Serie D Girone G, la Top 11 della 32^ giornata

Alessandro Bastianelli 23 aprile 2018 Commenti disabilitati su Serie D Girone G, la Top 11 della 32^ giornata

Pompei Top 11

Ritorna l’appuntamento con la nostra Top 11, redatta da Alessandro Bastianelli.

Le regole sono semplici: si scelgono i quattro under e, sopratutto, un criterio che possa comporre una formazione realmente competitiva anche nella realtà. Il modulo scelto riflette le idee del tecnico inserito in Top 11. D’altronde, non siamo mica al Fantacalcio.

Giornata di verdettini, la trentaduesima. Non è arrivato quello più atteso, ma alcuni dati definitivi sono emersi nel corso degli ultimi 90′ del campionato, quelli andati in scena domenica pomeriggio.

Salvatori (Monterosi)

Salvatori (Monterosi)

Il Rieti è a un passo dalla Serie C, la vittoria a Budoni permette il nuovo allungo alla squadra di Parlato, ora a +6 sull’Albalonga che, a Fregene, ottiene il quinto pareggio nelle ultime sei. Ad Ostia, domenica prossima, potrebbe arrivare già la promozione in C con una settimana di anticipo.

L’Atletico e il Trastevere, nel mentre, danno certezza matematica al proprio play off, anche se gli amaranto ora possono ambire anche giocarlo in casa, tentando un sorpasso sull’Atletico. Male il Latina contro gli amaranto, sconfitta 3 – 0, mentre a destra della classifica i primi verdetti vedono il Monterosi salvarsi, il San Teodoro retrocedere e il Tortolì e l’Anzio aggrappate a un solo punto (e agli errori degli altri) per poter sperare di fare un play out.

La Top 11 settimanale verterà intorno a un 4-3-1-2.

Marco Sfanò

Marco Sfanò

In porta ci va non un numero uno, ma un dodicesimo: premiamo Galluccio (’97) per la sua concentrazione e capacità di interpretare la partita. Il ’97 dell’Albalonga entra in porta al posto di Frasca a Fregene, permettendo l’inserimento di un “grande” davanti, negando due volte a Nanni la via del gol, fermando l’Atletico con una spettacolare parata con la mano di richiamo.

Il terzino destro scelto ha giocato solo un quarto d’ora, ma probabilmente saranno stati fra i 15 minuti più importanti della sua breve carriera. Tupponi (’98) entra in campo e serve a Compagno un gran pallone per il 3 – 2 con cui la Nuorese batte l’Ostiamare, prendendo tre punti esiziali per la rincorsa play out.

Centrali di difesa Sfanò del Trastevere, che difende con ordine e imposta alla grande contro il Latina, e Salvatori del Monterosi. Oltre a concedere poco, si prende la soddisfazione del gol (il terzo stagionale)nel 4 – 1 del Monterosi contro uno spento Cassino.

Andrea Casimirri Att. Aprilia

Andrea Casimirri Att. Aprilia

Sulla sinistra polmoni e cuore. Preciso nell’inserimento che vale il provvisorio 1 – 0, Pompei immortala il momento romantico della domenica andando a baciare la fidanzata sotto il settore, all’apice di un primo tempo straordinario condotto dal trentunenne fedelissimo di Scudieri.

Nel centrocampo a tre spicca la grandissima prestazione di Alessio Fatati. Dopo la domenica in tribuna, torna in campo e aggredisce la partita con tanta qualità e con una cavalcata di 30 metri che, con annesso diagonale vincente, vale il colpo di grazia del Trastevere al suo Latina.

Intermedio a sinistra Matteo Pirazzi (’98) che si prende la prima gioia in Serie D con la maglia dell’Anzio, siglando il gran sinistro al volo del provvisorio 1 -1 con il Sassari, l’altro centrocampista intermedio è Demontis del Lanusei. Sempre più leader degli ogliastrini, questo fantastico giocatore illumina con la sua classe il derby dell’Ogliastra spedendo all’inferno il Tortolì, ormai condannato all’Eccellenza.

Svidercoschi, Lupa Roma

Svidercoschi, Lupa Roma

Attacco tutta classe e fantasia. Maglia numero 10 per Andrea Casimirri, un diavolo incontenibile contro il Flaminia. Mata praticamente da solo i civitonici, propiziando il 2 – 1 dell’Aprilia con un gran gol al volo e tante occasioni, accontentandosi due volte del montante.

L’ultimo under è Svidercoschi (’99), autore di una doppietta splendida contro il San Teodoro, sublimando un primo tempo spaziale del gioiellino della Lupa Roma, destinato ad altre categorie.

Scotto e Luciani, Rieti

Scotto e Luciani, Rieti

Accanto a lui torna decisivo Gigi Scotto: dopo tanti problemi fisici, arriva finalmente il 14° sigillo stagionale. Quello più importante dell’anno, perché permette alla sua Rieti di espugnare Budoni e di avviarsi verso la Serie C.

A guidare la nostra Top 11 proprio il condottiero del Rieti: Parlato è stato fine maestro zen, psicologo ed anche padre in settimana con i suoi ragazzi, rintuzzandoli e tenendoli concentrati e tranquilli in vista della gara vinta poi a Budoni. La C che il Rieti sta andando a prendersi è soprattutto merito suo.

 

top 11 32^ giornata

Top 11 Sportinoro, allenatore: Carmine Parlato (Rieti).

Formazione (4-3-1-2): 1 Galluccio (’97 Albalonga); 2 Tupponi (’98 Nuorese) 5 Sfanò (Trastevere) 6 Salvatori (Monterosi) 3 Pompei (SFF Atletico); 8 Demontis (Lanusei) 4 Fatati (Trastevere) 7 Pirazzi (’98 Anzio); 10 Casimirri (Aprilia); 9 Scotto (Rieti) 11 Svidercoschi (’99 Lupa Roma).

Banner