SERIE D, GIRONE F: LA SAMB TENTA LA FUGA. GIRONE E: NELLA TUSCIA SPLENDE IL SOLE: VINCONO VITERBESE E FLAMINIA

alfredo 4 febbraio 2013 Commenti disabilitati su SERIE D, GIRONE F: LA SAMB TENTA LA FUGA. GIRONE E: NELLA TUSCIA SPLENDE IL SOLE: VINCONO VITERBESE E FLAMINIA
SERIE D, GIRONE F: LA SAMB TENTA LA FUGA. GIRONE E: NELLA TUSCIA SPLENDE IL SOLE: VINCONO VITERBESE E FLAMINIA

Prove di fuga per la Sambenedettese. La squadra di Palladini, dopo la sconfitta di Città Sant’Angelo, si riscatta contro l’Olympia Agnonese, che si ferma dopo sette risultati utili consecutivi. Il poker di ieri permette ai rivieraschi di allungare sul San Cesareo, fermato sullo 0-0 dall’Isernia. Quattro sono le reti messe a segno anche dalla Maceratese. Arcolai, la doppietta di Piegallini e un gran gol di Orta stendono il Città di Marino, incapace di reagire sotto i colpi della corazzata biancorossa. La formazione di Di Fabio accorcia dal San Cesareo e guarda sempre con un certo ottimismo alla vetta, distante solo quattro lunghezze. Bel colpo dell’Ancona a Termoli anche se la classifica dei dorici resta virtuale. I punti conquistati sul campo dalla squadra di Favo sono 41 (a -6 dalla vetta), ma quelli reali, a oggi, sono 38 (gli stessi del Termoli). La vittoria sulla Vis Pesaro verrà infatti molto probabilmente tramutata in una sconfitta per 0-3 a tavolino dopo il “caso Bellucci”, senza considerare gli ulteriori punti di penalizzazione che potrebbero essere comminati ai biancorossi. Con i tre punti in più che potrebbe strappare all’Ancona la Vis Pesaro salirebbe a quota 39, quindi nei play-off, in virtù anche del successo casalingo per 2-0 sul San Nicolò (in rete Rossini e Cremona). L’altro 0-0 di giornata è quello tra Fidene e Jesina mentre la Recanatese, priva di molti titolari, riesce a superare l’Astrea e ad abbandonare l’ultimo posto, dove troviamo appaiate a 15 punti Città di Marino e San Nicolò. A Recanati a decidere sono Latini e Garcia. Pentassuglia per i ministeriali cerca di riaprire i giochi, ma alla squadra di Giuseppe Ferazzoli, che mercoledì a “Casal del Marmo” recupererà la gara col Marino, la rimonta non riuscirà. In fondo alla classifica colpo dell’Angolana che espugna il Comunale di Scoppito e inguaia l’Amiternina mentre Civitanovese e Celano si spartiscono la posta (1-1). Vincere e vivere una settimana diversa dalle ultime. È quello che è capitato alla Flaminia Civitacastellana che ritrova finalmente il sorriso battendo in casa il Sansepolcro, che sciupa la possibilità di scavalcare in testa alla classifica del girone E il Castel Rigone, la cui partita nel derby con lo Sporting Terni era stata rinviata per neve. I civitonici di Puccica non sono più ultimi da soli. Raggiunto il Todi, sconfitto dalla Viterbese, al termine di una partita rocambolesca, vinta per 3-4 dai gialloblù di Farris, tornati nuovamente in corsa per il secondo posto.         

Piero Zomegnan