TORNEO “ROMA CAPUT MUNDI”: FINALE ROMANIA-ITALIA

redazione 17 gennaio 2013 Commenti disabilitati su TORNEO “ROMA CAPUT MUNDI”: FINALE ROMANIA-ITALIA

Sarà Italia-Romania l’ultimo atto del “Roma Caput Mundi” che avrà luogo sabato 19 gennaio 2013 alle ore 10,00 all’ “Anco Marzio” di Ostia. Sono stati fatali alla Rappresentativa regionale del Lazio di Giannichedda i tiri dal dischetto… Ora gli azzurri, vincitori nel 2009 contro l’Inghilterra al “Flaminio”, proveranno a salire sul trono più alto del podio affrontando i Campioni uscenti della Romania nonché vincitori di tre titoli in sei edizioni.

VII TORNEO “ROMA CAPUT MUNDI”

GIRONE A

S.Marino-Cr Lazio 0-5

Inghilterra-Romania 0-5

Cr Lazio-Inghilterra 1-0

Romania-S.Marino 1-0

Romania-Cr Lazio 5-4 dcr (0-0)

S.Marino-Inghilterra 2-3 dcr (0-0)

Classifica: Romania 8, Cr Lazio 7, Inghilterra 2 , S.Marino 1

GIRONE B

Italia Lnd-Grecia 1-0

Albania-Russia 0-1

Albania-Italia Lnd 7-8 dcr (1-1)

Grecia-Russia 0-2

Russia-Italia Lnd 0-4

Grecia-Albania 0-2

Classifica: Italia 8, Russia 6, Albania 4, Grecia 0

FINALE: 19/1/2o13 ore 10,00: Romania-Italia (Campo “Anco Marzio”- Ostia)

RUSSIA-ITALIA LND 0-4

Russia: Shutov, Selezov (41’Volodin), Britaev, Kunduev, Shakirov, Barmoktin (27’Vakhitov), Galyamov (69’Trubnikov),  Lukin, Goncharov, Ilyenko (33’Pavliuk), Shestak (41’Karpuskin). A disp.: Semenko, Pattsev. Ct: Makarov.

Italia: Medioli (61’Berti), Barbieri, Tuniz, Ladu (65’Santandrea), Crocchianti, Carminucci (61’Boni), Torelli, Bongermino (67’Boschi), Lima, Galelli (70’Bottino), Saba. A disp.: Angelucci.

Arbitro: Ragone di Ciampino.

Ass.arb.li: Civitenga e De Angeli di Roma .

Marcatori: 27’Ladu (I), 49’Bongermino (I), 55’Galelli (I), 68’Saba (I).

Note: Gara giocata con due tempi da quaranta minuti. Ammoniti: Carminucci (I), Torelli (I), Lima (I) e Britaev (R). Calci d’angolo: 9-0 per l’Italia. Recupero: 1’pt e 3’st.  Temperatura rigida. Prima dell’inizio della partita, l’Assessore allo Sport del Comune di Artena, Dino Talone, ha consegnato una “targa-ricordo” ai Capitani delle due Nazionali.

L’Italia di Magrini approda in finale del “Roma Caput Mundi” con un “poker” di reti contro la Russia dopo una partita perfetta giocata dagli azzurri che sono cresciuti alla distanza. Si gioca al “Comunale” di Artena e dirige l’incontro Ragone di Ciampino, buona la sua direzione. Nella prima frazione di gioco, la Rusaia, a cui bastava il pareggio per accedere alla finale, parte subito forte ed al’10’, è molto pericolosa: Britaev, tra i migliori dei suoi con Lukin, s’invola sulla destra ed effettua un assist per Ilyenko che conclude a porta praticamente vuota dopo che la palla ha attraversato tutta l’area di rigore ma Medioli, con un balzo “felino” riesce a sventare la minaccia e riesce a salvare un goal praticamente fatto… Dopo lo scampato pericolo, l’Italia di Magrini reagisce ed al 16′ si fa vedere con un rasoterra insidioso di Galelli, tra i migliori in campo con Bongermino, Ladu, Medioli, Crocchianti, Barbieri e Saba, ma Shutov si rifugia in angolo alla sua destra. Gli azzurri crescono ed al 23′, su angolo dal versante sinistro di Capitan Torelli, Carminucci fa da sponda di testa per Galelli ma il suo “tap-in” sfiora il palo alla sinistra di Shutov e la Russia si salva… E’ il preludio al goal che arriva quattro minuti dopo: Ladu serve dalla sinistra a centro area Galelli che non trova la giusta coordinazione e sulla ribattuta Ladu, che ha seguito bene l’azione insacca con un bel tiro da buona posizione che batte inesorabilmente Shutov. E’ il goal dell’1-0 con cui si chiude il primo tempo. Nella ripresa, l’Italia preme fin dall’inizio mentre i russi calano d’intenità. Al 9′, arriva il raddoppio del “team” di Magrini: Galelli effettua un cross dal versante destro per Bongermino che infila di testa sull’uscita di Shutov il goal del 2-0 che chiude la partita e la qualificazione alla finale. Per l’attaccante azzurro, è il secondo goal al “Roma Caput Mundi”. Sotto di due reti, la Russia si smarrisce mentre l’Italia “dilaga” in contropiede: al quarto d’ora, arriva il “tris” dell’Italia: Bongermino lancia in contropiede Galelli che realizza sull’uscita del portiere russo. L’Italia di Magrini ha ampie praterie ed al 28′ arriva il “poker”: Crocchianti lancia Saba che approfitta di un’errata uscita di Shutov ed infila a porta vuota. Nel finale, in pieno recupero,  per poco, non arriva la “cinquina” per gli azzurri: Boschi s’invola sul versante sinistro e conclude a rete in diagonale ma la sua conclusione finisce fuori di “un soffio” alla sinistra dell’estremo difensore russo… Al fischio finale di Ragone, è festa grande per l’Italia di Magrini che conquista la sua seconda finale al “Roma Caput Mundi” dopo quella del 2009 in cui vinse il suo primo trofeo in finale al “Flaminio” contro l’Inghilterra con il “sigillo” di Provaroni. Ora, gli azzurri sfideranno sabato 19 gennaio alle ore 10,00 all’ “Anco Marzio” di Ostia i detentori del titolo, la Romania, che ha eliminato solo ai calci di rigore la Rappresentativa del Cr Lazio di Giannichedda. Per i rumeni, vincitori di ben tre edizioni su sei del “Roma Caput Mundi”, c’è ora la finale con l’Italia di Magrini che cerca il “bis” dopo il titolo vinto da Polverelli quattro anni fa…

Giorgio Attolico