VITERBESE “SCIPPATA” DALL’ARBITRO

redazione 27 gennaio 2013 Commenti disabilitati su VITERBESE “SCIPPATA” DALL’ARBITRO

La squadra di Farris è stata fermata sull’1-1 dal Deruta al “Rocchi” ma sul verdetto del campo, pesano tantissimo le decisioni del direttore di gara Panarese di Lecce che ha penalizzato tantissimo la Viterbese che avrebbe meritato la vittoria.

VITERBESE-DERUTA 1-1

Viterbese: Riommi,Bellacima (82’Ugolini), D’Ambrosio, Giannone, Fapperdue, Ibojo, Giacinti, Ciogli (55’Gnignera), Vegnaduzzo, Pero Nullo, Gubinelli (73’La Porta). A disp.:Ciampini, Rapino, Pollini. All.:Farris.

Deruta: Laloni, D’Avino, Erba, Bernicchi, Chinea, Fedeli, Ventanni (66’Antonelli), Pilleri, Porricelli, Bevilacqua (76’Rocchi), Tinca. A disp.:Mazzoni, Radi, Antonelli, Mercanti, Perna. All.:Mattoni.

Arbitro: Panarese di Lecce.

Ass.arb.li: Cipressa di Lecce e Vitiello di Torre del Greco.

Marcatori: 48’pt Bevilacqua (D) su rigore, 61’Giannone (V).

Note: Ammoniti:Bellacima (V), Ibojo (V), D’Avino (D), Erba (D), Bernicchi (D), Chinea (D), Porricelli (D), Bevilacqua (D) ed Antonelli (D). Calci d’angolo:10-0 per la Viterbese. Recupero:2’pt e 4’st. Presente in tribuna Angelo Deodati.

La Viterbese viene bloccata al “Rocchi” sull’1-1 dal Deruta ma la gara è stata sicuramente condizionata dalle decisioni del Sig.Panarese di Lecce che ha molto penalizzato la Viterbese. Il “team” di Farris si presenta con il solito modulo 4-3-3 con Vegnaduzzo Pero Nullo e Gubinelli in fase offensiva mentre gli umbri rispondono con un 4-4-2 con Porricelli e Bevilacqua in attacco. I padroni di casa, in maglia bianca, partono subito forte e dopo appena un minuto, vanno vicino al goal: Ibojo serve Gubinelli che conclude in diagonale dal versante destro ma la sua conclusione termina fuori di poco alla destra di Laloni. Due minuti dopo, risponde il Deruta, in maglia gialloblù, che si rende molto pericoloso: Ventanni serve in profondità Bevilacqua che si presenta solo davanti a Riommi ma il suo tocco morbido, sull’uscita del portiere, finisce fuori alla sua sinistra e la Viterbese si salva… La squadra di Farris preme ed al quarto d’ora va molto vicino all’1-0: sul calcio di punizione di Giannone, tra i migliori dei locali con Fapperdue e Gnignera, dopo la respinta della barriera, Giacinti serve dalla sinistra Pero Nullo che conclude da corta distanza con un tap-in” debole che non crea problemi a Laloni. Il forcing della Viterbese è continuo ma non ci sono grossi pericoli per il portiere umbro. Al 31′, i padroni di casa si rendono pericolosi: Vegnaduzzo serve Gubinelli che conclude dalla destra con un bel diagonale che viene respinto da Laloni e sulla respinta Giacinti conclude a “botta sicura” ma il pallone, dopo una deviazione, termina in angolo. Nel finale di tempo, in pieno recupero, succede di tutto con i gravi errori del Sig.Panarese di Lecce. Al 46′, Erba interviene in modo scomposto in area di rigore umbra su Gubinelli ma il direttore di gara lascia correre ed un minuto dopo, l’arbitro concede un rigore al Deruta per un intervento di Ibojo, nettamente sul pallone, su Bevilacqua tra le vibranti proteste in campo e sugli spalti. Dal dischetto, Bevilacqua realizza con il pallone che finisce in rete alla sua sinistra. Si va al riposo con il vantaggio del Deruta ed una Viterbese arrabbiatissima… All’inizio della ripresa, la squadra di Farris, un po’ stordita per il goal subìto, prova a reagire ma non è molto lucida in attacco. Al 16′, i padroni di casa pareggiano: sul calcio di punizione a due, Pero Nullo tocca per Giannone che insacca con un gran tiro dalla distanza che termina in rete sotto la traversa nel “sette” alla sinistra di Laloni. A questo punto, la Viterbese ci crede ed al 22′, va vicinissimo al 2-1: Gnignera, subentrato da poco a Ciogli, dopo un bel numero sul versante destro, effettua un bel cross per Gubinelli che colpisce di testa in tuffo ma Laloni si salva con un grande intervento. Il “team” di Farris insiste ed alla mezz’ora, l’arbitro Panarese di Lecce non vede un netto fallo di mano di Chinea su La Porta in area di rigore umbra tra le vibranti proteste sia in campo che in tribuna. Cinque minuti dopo, sul cross di Gnignera dalla destra, Vegnaduzzo, in giornata negativa, tenta il goal in rovesciata con il pallone che termina fuori alla destra del portiere ospite. Nel finale, la Viterbese accusa un po’ di stanchezza mentre la squadra di Mattoni tiene bene il campo. Al 40′, Bernicchi serve Pilleri che conclude a rete ma Riommi fa buona guardia e sventa la minaccia. Nel recupero, Rocchi, subentrato da poco a Bevilacqua, serve in contropiede Pilleri, tra i migliori degli ospiti con Bevilacqua, che manda alto di poco. Al triplice fischio di Panarese di Lecce, in pessima giornata, la Viterbese, che avrebbe meritato la vittoria e che ha raccolto l’ottavo risultato utile consecutivo con il terzo pareggio di fila, esce dal campo con tanta amarezza mentre il Deruta esulta per aver limitato i danni con il minimo sforzo conquistando il suo tredicesimo risultato utile consecutivo. La squadra di Farris, che ha molte difficoltà a vincere al “Rocchi” dove non vince oltre un mese, è ora distante sette punti dalla capolista Castel Rigone e quindi, da ora in poi, sarà importante, per i gialloblù di Farris, di “vivere alla giornata” con la possibilità, a fine stagione, di “centrare” i “play-off” che rappresentano l’obiettivo minimo prefissato dalla società ad inizio stagione…

Giorgio Attolico