Il Giulianova vince, ma la semifinale è dell’Unipomezia! I ragazzi di Solimina strappano il pass al Fadini

Alessandro Bastianelli 4 aprile 2018 Commenti disabilitati su Il Giulianova vince, ma la semifinale è dell’Unipomezia! I ragazzi di Solimina strappano il pass al Fadini
Il Giulianova vince, ma la semifinale è dell’Unipomezia! I ragazzi di Solimina strappano il pass al Fadini

Coppa Italia dilettanti, quarti di ritorno: Real Giulianova – Unipomezia 2 – 0

Giulianova: Orsini; Del Grosso, Di Lallo, Fuschi, Borghetti; Balducci (22’st Barlafante), Pagliuca (11’st Di Paolo), Francia; Tozzi Borsoi, D’Alessandro, Vitelli. A disp. : Abate, Lanza, Antonelli, Moriero, Cuomo. All. : Piccioni.

Unipomezia: Savioli; De Santis (26’st Valle), Franceschi, Spaziani (31’st Feraiorni), Casciotti, Casavecchia; Delgado, Ilari, Tozzi, Ceccarelli (16’st Porzi); Ramceski. A disp. : Calvarese, Cucunato, Partipilo, Morelli. All. : Solimina.

Arbitro: Papale di Torino.

Marcatori: 6’st Fuschi, 24’st Barlafante.

Note: ammoniti Borghetti, Delgado, De Santis, Del Grosso, Di Lallo, Tozzi; al 21’st espulso Delgado per somma di ammonizioni

L’Unipomezia perde, ma lo fa nel modo giusto, mantenendo una lunghezza di vantaggio che vale la semifinale.

I ragazzi di Solimina hanno combattuto e sono riusciti a perdere soltanto per 2 – 0, un punteggio che, sommato al 3 – 0 con cui l’Unipomezia ha vinto l’andata, vale il pass per le semifinali. Unipomezia che quindi va avanti in Coppa grazie ad una prestazione di grandissimo sacrifico su un campo difficilissimo, contro una delle compagini più attrezzate della categoria.

E’ stata una giornata durissima, con un primo tempo tirato ed una ripresa più vivace, resa piccante dal gol di Fuschi che ha costretto le due compagini ad affrontarsi più a viso aperto.

Il primo tempo infatti era stato avaro di emozioni, con il Giulianova lanciato alla ricerca del vantaggio ma con poca lucidità. Nervosi i padroni di casa, che cercano di mettere la gara sui binari dell’agonismo, con l’Unipomezia che teneva botta e gestiva la verve dei padroni di casa.

Le migliori cose si vedono nel finale di primo tempo, con Ceccarelli che squilla per primo e Balducci che risponde con un destro da fuori, entrambi senza fortuna.

La ripresa inizia male per la compagine di Solimina, che al 6′ è già sotto di un gol per la rete di Fuschi.

La mazzata l’Unipomezia la prende a 21′, quando Delgado si fa ammonire per una seconda volta per una simulazione. Di lì in poi sarà sofferenza pure per i pometini, che insaccano il secondo gol a opera del 2000 Barlafante (entrato in campo poco prima) e rischiano tantissimo sulla velocità e l’imprevedibilità di Di Paolo e dello stesso Barlafante.

Savioli si esalta un paio di volte sui due esterni, strepitoso l’ex Racing al 28’proprio sul colpo a botta sicura di Barlafante.

Passata la mezz’ora, Solimina però si copre e l’Unipomezia rischia di meno, sfiorando anche il gol del 2 – 1 con Tozzi.

Finisce 2 – 0 per i padroni di casa, una vittoria inutile che non vale l’approdo alle finali. Applausi per il Rea Giulianova che ha dato tutto, ma l’Unipomezia si è dimostrata più forte di tutto mantenendo il vantaggio su un campo difficile come il Fadini, e conquistandosi una semifinale che profuma di Serie D.