Serie D Girone G, la Top 11 della 30^ giornata

Alessandro Bastianelli 10 aprile 2018 Commenti disabilitati su Serie D Girone G, la Top 11 della 30^ giornata

D'Andrea SFF Atletico Top 11

Ritorna l’appuntamento con la nostra Top 11, redatta da Alessandro Bastianelli.

Le regole sono semplici: si scelgono i quattro under e, sopratutto, un criterio che possa comporre una formazione realmente competitiva anche nella realtà. Il modulo scelto riflette le idee del tecnico inserito in Top 11. D’altronde, non siamo mica al Fantacalcio.

Risultati importanti sia in zona play off che nella trincea salvezza, nel quint’ultimo turno di campionato della Serie D.

Gianmarco Carta, Flaminia

Gianmarco Carta, Flaminia

La Nuorese strappa un ottimo pareggio contro il Rieti, che da par suo recrimina per un po’ di sfortuna, avendo colpito un legno con Marcheggiani. L’Albalonga ne ha approfittato per fare un piccolo passo verso il primo posto, che ora dista cinque punti, anche se il fattore tempo (mancano solo quattro giornate) resta l’arma migliore a favore dei reatini, che ad oggi restano i favoritissimi per conquistare la Serie C. In zona play off, sorride solo lo SFF Atletico, tornato ad una vittoria convincente contro il Flaminia mentre Trastevere e Latina cadevano sotto i colpi di Cassino e Lanusei.

E’ una Top 11 però molto attenta alle prestazioni dei giocatori nella parte destra della classifica, ve ne sono infatti ben otto nella selezione di questa settimana. Andiamo a scoprirli partendo dal modulo, un 442 classico che fa dell’organizzazione difensiva la propria forza.

Fra i pali, c’è “un portiere che vale 25 gol all’anno” : con queste parole mister Graziani ha definito il suo Cosimo La Gorga, alla terza convocazione in Top 11 stagionale. Il 23enne portiere cresciuto nel Varese, con cui ha giocato anche in B, ha diretto la gara contro il Latina sui binari del Lanusei, parando un rigore al 10′ del primo tempo sullo 0 – 0 e dando una grossa sferzata psicologica al match poi vinto 4 – 0 dagli ogliastrini.

Pietro Ladu, Lanusei

Pietro Ladu, Lanusei

La difesa si apre con un altro sardo, grandissima prestazione di Goh (’97): il centrocampista della Nuorese, adattato terzino destro contro il Rieti, ha marcato a uomo Scotto effettuando alcune chiusure provvidenziali su di lui, aiutando i suoi ad ottenere un prezioso pareggio.

Centrali di difesa Maraucci, andato in gol contro il Trastevere nel successo del suo Cassino, e Francesco Montella dell’Aprilia: l’ex Campioni – il Sogno è una certezza delle Rondinelle, e da centrale di difesa ha giocato una gara d’autorevolezza contro il Sassari Latte Dolce, aiutando i suoi a conquistare il nono clean sheet della stagione.

Sulla fascia sinistra della difesa mettiamo uno fra i migliori della sfida del Paglialunga, Gianmarco Carta, splendido terzino del Flaminia e degno di tutt’altra categoria. Fase difensiva perfetta, spinta costante sulla sinistra e tanta, tantissima qualità e tecnica individuale al servizio dei civitonici, che da una sua idea guadagnano anche il corner da cui arriva il gol di Ingretolli.

Costantini MonterosiNel centrocampo a quattro, esterni con il piede invertito: a destra il man of the match di Anzio – Tortolì, Giacomo La Terra (’97), che trova un gol decisivo per continuare a sperare nel play out, giovandosi di una deviazione. Dall’altra parte, la velocità e a freschezza di Cissè (’99) dell’Albalonga, arrivato al secondo gol in biancoceleste dopo quello dell’esordio contro l’Ostiamare.

In zona nevralgica il fosforo e l’esperienza di Andrea Costantini: il senatore del Monterosi trova un altro gol, dopo quello di Budoni, che punisce la sua ex squadra Ostiamare e regala ai viterbesi una vittoria salvezza fondamentale, che porta tranquillità al Martoni. Accanto a lui uno degli uomini simbolo del Lanusei, Pietro Ladu, autore di una gara fantastica contro il Latina, matato a suon di gol e assist (ben due).

Mancano due under per completare la formazione, e li troviamo meritatamente inseriti in attacco.montellaa

Il primo è un altro dei protagonisti della nostra Top 11, quell’interessantissimo Odianose  (’98) che con la maglia del Budoni sta facendo grandi numeri, arrivando al settimo decisivo centro (contro la Lupa Roma) stagionale.

Accanto a lui, Pippo D’Andrea (in copertina) dello SFF Atletico: il classe ’98 entra in campo alla mezz’ora del primo tempo e si scatena nella ripresa, dando a Rizzi la palla del vantaggio e siglando in prima persona il 2 – 0. Un under giovane e di qualità che si sta distinguendo in mezzo ad un attacco di grandi giocatori.

Il 442 della Top 11 è disegnato attorno ai risultati ottenuti negli ultimi turni da Marco Savini, l’allenatore del Monterosi ha fatto 7 punti nelle ultime 3 partite, portando i suoi ad un margine rassicurante sul play out, che ad oggi non si disputerebbe per via dei 12 punti di distacco del Monterosi rispetto al Tortolì.

Top 11 30^ giornata

Top 11 Sportinoro, allenatore: Marco Savini (Monterosi).

Formazione (4-4-2): 1 La Gorga (Lanusei); 2 Goh (’97 Nuorese), 6 Maraucci (Cassino) 5 Paolacci (Albalonga) 3 Carta (Flaminia); 7 La Terra (’97 Anzio) 4 Costantini (Monterosi) 10 Ladu (Lanusei) 8 Cissè (’99 Albalonga); 11 Odianose (’98 Budoni) 9 D’Andrea (’98 SFF Atletico)