Mastella para l’emozione-play off: “Avere compagni del genere è un sogno. Domenica Gamboni sarà il nostro uomo in più…”

Andrea Dirix 16 maggio 2018 0
Mastella para l’emozione-play off: “Avere compagni del genere è un sogno. Domenica Gamboni sarà il nostro uomo in più…”

Nella girandola dei protagonisti di quel Pomezia che si accinge a tornare in campo per l’andata della semifinale play-off con i senesi della Sinalunghese un ruolo di rilievo spetterà certamente a Giampaolo Mastella.

Cresciuto nel settore giovanile rossoblu, l’estremo difensore classe 1995 ha saputo attendere pazientemente il proprio turno e da qualche settimana a questa parte Bussi e Gagliarducci lo hanno gratificato con i galloni da titolare, venendo ripagati con una serie di ottime prestazioni.

Sembra dunque assai probabile che domenica prossima difendere i pali contro i toscani toccherà a lui.

Una responsabilità importante che porta con sé un comprensibile carico di emozione, che tuttavia si può gestire grazie all’aiuto di uno spogliatoio composto da gente che di partite del genere se ne intende e che sa relazionarsi nel modo giusto con i colleghi più giovani.

 

Giampaolo, l’ora si avvicina.

Emozionato per il tuo primo play-off?

“Se ci penso, non so neppure come affrontarlo.

Qualche giorno fa sono stato a pranzo con “Ruggio” (Ruggero Panella, ndr) e mi ha tranquillizzato molto dandomi parecchi suggerimenti”.

pomezia

Nel Pomezia c’è tanta gente che in passato ha disputato gare del genere.

Questo è un dato rassicurante…

“In questi giorni tutti, a cominciare da capitan Baylon, ci hanno dato dei consigli preziosi su come affrontare mentalmente la gara.

Il nostro è un gruppo molto unito, dentro e fuori dal campo, e non si avverte distintamente la differenza anagrafica tra i calciatori.

Al di là dell’esito della stagione, è stato stupendo condividere lo spogliatoio con compagni del genere”.

Che rapporto hai con i più esperti?

“Splendido.

La distinzione tra noi e loro si vede solo sul tabellino, per il resto c’è grande empatia e rispetto.

I grandi ci aiutano a tenere alta la concentrazione e mi piace sottolineare come il loro aiuto sia sempre stato costruttivo e non abbiano mai alzato la voce per richiamarci”.

gagliarducci bussi pomezia

Secondo te, come ci arriva il Pomezia a questa doppia sfida con la Sinalunghese?

“Per me ci arriviamo nel migliore dei modi.

Queste due settimane sono state utili a recuperare alcuni infortunati.

Ora siamo pronti e non vediamo l’ora di scendere in campo.

A mio giudizio, siamo superiori alla Sinalunghese.

Se metteremo la partita sui giusti binari, li batteremo”.

Quali sono questi “binari”?

“In sostanza, dobbiamo essere quelli che hanno sconfitto Team Nuova Florida e Città di Anagni, non quelli che hanno perso malamente con l’Arce.

Mi sono spiegato?”.

Perfettamente.

Da questo punto di vista, la rabbia per non aver centrato l’accesso diretto alla Serie D può essere convertita in energia positiva?

“Più che di rabbia parlerei di entusiasmo.

La rabbia esisteva prima dell’ultima giornata, quando sembravamo spacciati.

Esser riusciti a conquistare in extremis il secondo posto ci ha dato una nuova carica e tutto questo è bellissimo.

Per tornare sul discorso precedente, la settimana dopo la sconfitta con l’Arce è stata devastante, mentre le ultime sedute di allenamento sono state intense, ma anche scherzose.

Allenarsi duramente ma con il sorriso sulle labbra può fare la differenza”.

giannone pomezia

Giampaolo, nella prima parte della stagione hai spesso indossato la maglia numero 12 poi, da un paio di mesi a questa parte, i mister hanno puntato decisamente su di te, venendo ripagati alla grande.

Quanto ti senti cresciuto sotto il profilo tecnico?

“Tra noi portieri non esiste rivalità.

Abbiamo un buonissimo rapporto e non ha importanza chi vada poi in porta la domenica.

Io sono contento di poter dare il mio contributo quando vengo chiamato in causa.

Vengo allenato dallo stesso mister da cinque stagioni e sento che c’è stata una crescita costante.

Quest’anno in particolare è stata fondamentale la presenza in squadra di tanti calciatori forti sotto il profilo tecnico.

Allenarsi con gente che si chiama Fanasca o Giannone, tanto per citarne un paio, credo rappresenti un po’ il sogno di tutti coloro che giocano nel nostro calcio regionale”.

gamboni

Chi sarà l’uomo-partita contro la formazione toscana?

“Dico Gamboni.

Nelle scorse settimane Tommaso si era dovuto fermare per un problema fisico ed era molto dispiaciuto.

Adesso però è tornato in grandi condizioni e lo vedo spingere fortissimo in allenamento.

Sono certo che domenica disputerà una grande partita”.

 

(Per le foto si ringrazia Calcio Pometino)

 

 

banner sportinoro estate ok