Ostiamare beffata nel finale, il Sassari Latte Dolce passa con Bianchi: 3 – 2 all’Anco Marzio

Alessandro Bastianelli 12 febbraio 2018 Commenti disabilitati su Ostiamare beffata nel finale, il Sassari Latte Dolce passa con Bianchi: 3 – 2 all’Anco Marzio
Ostiamare beffata nel finale, il Sassari Latte Dolce passa con Bianchi: 3 – 2 all’Anco Marzio

CAMPIONATO NAZIONALE SERIE D, GIRONE G (23 GIORNATA) 
OSTIAMARE – LATTE DOLCE SASSARI 2-3
OSTIAMARE (4-3-3): Giannini; Belardelli (1’st Sarrocco), Mazzei, La Rosa (1’st Piro), Colantoni; Ferrari (1’st Maestri), Bellini, Catese (32’st Calveri); Attili, Roberti, Proietti. A disp.: Barrago, Pedone, Santucci, Dioguardi, Olivetti. All.: Greco.
SASSARI L.D. (4-2-3-1): Garau; Daga (32’st Ravot), Cabeccia, Patacchiola, Ruiu; Bianchi, Scanu (47’st Serra); Marcangeli (47’st Fideli), Demartis, Palmas (32’st Scognamillo); Usai. A disp.: Carta, Congiu, Masala, Contu, Delizos. All.: Paba.
ARBITRO: De Girolamo di Avellino. Assistenti Lambiase di Palermo e Piccichè di Trapani.
MARCATORI: 8’pt Palmas (S), 6’st Piro (O), 29’st Usai (S), 39’st Calveri (O), 49’st Bianchi (S).

Arriva all’ultimo secondo del recupero, negli ultimi concitati istanti del match, la beffa per l’ Ostiamare, che cade all’ Anco Marzio dopo oltre tre mesi (l’unico ko casalingo era datato 29 ottobre, 0 a 1 con l’ Aprilia, ndr) mentre il Latte Dolce coglie, con la conclusione di Bianchi, tre punti che mancavano, in trasferta, sempre dal Novembre scorso (1 a 0 ad Albano, ndr). Primo tempo non positivo quello disputato dai ragazzi di Greco (mancavano anche pedine importanti come capitan D’Astolfo e il difensore Pieri, per il quale purtroppo la stagione si è chiusa a causa della rottura del crociato, FORZA GIANMARCO!) che hanno pagato anche le fatiche di Coppa, meglio sicuramente la ripresa, ma al 48′ l’epilogo amaro che lascia i lidensi a 36 punti, in classifica.

La partenza è tutta dei sardi di mister Paba. L’ Ostiamare sonnecchia e allora gli ospiti ne approfittano per colpire con la zampata dell’1 a 0, dopo soli 8 minuti di gara. Dal cross di Bianchi scaturisce l’impatto vincente, di testa, di Palmas, che anticipa i difensori lidensi e trafigge Giannini per l’1 a 0 del Latte Dolce. Il gol sveglia (ma solo a tratti) la compagine biancoviola, pronta nella reazione.
Sull’asse Bellini– Roberti l’azione migliore del primo tempo. Il centrocampista fugge in percussione centrale, prima di servire il bomber biancoviola pronto alla conclusione. La palla, però, finisce alta, nessun problema per Garau. Poco altro in questa frazione, nella quale sul piano qualitativo è stata migliore la formazione sarda, avanti 1 a 0 con la firma di Palmas.

Si riparte e si vede subito un’altra Ostiamare, anche grazie ai cambi di mister Greco (dentro SarroccoMaestri e Piro, fuoriBelardelliLa Rosa e Ferrari, ndr), deciso a dare una scossa alla squadra. E così, dopo 6 minuti l’ Ostiamare perviene al pareggio. Colantoni pennella per Piro che, inseritosi perfettamente nel cuore dell’area, brucia il suo marcatore e trafigge Garauin tuffo di testa. 1 a 1. L’undici di Ostia insiste, a caccia del sorpasso, ma nonostante una maggiore intensità e una grande voglia e determinazione, Garau non deve compiere grandi inteventi.

Dall’altra parte un Latte Dolce meno incisivo e meno compatto riesce però a essere cinico nelle poche occasioni avute. Come quella del 28′, dalla quale scaturisce il nuovo vantaggio sardo. Questa volta è Usai, nonostante la statura ridotta, a colpire di testa, e a trovare l’angolo giusto per il 2 a 1 della formazione sassarese. Ma le emozioni sono dietro l’angolo e al 39′, dalla conclusione forte e tesa di Calveri, fuggito sulla sua corsia, il portiere ospite Garau la combina grossa. Tradito dal rimbalzo (e dal vento che aveva sicuramente alterato la traiettoria della conclusione del centrocampista biancoviola), il portiere sassarese blocca la sfera dopo che la stessa aveva completamente oltrepassato la linea. Quindi gol, del 2 a 2!

Gara finita? No perchè il calcio a volte si dimostra davvero brutale. E la brutalità dei suoi effetti, gioia per gli avversari, arriva negli ultimi istanti dei 3 di recupero. Quando Bianchi esplode una conclusione dalla distanza. Palla che bacia il palo e finisce la sua corsa in fondo al sacco. Per il 3 a 2 che vale la posta in palio per i sardi. Per una sconfitta che brucia in casa Ostia. Bisogna reagire, forza ragazzi!

Riccardo Troiani – Ufficio Stampa Ostiamare Lidocalcio )