Real Giulianova-UniPomezia, domani il ritorno dei Quarti di Finale di Coppa Italia: Focus sulle qualità e sulla voglia di riscatto degli abruzzesi

Andrea Dirix 3 aprile 2018 Commenti disabilitati su Real Giulianova-UniPomezia, domani il ritorno dei Quarti di Finale di Coppa Italia: Focus sulle qualità e sulla voglia di riscatto degli abruzzesi
Real Giulianova-UniPomezia, domani il ritorno dei Quarti di Finale di Coppa Italia: Focus sulle qualità e sulla voglia di riscatto degli abruzzesi

A quattro giornate dal termine del suo campionato e con un bagaglio di dodici punti di distacco rispetto al Chieti secondo in classifica, il Real Giulianova si accinge oramai a festeggiare in grande stile l’atteso ritorno in Serie D.

A Cupello, dove gli uomini di Attilio Piccioni si recheranno domenica prossima accompagnati dal consueto, straripante, flusso d’amore dei propri tifosi, sarà sufficiente una vittoria per rendere del tutto insignificante il contemporaneo risultato dei neroverdi teatini attesi dalla trasferta sul campo della Torrese.

Dettagli.

Ormai la gioia in casa giallorossa è pronta ad esplodere da tempo, seminando qua e là il pulviscolo delle sofferenze patite negli ultimi anni.

Il Real Giulianova è infatti erede di una straordinaria tradizione calcistica a livello nazionale, culminata in venticinque partecipazioni a campionati di Serie C e nel lancio di innumerevoli atleti che in oltre novant’anni di storia hanno innervato con il loro talento compagini di categorie superiori.

Le ultime stagioni hanno però condotto la società a vivere l’amarezza di due fallimenti dai quali si sta risollevando grazie all’opera di Luciano Bartolini, una sorta di Roberto Di Paolo abruzzese quanto ad allori conquistati alla guida di più club, e del suo staff.

Rinata dalle ceneri dell’ultimo scossone, quello dell’estate 2016, si è ripartiti da una fusione con il Castellalto e da una stagione in Promozione che si è conclusa con una cavalcata trionfale nel locale Girone A e con la contestuale vittoria nella Coppa di categoria.

tifosi real giulianova

Successi che hanno contribuito a far impennare nuovamente il termometro della passione dei tifosi giuliesi e che nell’attuale stagione si replicheranno visto che per il secondo double consecutivo è solo questione di tempo.

Del girone unico abruzzese abbiamo già accennato: il Real Giulianova ha afferrato il comando della classifica in occasione della nona giornata d’andata e da quel dì in avanti non lo ha più lasciato, scavando settimana dopo settimana un divario tra sé e le altre che nessuno è stato in grado di colmare.

I giallorossi hanno dominato in lungo e in largo.

Lo certificano i numeri che attribuscono alla squadra di Piccioni l’attacco più prolifico e la difesa meno perforata del loro torneo.

Sotto il profilo realizzativo gli spauracchi hanno un nome ed un cognome ben precisi: quelli di Romano Tozzi Borsoi, eterno centravanti classe 1979 che dopo una splendida carriera tra i professionisti, da due anni impreziosisce la prima linea giallorossa, e di Francesco Di Paolo, ex Terracina, già a segno in diciotto occasioni nel corso del campionato.

I due attaccanti di origine capitolina, assenti in occasione della gara d’andata in via Varrone, domani rappresenteranno il pericolo incombente per l’UniPomezia.

del grosso real giulianova

A guidare il tentativo di riscossa del Real Giulianova non mancherà ovviamente capitan Federico Del Grosso, giuliese d.o.c. e fratello gemello di quel Cristiano che dopo anni di onorata militanza tra Cagliari, Siena e Bergamo attualmente è in forza al Venezia.

Lo 0-3 patito quindici giorni fa per mano di un Gian Piero Tozzi e compagni è stato mal digerito dai giallorossi che domani faranno di tutto per riaprire il discorso-qualificazione.

Alla squadra di Claudio Solimina occorrerà dunque una prestazione di grande spessore e concentrazione per gestire al meglio novanta minuti che si preannunciano al calor bianco.

Chi avrà la meglio staccherà il pass per la semifinale contro la vincente di Vigor Trani-Licata.

L’arbitro sarà il torinese Edoardo Papale, coadiuvato nell’opera dagli anconitani Voytyuk e Santarelli.

Fischio d’inizio al Rubens Fadini alle ore 15 di domani mercoledì 4 aprile.

 

 

Banner