Pro Roma, Fiorini lancia la volata finale: “Calendario complicato, ma superando questi esami il primo posto sarà alla nostra portata”

Roberto Matrisciano 8 marzo 2018 Commenti disabilitati su Pro Roma, Fiorini lancia la volata finale: “Calendario complicato, ma superando questi esami il primo posto sarà alla nostra portata”
Pro Roma, Fiorini lancia la volata finale: “Calendario complicato, ma superando questi esami il primo posto sarà alla nostra portata”
Promozione Girone B

Due punti dalla prima, ma un calendario terribile all’orizzonte, il Pro Roma di Damiani è pronto a giocarsi le sue chance per la lotta al primo posto. Gli assist di Alfonsi e i gol di Fiorini, con tanto altro intorno, ora assumeranno un peso ancora più grande in questo rush finale.

 

Ai microfoni di Sport in Oro è intervenuto proprio il grande acquisto di Gennaio, quel Lorenzo Fiorini assoluto protagonista di questa seconda parte di stagione dei romani con 12 reti all’attivo.Lorenzo, questa sosta forzata pensi possa rappresentare un problema, oppure èutile a recuperare un po di forze?

“A parte la sconfitta con il S.Angelo Romano, eravamo reduci da un periodo positivo e dopo un successo roboante come il nostro sul Cantalupo è fastidioso fermarsi, perché poi ripartire non è mai facile.

Diciamo che non abbiamo accolto in maniera positiva questa sosta, ma la voglia di rimettersi subito in moto è tanta e non ci faremo condizionare da questo stop”.

Domenica sarete ospiti del Vicovaro, che ieri ha giocato e perso la Semifinale d’andata con il Montalto.

Che sfida ti aspetti?

“Speriamo che accusino un po di fatica, visto anche il campo pesante su cui hanno giocato.

Sarà comunque molto dura andare a vincere in casa loro, perché hanno dimostrato di essere una squadra molto forte sotto tanti punti di vista.

Queste però sono le gare in cui dovremmo farci trovare pronti perché determineranno il campionato”.

Nelle prossime cinque gare affronterete in trasferta Vicovaro, Villalba e Fiano Romano, le vostre più dirette rivali.

All’andata queste gare rappresentarono il momento più difficile per la squadra, che riusci a totalizzare solo due punti in tre partite.

Pensi si possa decidere qui la stagione?

” Si, tutti questi scontri diretti ci diranno dove possiamo arrivare, ma questo vale anche per le altre.

È vero, abbiamo un calendario duro, ma se dovessimo passare a pieni voti questi esami il primo posto sarà alla nostra portata”.

Il Pro Roma attuale è più forte rispetto a quello della prima parte? 

Vale la prima posizione?

“Non saprei dirti con precisione, perché io sono arrivato a Gennaio.

Prima c’era un attaccante forte come Momo Accrachi e la squadra era comunque nelle prime posizioni.

Di sicuro questa è una rosa competitiva in tutti i ruoli, lo dimostra il fatto che prima dell’ ultimo k.o., la squadra non perdeva da tantissimo tempo.

Io penso che possiamo e dobbiamo ambire al primato in classifica, forse il Villalba è più attrezzato, ma qui la società ha grandi ambizioni e noi non ci tireremo indietro”.

Cosa ti ha spinto a scendere di categoria?

“Dopo l’esperienza in Serie D con il Trastevere, a Civitavecchia le cose non sono andate bene per via di alcuni problemi fisici.

In quelle condizioni non è stato semplice rimanere, ed a Gennaio ho deciso di accettare la corte del Pro Roma, che ha dimostrato di volermi fortemente”.

Nel mercato invernale è arrivato anche un certo Maurizio Alfonsi.

Cosa si prova a giocare con un grande del nostro calcio regionale e non solo, come “Magic Box”?

“Con Maurizio c’è anche un alfonsi racing clubrapporto di amicizia fuori dal campo e questo mi ha aiutato molto anche sulle prestazioni in campo.

Mi da tanti consigli sui movimenti da fare e tutto diventa più semplice.

Giocare con lui è un onore, è un maestro nel mandarti in porta e farti fare gol”.

Il Pro Roma può volare definitivamente sull’asse Alfonsi – Fiorini?

“Stiamo facendo bene entrambi, ma non dimentichiamo del grande lavoro che li davanti fanno Corigliano, Stefanelli, Luzi.

Sarebbe ingiusto non tenerne conto vista la loro importanza nel nostro scacchiere.

È un complesso che funziona bene, dobbiamo continuare su questo passo”.

Banner