L’OSTIA MARE FA “TRIS” ALL’ANZIOLAVINIO

redazione 19 gennaio 2013 Commenti disabilitati su L’OSTIA MARE FA “TRIS” ALL’ANZIOLAVINIO

I biancoviola di Caputo, con grande carattere, hanno sconfitto 3-1 l’Anziolavinio di Pernarella che era passato in vantaggio con Fioravanti e che ha giocato in superiorità numerica per l’espulsione, molto ingenerosa, di Buscia nella ripresa. Per i lidensi, è il quinto successo in sei gare.

OSTIA MARE-ANZIOLAVINIO 3-1

Ostia Mare: Di Stefano, Nobili, Chiodi, Trippa, Martinelli, Piro (75’Villanueva), Costantini A., Macciocca, Alfonsi (78’Costantini F.), Buscia. A disp.: Barrago, De Nicolò, Martini, Campoli, Molfesi. All.: Caputo.

Anziolavinio: Rizzaro, Arduini, Girometta (55’Ranone), Grillo, Fioravanti, Lupi (55’Ferrara), Cardoni F. (55’Ranone), Guida, Succi, Amassoka, Ciotti. A disp.: Minutilli, Picariello, Dell’Aguzzo, Iezzi. All.:Pernarella.

Arbitro: Buonocore di Marsala.

Ass.arb.li: Pepe di Ariano Irpino e Cascone di Castellammare di Stabia.

Marcatori: 35’Fioravanti (A), 39’Piro (OM), 41’Buscia (OM), 84’Trippa (OM).

Note: Espulso Buscia (OM) al 66′ per condotta violenta. Ammoniti: Di Stefano (OM), Nobili (OM), Martinelli (OM), Piroli (OM), Costantini A. (OM),Villanueva (OM),  Lupi (A) ed Amassoka (A). Calci d’angolo: 4-2 per l’Anziolavinio. Recupero: 6’pt e 4’st. Giornata molto fredda con vento, temperatura polare.

L’Ostia Mare fa tre su tre nel girone di ritorno. Dopo i successi ottenuti contro Sora e Sarnese, è arrivata la vittoria con grande carattere per 3-1 all’ “Anco Marzio” contro l’Anziolavinio che era passato in vantaggio prima dell’ “uno-due” micidiale dei biancoviola nel finale del primo tempo. L’Ostia Mare di Caputo si presenta con il solito modulo 4-3-3 con Piro, Macciocca ed Alfonsi in fase offensiva mentre il “team” di Pernarella risponde con un  4-2-3-1 con Cardoni F., Succi e Ciotti alle spalle dell’unica punta Amassoka. Si gioca sotto un freddo polare ed il direttore di gara è Buonocore di Marsala, in pessima giornata. I biancoviola sono molto aggressiva ad inizio gara ed al 17′, sprecano una grande opportunità: Trippa effettua un lancio filtrante per Piro, tra i migliori in campo con Trippa, Martinelli e Macciocca, che serve un “assist al bacio” dal versante destro per Alfonsi che sbaglia completamente la conclusione a centro area solo davanti a Rizzaro che riesce a sventare la minaccia. L’Anziolavinio, alla prima opportunità, passa in vantaggio in modo incredibile con un calcio di punizione da oltre sessanta metri di Fioravanti, tra i migliori degli anziati con Grillo, che trova impreparato Di Stefano con il pallone che finisce in rete.  I padroni di casa, sotto di un goal, reagiscono subito e pareggiano quattro minuti dopo: Macciocca lancia Piro che realizza, indisturbato, con un tiro al volo da corta distanza. E’ il goal dell’1-1 ma la squadra di Caputo, al 41′, ribalta il risultato: Piro s’invola sul versante destro e serve in velocità Buscia che infila di testa in tuffo con il pallone che finisce in rete all’angolino alla sinistra di Rizzaro. All’inizio del secondo tempo, i biancoviola sprecano una grande opportunità con Alfonsi. servito dall’incontenibile Piro in velocità dal versante destro ma Rizzaro esce bene e salva la sua porta. Al 5′, la squadra di Caputo si arrabbia molto sia con l’arbitro Buonocore di Marsala che con il secondo assistente Cascone di Castellammare di Stabia per la mancata espulsione del Capitano dell’Anziolavinio Guida che ha rifilato una “testata” a Piro che avrebbe meritato il cartellino rosso. Gli anziati cercano di reagire ma l’Ostia Mare è molto aggressiva e dopo aver sprecato il terzo goal con Piro, rimane in dieci uomini al 21′ per l’espulsione di Buscia, molto ingenerosa per un fallo su Arduini che avrebbe meritato l’ammonizione. La squadra di Pernarella, in superiorità numerica, non riesce a creare pericoli alla porta difesa da Di Stefano e nel finale, l’Ostia Mare fa “tris” e chiude la pratica: Villanueva, appena entrato al posto di Piro, serve molto bene Trippa, ex di turno che non esulta, che insacca con uno splendido tiro dalla distanza che sorprende Rizzaro con il pallone che finisce in rete alla sua sinistra. Solo in pieno recupero, i biancoazzurri si rendono pericolosi dalle parti di Di Stefano con Succi, lanciato da Arduini, che “centra” il palo da buona posizione alla sinistra del portiere biancoviola.  Al triplice fischio di Buonocore, è festa grande per l’Ostia Mare di Caputo che vola sempre di più verso le zone più tranquille della classifica dopo la quinta vittoria in sei gare mentre per l’Anziolavinio, è stata una prova “opaca” da dimenticare in fretta…

Giorgio Attolico