Frosinone, tre punti d’oro sotto l’albero: al Benito Stirpe contro l’Entella finisce 4 – 3

redazione 21 dicembre 2017 Commenti disabilitati su Frosinone, tre punti d’oro sotto l’albero: al Benito Stirpe contro l’Entella finisce 4 – 3
Frosinone, tre punti d’oro sotto l’albero: al Benito Stirpe contro l’Entella finisce 4 – 3

Il più bel regalo sotto l’Albero di Natale: il Frosinone batte 4-3 la Virtus Entella al termine di una partita mai avara di emozioni (ed episodi dubbi), a tratti bollente a dispetto del clima galciale e vola al secondo posto a 34 punti, a -2 dal Palermo bloccato sul pari a Cesena.

FROSINONE (3-4-1-2): Bardi, Brighenti, Ariaudo, Terranova; M. Ciofani, Gori, Maiello, Beghetto (42? st Crivello); Ciano (35? Soddimo); Citro (22? st Dionisi) , D. Ciofani.
A disposizione: Zappino, Vigorito, Russo, Tarasco, Volpe, Matarese, Errico, Verde, Krajnc.
Allenatore: Longo.
VIRTUS ENTELLA (4-3-3): Iacobucci; Belli, Benedetti, Pellizzer, Brivio; Palermo (18? st Di Paola), Troiano (18? st Eramo), Crimi (33? st Aramu); Diaw, La Mantia, De Luca.
A disposizione: Paroni, Massolo, De Santis, Zigrossi, Ardizzone, Cleur, Mota, Currarino, Baraye.
Allenatore: Aglietti.
Arbitro: sig Serra di Torino; assistenti: sigg. Dei Giudici di Latina e Lombardi di Brescia; IV Uomo sig. Di Martino di Teramo.
Marcatore: 1? pt De Luca, 33? pt e 10? st Ciano, 15? e 26? st D. Ciofani, 19? st Diaw, 31? st La Mantia (rig).
Note: spettatori: 9.422 per un incasso di euro 67.798,55 compresa la quota abbonati; angoli: 7-1 per il Frosinone; ammoniti: 45? pt Brighenti, 3? st La Mantia, 11? st Diaw, 30? st Beghetto; recuperi: 5? st
GLI SCHIERAMENTI – Saltato il vero boxing-day come nelle intenzioni del primo calendario di B, si gioca di giovedi sera in un clima polare. Ne risente anche l’afflusso di tifosi, solo la Nord presenta in discreto colpo d’occhio anche se non è quello delle giornate migliori.
Nel Frosinone non recuperano Frara e Besea – quest’ultimo infortunato all’antivigilia del match – che si aggiungono a Sammarco e Paganini. Matteo Ciofani è diffidato e comunque inamovibile sulla corsia di destra. La difesa davanti a Bardi è quella di Carpi, quindi con il recupero di Terranova che al ‘Cabassi aveva lamentato un infortunio. La prima novità è sull’out mancino dove Beghetto rileva Crivello. La mediana è completata da Maiello e Gori in mezzo e, appunto, Matteo Ciofani a destra. Altre due novità rispetto alla gara in Emilia sono rappresentate da Citro e Ciano che prendono il posto di Soddimo e Dionisi nel reparto avanzato dove Daniel Ciofani è l’ariete di riferimento.
Tra i liguri non ci sono gli infortunati Ceccarelli, Nizzetto e Luppi. Rispetto alla gara persa in casa con la Salernitana non ci sono Eramo e l’ex trapanese Aramu. Nel 4-3-3 di Aglietti, la difesa è composta da Belli e Brivio rispettivamente laterali bassi a destra e sinistra, Pellizzer e Brivio centrali. Troiano è il regista di centrocampo, Crimi e Palermo le mezze ali. In attacco l’ex La Mantia con Diaw e De Luca.
GHIACCIO SUL GELO DOPO 1? – Nemmeno 1? di gioco e l’Entella passa: difesa giallazzurra troppo alta, De Luca imbucato da Crimi si getta nello spazio e appena dentro l’area batte Bardi in uscita. Ciano prova a scaldare le mani a Iacobucci su punizione, palla centrale che l’ex portiere del Latina blocca al centro della porta. I liguri giocano sulle ali del vantaggio, il Frosinone stenta a riorganizzarsi ma soprattutto a trovare le misure in mezzo al campo che improvvisamente diventa maledettamente più lungo e largo. Al 7? il Frosinone perviene al pari con un colpo di testa di Citro sulla pennellata di Maiello dopo una bella azione corale ma l’ex trapanese è in offside. Al 9? dopo un’azione prolungata di Daniel Ciofani a destra, Maiello trova l’imbucata per Citro anticipato in uscita bassa da Iacobucci. Tanta buona volontà nella squadra di Longo che fa fatica a portare avanti il pallone che a volte sembra pesare quintali tra i piedi dei giallazzurri. Ogni tanto il Frosinone si affida alle soluzioni da lontano, al 15? è Ciano che spara dai 25 metri, Iacobucci si accartoccia a para in due tempi.
ANNULLATO GOL REGOLARE, AUMENTANO GLI ERRORI ARBITRALI – Al 18? il Frosinone pareggia: dopo un angolo di Ciano c’è un altro giro palla ed è ancora l’ex cesenate a spedire un gran pallone per il colpo di testa di Ariaudo sul secondo palo, arriva in terzo tempo Citro che insacca dalla parte opposta ma l’assistente sotto la Tribuna Est sventola un fuorigioco inesistente perché c’era Benedetti a tenere in gioco l’ex trapanese. Insorge lo stadio, la panchina del Frosinone si alza in blocco furiosa ma non c’è verso di far cambiare idea all’arbitro. Continua l’assenza di feeling con terne, quaterne e cinquine arbitrali da parte del Frosinone. Ma continua soprattutto l’imprecisione degli arbitri ai danni del Frosinone.
CIANO-PARI, POI E’ ASSALTO ALL’AREA LIGURE – L’Entella da parte sua si difende, affacciandosi di rado nella metà campo giallazzurra. La squadra di Longo non gioca affatto bene, va a folate. I liguri hanno il pregio di ricompattarsi sempre sotto la linea della palla e chiudere tutti gli spazi. Al 33? break in mezzo al campo del Frosinone, Ciano in posizione centrale va sul sinistro, parabola che tocca il piede di Benedetti e infila Iacobucci alla sua destra. Cambia la chimica della partita. E al 37? il Frosinone va vicino al vantaggio: Citro rimette in area un pallone destinato al fondo, Matteo Ciofani dalla parte opposta ci crede e serve il fratello che non ci arriva per un soffio. Spinge la squadra di Longo che nel giro di 1? sfiora 4 volte il vantaggio in due azioni tambureggianti a due metri da Iacobucci con Daniel Ciofani, Citro e Ciano ma la sfera non ne vuole sapere di entrare. Nel finale di tempo accelerazione sulla destra di Citro che però chiede troppo: salta Belli ma non Pellizzer e la difesa dell’Entella libera. Poi sull’ultima azione del tempo, con il Frosinone che cinge d’assedio l’area dei biancazzurri, c’è un tentativo di ripartenza della Virtus, Brighenti usa le maniere forti e arriva l’ammonizione sul fischio che manda tutti a prendere una bevanda bollente.
FUOCHI D’ARTIFICIO GIALLAZZURRI, DIAW ACCORCIA – Frosinone avanti senza soluzione di continuità alla ripresa delle ostilità e al 5? da punizione di Maiello, Ariaudo si trova da solo all’altezza dell’area piccola ma la palla gli sfila sotto il piede e termina fuori. Sale sulla scena Iacobucci e nel giro di 30?, all’8? di gioco, prima salva con un’uscita da kamikaze su un colpo di testa di Daniel Ciofani nella tonnara e per devia con un volo plastico su una botta di Maiello dai 25 metri. Al 10? è lo stesso Iacobucci a salire alla ribalta ma alla rovescia: Ciano è egoista quello che basta, prende palla sul centro destra, si accentra, non vede volutamente Beghetto libero a sinistra e dai 25 metri lascia partire un sinistro sul quale l’estremo difensore dei liguri si impapera lasciandosi sfilare la palla sotto la pancia. Al 15? il Frosinone fa tris dopo due pali di fila: prima è Citro con un colpo da biliardo che colpisce il palo esterno, palla a Beghetto che crossa di esterno e colpisce la traversa infine tap-in di Daniel Ciofani che infila il suo nono gol stagionale. Ma l’Entella è dura a morire e al 19? accorcia la distanze: Ariaudo resta a terra in mezzo al campo, la difesa si schiaccia sul cross da sinistra, sponda di De Luca, palla rimpallata al limite, botta di Diaw che si insacca all’angoletto alla destra di Bardi. Grande azione di Matteo Ciofani dopo l’ingresso di Dionisi al 22?, controllo di tacco in area, doppio palleggio e botta di sinistro alto mezzo metro.
Ma è un Frosinone che non fa sconti a nessuno e il ‘Benito Stirpe’ si esalta per la prima doppietta stagionale dell’ariete: Ciano serve un pallone d’oro, Pellizzer salta a vuoto, stop di petto e destro di Ciofani che brucia sul primo palo Iacobucci. Sulle ali il Frosinone sfiora il 5-2, stavolta è Gori ad andare a rimorchio su un pallone servito da Danielo Ciofani, destro di poco fuori. Ma non c’è tempo per gioire perché Beghetto tocca in area Diawa, è rigore che La Mantia realizza spiazzando Bardi. Nell’Entella dentro Aramu per Crimi al 33?, al 35? per il Frosinone dentro Soddimo per Ciano. E si soffre con l’Entella che attacca con tutti gli effettivi. L’ultimo cambio nel Frosinone è Crivello per Beghetto, Longo cerca di dare un po’ più di copertura. Al 90? una ‘veloce’ al limite dell’area del Frosinone manda al tiro Aramu, Bardi para centralmente. Cinque minuti di recupero, anche abbastanza incomprensibili. Il finale si scalda, Serra cerca di tenere la barra a dritta. Al 4? di recupero gran pallone per Soddimo a tu per tu con Iacobucci ma il tiro è debole. Il tempo si spegne sul rinvio di Bardi, il Frosinone vince soffrendo ma vince. Ed è quello che conta per festeggiare come è giusto il dodicesimo risultato utile di fila.
Ufficio Stampa Frosinone Calcio