L’Ostiamare torna alla vittoria e inguaia l’Anzio, tripletta per super Roberti

Alessandro Bastianelli 29 marzo 2018 Commenti disabilitati su L’Ostiamare torna alla vittoria e inguaia l’Anzio, tripletta per super Roberti
L’Ostiamare torna alla vittoria e inguaia l’Anzio, tripletta per super Roberti

Di Alessandro Bastianelli.

Serie D Girone G, 29^ giornata: Ostiamare – Anzio 3 – 0

Ostiamare: Giannini; Calveri (20’st Belardelli), Colantoni, Bellini, Mazzei; Catese (26’st Sarrocco), Piro (40’st Dioguardi), E. Ferrari; Roberti, Attili, Proietti. A disp. : Barrago, Maestri, La Rosa, D’Astolfo, Santucci, Olivetti. All. : Ghirotto.

Anzio: Rizzaro; Costanzo (40’st Magro), Landolfi (18’st Difazio), Silvagni (1’st Velocci), Funari, Lauri; Ussia (18’st Pirazzi), Papa; Regis (25’st De Francesco), Ricci; Ferrari. A disp. : Benedetti, Gentile, Riitano, La Terra. All. : Ghirotto.

Arbitro: Lipizer di Verona.

Marcatori: 11’pt, 44’pt e 7’st Roberti.

Note: 2′ e 3′ recupero; ammonito Catese.

L’Ostiamare ritrova la vittoria che mancava da due mesi, spedendo nel contempo all’inferno un Anzio davvero senza nerbo quest’oggi.

I ragazzi di Ghirotto ci hanno provato, ma senza la giusta convinzione e con alcune disattenzioni difensive davvero da horror. Errori che non sono sfuggiti a Roberti, che ha saputo capitalizzare al meglio i tre palloni toccati nella sua partita. Una prova da Icardi quella del bomber di Ostia, davvero letale nelle tre occasioni a lui concesse, che gli sono valse una straordinaria tripletta.

Sebbene l’Anzio abbia approcciato bene alla gara, aggredendo alto i locali e spaventandoli subito con Ricci, murato in area al 2′, all’undicesimo era già vantaggio lidense: corner Anzio, la difesa dell’Ostia allontana innescando Piro, il furetto combina con Proietti che poi manda direttamente in porta Roberti, che davanti a Rizzaro non perdona. Totalmente sguarnita la difesa portodanzese, che ha concesso un’autostrada all’ex di turno.

L’Ostiamare traeva beneficio dal vantaggio, la gara veniva gestita tranquillamente dai ragazzi di Greco. Nulla la reazione dell’Anzio: i ragazzi di Ghirotto non vincono neanche un contrasto, gli unici a salvarsi nel primo tempo sono Lauri e Ricci.

L’unica occasione è un tiro al volo in area di Fabio Ferrari, su corner di Papa, mentre l’Ostia prima sfiorava il gol con Proietti, che spara centrale la ripartenza (’29), poi lo trovava con Roberti allo scadere del primo tempo

Anche stavolta Roberti ringrazia la difesa dell’Anzio, con Silvagni che consegna il pallone in disimpegno a Proietti, abile poi a innescare l’ex punta del Latina per il raddoppio.

Ad inizio secondo tempo, dopo un paio di belle parate di Rizzaro su Proietti, l’Anzio crolla.

Roberti s’improvvisa Quagliarella, e scorgendo Rizzaro fuori dai pali lo punisce con un tiro al volo da centrocampo al 7′: stop e girata volante che pescano il capitano portodanzese fuori dai pali e che vale il 3 – 0.

Di lì in poi, al di là di una traversa dell’Ostia, la gara dirà poco: l’Anzio ci proverà con orgoglio, ma senza nerbo e aggressività, facile per l’Ostiamare gestire il vantaggio contro un Anzio che, mentalmente, è ormai in Eccellenza.

Una giornata brutta per i portodanzesi, che in campo hanno praticamente abdicato alla Serie D. Rimangono poche occasioni per salvarsi, e ora dovrebbero vincerle tutte i ragazzi di Ghirotto per tentare la salvezza. Cosa altamente improbabile, secondo quanto visto in campo quest’0ggi.

Ride invece l’Ostia che con merito si prende i tre punti, sospinta da uno straordinario Roberti che oggi, dopo due mesi, ha riportato con una tripletta i tre punti a Ostia.