LA RAPPRESENTATIVA SERIE D batte 2-0 la LAZIO PRIMAVERA

Filippomini 24 gennaio 2013 Commenti disabilitati su LA RAPPRESENTATIVA SERIE D batte 2-0 la LAZIO PRIMAVERA
LA RAPPRESENTATIVA SERIE D batte 2-0 la LAZIO PRIMAVERA

Una Rappresentativa che ha dimostrato piena consapevolezza nei propri mezzi ha battuto la Lazio Primavera con un netto 2-0 grazie alle reti di Idromela e Manfrellotti entrambi a segno nel secondo tempo. Una gara giocata su un campo impossibile a causa della pioggia caduta su Roma in mattinata. Malgrado il terreno di gioco pesante la Rappresentativa ha messo sotto la Lazio sia per il ritmo, sia per l’organizzazione  e per il carattere, un aspetto questo ormai punto di forza della gioventù della D. Di fronte una Lazio che sta facendo bene in Campionato e oggi ha schierato il talento ex Barcellona Keita, eppure la D ha prevalso su tutti i punti di vista. Ancora una volta una Rappresentativa allestita in pochi raduni è riuscita a tenere testa a una squadra rodata, una sfida nella sfida che ogni anno Magrini e il suo staff vincono superando mille difficoltà. “Mi è piaciuta la voglia di proporre gioco dei ragazzi malgrado il campo e il blasone dell’avversario” – ci dice un soddisfatto Magrini. “La grinta non ci manca ma voglio sottolineare anche l’organizzazione e l’equilibrio che abbiamo tenuto per tutti e 90 i minuti. Queste vittorie ci fanno bene, aumentano l’autostima e le motivazioni, abbiamo intrapreso la strada giusta, dobbiamo continuare così”. La prova dei ragazzi della D, soprattutto il secondo tempo giocato con autorità e coraggio ha ben impressionato il Coordinatore e il Segretario del Dipartimento Interregionale Luigi Barbiero e Mauro De Angelis presenti sugli spalti. Soddisfatto anche il Vice Presidente Vicario della LND Alberto Mambelli:” Ho visto l’anima della LND in questa Rappresentativa, talento e organizzazione ma soprattutto tanto carattere e cuore. L’applicazione e il sacrificio sono i nostri punti di forza, il futuro non può che sorriderci”. Questa partita conferma la bontà del calcio che esprime la Serie D, un calcio che punta sui vivai e soprattutto ha un nesso con la collettività perché questi ragazzi sono profondamente radicati al proprio territorio di appartenenza e alla propria società che spesso è più di un club, un vero e proprio punto di riferimento. Da diversi anni infatti la LND ha fatto una scelta precisa, ovvero convocare solo calciatori di proprietà delle società della D e non prestiti da club professionistici. Per un non addetto ai lavori può sembrare un aspetto quasi banale ma per chi conosce il mondo del calcio nella sua interezza questa scelta rappresenta una svolta epocale. Così si valorizzano con i fatti i vivai delle società della D aumentandone la qualità, non è un caso se negli ultimi cinque anni la Rappresentativa ha sempre superato il primo turno della Viareggio Cup. La Rappresentativa stupisce perché esprime i valori locali con prospettiva nazionale

LA GARA

Campo in pessime condizioni a causa della pioggia che è caduta per tutta la mattinata su Roma. La Rappresentativa si schiera con un 4-4-2, centrocampo a rombo con Buscema vertice basso e Ridolfi dietro le punte, in avanti Bussi come seconda punta affianca il centrale Tocchetto. Nel primo quarto d’ora l’unica nota è la sostituzione di Tocchetto con Ferrè al 15’, l’ariete della Sacilese ha sentito un fastidio dietro la gamba. Difficile giocare su un terreno di gioco al limite della praticabilità, solo alcune mischie in area riscaldano il pubblico sugli spalti. Con il passare dei minuti la Rappresentativa prende fiducia e campo grazie a capitan Ridolfi che malgrado il fango disegna geometrie per i compagni, al 27’ Scaccabarozzi non ne beneficia per un soffio. Nonostante sia una gara amichevole il ritmo del match è alto, apprezzabile l’agonismo di entrambe le squadre ma le occasioni da rete latitano. Con il passare dei minuti la Rappresentativa si rende sempre più pericolosa, alla mezz’ora Ridolfi colpisce la traversa con una punizione dal limite dell’area, un minuto dopo Buscema con un tiro violento impegna severamente Scarfagna. Ancora D al 40’ sempre con Ridolfi che lascia partire un tiro a girare che scalda i guanti all’estremo difensore laziale. E’ l’ultimo brivido di un primo tempo positivo per i ragazzi di Magrini nonostante il campo impossibile. Nella seconda frazione la Rappresentativa viene stravolta, tutti fuori tranne Casapieri, Molnar, Picascia e Pulci perché questa amichevole serve per vedere tutti i ragazzi a disposizione.
Passano pochi minuti e all’8’ della ripresa la Rappresentativa va in vantaggio con Idromela che trasforma con freddezza un rigore netto. Al 15’ Bollini cambia tutti, dentro i i big ma l’inerzia della gara non cambia anzi, al 17’ Brancato solo davanti alla porta aspetta troppo e a botta sicura colpisce un difensore biancoceleste intervenuto alla disperata. Si sveglia la Lazio che al 22’ si rende pericolosa ma Casapieri in uscita bassa sbroglia una situazione pericolosa in area blu arancione. Passano i minuti e la Rappresentativa continua a macinare gioco, al 29’ Manfrellotti si gira velocemente e dal limite dell’area lascia partire un fendente che s’insacca sotto la traversa. I ragazzi della D certificano con le reti una netta supremazia. Mancano dieci minuti alla fine del match ma la D non si ferma, il portiere biancoceleste compie due miracoli su Jukic e Manfrellotti. Si fa male il portiere della Lazio, non ci sono sostituti, entrambe le squadre d’accordo con l’arbitro decidono di terminare il match con cinque minuti d’anticipo.

RAPPRESENTATIVA D – LAZIO PRIMAVERA 2-0

Rappresentativa Serie D: (4-4-2) Casapieri (94-Lucchese); Accardox (94-Torres), Pulci (94-Ischia) 1’st Sirigu (94-Bduoni), Molnarx (94-Olginatese), Picasciax (94-Foggia); Scaccabarozzi (94-Olginatese) 1’st Braccalenti (94-Sansepolcro), Buscema (94-Ragusa)1’st Amelotti (93-Pro Sesto), Ridolfi (94-Vis Pesaro)1’st Idromela (94-Arezzo), Armeno (94-Ischia)1’st Brancato (94-Sambonifacese); Bussi (93-Sandonajesolo)1’st Manfrellotti (94-Savoia), Tocchetto (94-Sacilese) 15’pt Ferrè (94-Seregno) 1’st Jukic (93-Isola Liri).

Lazio Primavera: All: Scarfagna (15’st Di Piero), Mazzei (15’st Pollace), Andreoli (15’st Serpieri), Bilali (15’st Vickatis), Ilari (15’st Filippini), Pace (15’st Keita), Paterni (15’st Falasca), Silvagni (15’st Crecco), Lombardi (15’st Manadu), Luque (15’st De Francesco), Vivacqua (15’st Cataldi). Bollini

Arbitro: Francesco Fourneau (Roma 1)

Reti: 8’st Idromela (R), 30’st Manfrellotti (R)

Note: terreno pesante, diversi osservatori presenti sugli spalti, anche il ct dell’Under 17 femminile Corrado Corradini e mister Materazzi