Il Pomezia si scopre bellissimo nel derby: Tajarol annichilisce il Team Nuova Florida

Andrea Dirix 11 marzo 2018 Commenti disabilitati su Il Pomezia si scopre bellissimo nel derby: Tajarol annichilisce il Team Nuova Florida
Il Pomezia si scopre bellissimo nel derby: Tajarol annichilisce il Team Nuova Florida

Il miglior Pomezia dell’anno travolge il Team Nuova Florida ben al di là del 2-0 maturato nel corso del match e vendica la brutta sconfitta patita al Mazzucchi quattro mesi fa.

La squadra di Bussone ha ceduto di schianto al Comunale, manifestando anche un preoccupante eccesso di nervosismo.

I biancorossi, alla terza sconfitta in campo esterno consecutiva, sono stati messi sotto fin dalle prime battute dalla squadra di Bussi e Gagliarducci che, cosciente di non avere altri risultati a disposizione rispetto alla vittoria, ha avuto un approccio tarantolato al match.

Dopo neppure cinque minuti i padroni di casa hanno bussato con veemenza dalle parti di Giordani, bravo a salvare su Scacchetti e fortunato quando sul susseguente corner di Gamboni, Di Ventura coglieva la traversa e Morelli non riusciva ad indirizzare in porta il tap-in.

Al quarto d’ora, un pregevole schema su calcio d’angolo liberava invece al tito Matarazzo, ma neppure la mira del terzino era precisa.

Con gli ospiti in chiaro affanno di fronte all’aggressività dei centrocampisti pometini ed incapaci di far circolare il pallone come nelle precedenti occasioni, al 23′ Gamboni partiva lungo la destra e sfornava un cioccolatino per Tajarol che, tuttavia, arrivava con il passo troppo lungo e spediva alto a porta vuota.

Sul rovesciamento di fronte, però arrivava l’episodio che poteva cambiare la storia del match: lancio dalle retrovie degli ardeatini ed ingenuità di Morelli che allargava troppo il braccio sinistro su Di Giovanni.

Il signor Di Reda di Molfetta non aveva dubbi ed espelleva il giovane centrale pometino.

L’inferiorità numerica costringeva così la coppia Bussi-Gagliarducci ad ovviare: fuori Scacchetti, dentro Martinelli.

Una soluzione che però non frenava la voglia della squadra di patron Bizzaglia che continuava a comandare le operazioni in campo ed al 40′ trovava il meritato vantaggio grazie ad un’incredibile prodezza di Tajarol, capace di strappare la ragnatela dall’incrocio dei pali con una rovesciata che rimarrà a lungo nella memoria degli appassionati.

Neppure il tempo di rimettersi a sedere dopo aver onorato nel modo dovuto una rete di siffatta bellezza che il pubblico di fede rossoblu un minuto dopo doveva nuovamente spellarsi le mani per il suo numero 9: pallone in verticale, trappola del fuorigioco biancorossa che non scatta a dovere e Tajarol beffa con un calibratissimo lob l’estremo difensore avversario.

Al ritorno negli spogliatoi, dal Comunale piovono applausi per un Pomezia irresistibile.

Nella ripresa ci si attende una reazione convinta da parte degli ospiti, ma ogni volta che i padroni di casa si affacciano nella metà campo altrui mette in difficoltà gli avversari.

Panella prova la soluzione mancina dal limite, ma non inquadra la porta al 7′, mentre al quarto d’ora la sorte non si dimostra amica di Laurato che fa tutto bene, ma vede la sua conclusione incocciare la traversa a Giordani battuto.

Bussone rimescola le carte con gli inserimenti in successione di Testi, Troccoli ed Appodio, ma i padroni di casa non soffrono quasi mai.

Si segnalano solo una conclusione potente, ma piuttosto centrale di Testi, un tiro dalla distanza di Princigalli, disinnescato senza troppi patemi da Morgante, e tre tentativi senza esito di Di Giovanni.

Finale all’insegna del nervosismo.

Matarazzo e Princigalli fanno amicizia: giallo per entrambi, ma il terzino di casa era già a referto.

Il Pomezia resta così in nove, ma dopo pochi minuti la pattuglia degli espulsi si arricchisce di un’unità con Petricca che scalcia da dietro, in maniera del tutto gratuita, Laurato ed al tripice fischio c’è spazio anche per ulteriori, brevi, momenti di tensione nella zona degli spogliatoi.

Finisce con il secondo successo consecutivo per 2-0 del Pomezia targato Bussi-Gagliarducci ed è un successo pesante, perchè conduce Baylon e compagni a quattro punti dagli ardeatini.

Domenica da dimenticare per la formazione del presidente Marcucci che, in un colpo solo, perde derby e leadership del torneo a causa del successo in pieno recupero del Città di Anagni ai danni della Virtus Nettuno Lido.

Ad otto giornate dal termine, con il Pomezia che finalmente fa il Pomezia e con Latina Scalo Sermoneta e Play Eur che vogliono ancora recitare un ruolo importante nel torneo, il Girone B di Eccellenza resta comunque un romanzo tutto da scrivere e qualsiasi epilogo è possibile.

 

Banner