto nella ultima sfida clou persa 1-2 al Catena contro la Vigor Perconti. Domani voglio il massimo in ogni aspetto, quindi anche il massimo della concretezza sottoporta.

Abbiamo avuto mille difficoltà – chiude Boncori – e solo vincendo almeno la finale regionale faremo capire a tutti gli scettici che non si tratta di casualità o fortuna perchè abbiamo valori importanti. Tra le mille problematiche c’è quella che avendo le tribunette del Catena inagibili da mesi per problemi burocratici, anche se sono pronte e posizionate davanti al campo, spesso è come se avessimo giocato fuori casa ma anche se ad oggi non so nulla di certo al riguardo, mi auguro che vengano sfruttate per le semifinali di domani pomeriggio perchè deve essere una festa e dobbiamo sentirci davvero “a casa nostra”, spero venga tanta gente a sostenerci.

 

Il tecnico della Juniores Elite della Nuova Tor Tre Teste Alessandro Di Nunno

Il tecnico della Juniores Elite della Nuova Tor Tre Teste Alessandro Di Nunno

QUI NUOVA TOR TRE TESTE: Mister Di Nunno vorrebbe parlare di altro riguardo alla partita e si complimenta con l’Atletico 2000, ma in realtà fa presente che “questa per me è una delle finali più difficili che ci siano mai capitate di preparare qua alla Tor Tre Teste, abbiamo ad oggi pomeriggio circa 6 calciatori che sono in fortissimo dubbio per poter giocare e credo che due, Zei e Lisi (i due terzini titolari) non riusciranno a recuperare per domani contro l’Atletico dai rispettivi guai muscolari. Già contro il Tor di Quinto potevamo uscire al 122′ quando Trincia ha calciato fuori il pallone della qualificazione per il Tor di Quinto e contro di loro, che ci hanno fatto sudare tanto, c’erano già in campo ben 4 ragazzi sotto età del 1996″. Vada come vada noi dobbiamo vincere perchè il pari non basta – prosegue Di Nunno – , ma comunque la tensione sarà alta, visto che io personalmente vengo già da una finale giovanissimi persa l’anno passato in quel di Ostia, e il Ladispoli non era meno “outsider” di quanto lo è oggi l’Atletico 2000 di Boncori, quindi massimo rispetto per l’avversario o rischiamo di scottarci. Abbiamo avuto la porta un po’ troppo ” girevole” quest’anno: siamo partiti con Ferronetti che ora gioca la semifinale ma in maglia Vigor, poi è arrivato Finocchioli dal Tor Sapienza, Diana e Piacentino ora sono infortunati ma contro il Tor di Quinto ho scelto di far giocare il classe 1996 Calvarese e credo che sarà riconfermato anche domani, perchè è giusto attingere anche al nostro vivaio allievi in casi estremi come questo. Bertoldi? Non so, oggi ha fatto fisioterapia e non sta bene a livello muscolare così come Santilli, il nostro stopper, che è andato anche in ospedale dopo il quarto di finale per una contusione alla testa, e anche Galati e De Bartolo hanno problemi muscolari che scioglierò forse solo a poche ore dalla partita.

 

JUNIORES NAZIONALI: FIDENE IN TRASFERTA AD ISCHIA, PARLA MISTER DI GIOVANNI (Ischia, Stadio Comunale Vincenzo Mazzella, Via Fondobasso, ore 16)

 

Mister Di Giovanni, dopo aver vinto contro la Sarnese all’esordio 3-1 al Salaria sport Village vuole fare il pieno anche a Ischia nell’ultima trasferta dei triangolari scudetto. Anche perchè, spiega il tecnico del fidene, “abbiamo Cobena Vargas squalificato, ma stavolta anche qualche elemento importante che giocherà scendendo dalla prima squadra, sicuramente Scippa e Fusaroli tra attacco e difesa, più qualche altro, perchè l’Ischia ha pure lei vinto eliminando la Sarnese per 1-2, quindi il pari con gol è pericoloso per noi. Conto che questi ragazzi rispettino la storia della società e anche il fatto di partire solo sabato mattina per Ischia non ci crei  troppi problemi logistici, possiamo farcela ad andare avanti”.

LUPA FRASCATI v RECANATESE, LE PAROLE DEL RESPONSABILE DEL SETTORE GIOVANILE MELCHIONNA (Frascati, Stadio 8 settembre, Viale 8 Settembre, ore 16)

Il responsabile del settore giovanile della lupa frascati Fabio Melchionna

Il responsabile del settore giovanile della lupa Frascati Fabio Melchionna

Fabio Melchionna, responsabile del settore giovanile della Lupa Frascati con un importante passato da allenatore anche con Urbetevere e Ostiamare (con cui ha vinto il titolo allievi Regionali con i classe 1990) parla della sfida che vedrà arrivare a frascati i marchigiani della Recanatese.” Noi, spiega Melchionna, dobbiamo vincere ancora più del Fidene nell’altro triangolare perchè in gara 1 abbiamo pareggiato 2-2 contro la Jesina e invece la Recanatese viene da noi avendo vinto 2-1 contro la stessa Jesina e può giocare anche per il pari, noi no. Ma contiamo di fare una grande partita come spesso ci capita nelle grandi occasioni. Purtroppo avremo l’assenza di Celli, terzino del 1994 che ha la febbre da giorni e avrebbe potuto darci una grossa mano sulla fascia destra mentre la stagione del nostro centravanti Bocci è finita anzitempo perchè si è infortunato gravemente alla spalla contro la Jesina subendo una sublussazione, lo sostituirà quasi certamente Pinori. Anche in porta al 99 per cento giocherà Matera al posto di Lorenzo Di Loreti perchè Di Loreti dovrebbe quasi sicuramente giocare nuovamente con la prima squadra a Sarno con la Serie D”.