Frosinone fermato sullo 0 – 0 dalla Salernitana

redazione 18 marzo 2018 Commenti disabilitati su Frosinone fermato sullo 0 – 0 dalla Salernitana
Frosinone fermato sullo 0 – 0 dalla Salernitana

Il Frosinone non riesce ad andare oltre lo 0-0 in casa contro la Salernitana tredicesima in classifica. Stop per mano di un avversario non apparso granché pericoloso. La situazione in classifica vede adesso i giallazzurri a quota 54 punti, con il Palermo a 51 e l’Empoli a 57. Entrambe, però, hanno ancora una gara da recuperare.

UNDICI LEONI – I ciociari scendono in campo sotto la pioggia battente del ‘Benito Stirpe’ con una formazione che rispecchia quanto riferito nella conferenza stampa pre-gara dal tecnico giallazzurro Moreno Longo: tra i pali Vigorito la spunta su Bardi, non ancora al top; complice l’assenza di Terranova, nella linea difensiva a tre c’è Krajnc insieme al duo Ariaudo-Brighenti; sulla corsia di destra torna dal 1′ Luca Paganini, che per la prima volta nel nuovo stadio gioca dall’inizio; in mezzo al campo si ricostituisce la coppia formata da Raffaele Maiello e Mirko Gori, mentre a sinistra trova conferma la presenza di Beghetto. Lì davanti, ecco il tridente Dionisi-Ciofani-Ciano.

GLI AVVERSARI – Colantuono ridisegna i suoi con un 4-3-1-2 a forte trazione anteriore: la difesa è infatti compatta e il centrocampo fa leva sulla versatilità delle due mezzali. Tra i pali c’è Radunovic, con Casaola, Tuia, Monaco e Pucino a costituire la linea difensiva. In mezzo al campo i granata si affidano ai centimetri di Minala, all’eleganza di Ricci e agli inserimenti di Kiyine; agisce sulla trequarti Di Roberto, che gioca alle spalle della coppia d’attacco formata da Sprocati e Bocalon. Fuori per scelta tecnica Rosina. Resta in panchina Rossi, complice il suo prematuro ritorno tra i convocati.

PARTENZA ‘NO’ – Pronti-via e la Salernitana si fa subito sotto, al 7′, con un’azione tanto manovrata quanto efficace: una buona trama offensiva ed un brutto liscio di Brighenti vedono Sprocati venire in possesso del pallone al limite dell’area. L’attaccante granata, dopo un ottimo slalom, conclude alto tentando di scavalcare Vigorito con un pallonetto. Al 18′ ancora Sprocati, dai 25 metri, sfodera il destro: palla di poco a lato, ma sono le prime avvisaglie per i canarini. E ci si mette anche la sfortuna: al 31′ Ariaudo è costretto ad uscire per un fastidio al ginocchio. Al suo posto entra Russo, che battezza la sua prestazione con un giallo evitabile.

BUONA VOLONTÀ – Il Frosinone parte in tilt ma poi cerca di venirne fuori, anche se il gioco non decolla: Dionisi segna su cross di Paganini ma è evidente il tocco con un braccio. Gol, dunque, annullato. Si rifa vivo dalle parti di Radunovic lo stesso Paganini, che di testa conclude a lato su traversone di Beghetto. Prima dell’intervallo i giallazzurri hanno la chance di sbloccarla su calcio di punizione, ma Ciano tenta un improbabile tiro verso la porta che sì impegna Radunovic, ma che mai e poi mai sarebbe potuto entrare con una conclusione di sinistro. Le due squadre rientrano, quindi, nel tunnel.

CON CORAGGIO – Avvio sprint nella ripresa per il Frosinone, che nei primi 5′ costruisce due buone occasioni: dopo neanche sessanta secondi Maiello pennella un cross in area per Ciano, il quale viene strattonato e cade all’interno dei sedici metri. L’arbitro Saia, però, non fischia rigore. Pochi minuti dopo Dionisi viene ben innescato in profondità: il numero 18 giallazzurro vede la respinta del portiere avversario in seguito alla sua conclusione.

BOTTA E RISPOSTA – Rispondono però gli ospiti, che al 17′ del secondo tempo impegnano Vigorito con un tiro potente di Di Roberto, che conclude dai 20 metri con un tiro ben mirato: attento, però, il portiere giallazzurro. Tre minuti dopo, Longo rimuove un ammonito e nervoso Dionisi: al suo posto Nicola Citro, che dopo trenta secondi dispensa un colpo di tacco al volo per Daniel Ciofani in area di rigore. Il centravanti ciociaro, però, si divora il vantaggio a tu per tu con il portiere.

SFIDA DI NERVI – Al 26′ ci prova Kiyine dai 25 metri: Vigorito fa sua la sfera, ma è un altro brivido per il Frosinone vista la potenza della conclusione del centrocampista granata. Dopo qualche manciata di secondi la musica si ripete, con l’estremo difensore che fatica a bloccare il pallone ed è costretto a controllarlo in tre tempi. In seguito scoppia una scintilla in mezzo al campo tra Daniel Ciofani e Salvatore Monaco: l’arbitro ammonisce entrambi. Al 32′ primo cambio per la Salernitana: Zito rileva un calante Sprocati.

IDEE CONFUSE – Nel finale di gara Longo richiama in panchina Paganini per gettare nella mischia Soddimo, rientrato dalla squalifica. Ed è così che il Frosinone ha più qualità in mezzo, ma manca del punto di riferimento sulla corsia di destra. Al 38′ per giunta, sugli sviluppi di un calcio di punizione, Bocalon si divora clamorosamente la chance per portare in vantaggio i suoi. Il Frosinone non c’è, e ne è testimonianza il suo gioco sterile.

Longo si affida alle giocate isolate, ma i singoli steccano ed il gioco di squadra non convince. Il risultato è questo: la gara si conclude con uno scialbo 0-0, mentre vince l’Empoli contro il Venezia e pareggia il Palermo a Novara, le quali oltretutto hanno anche una gara da recuperare. Si complica dunque la situazione per i canarini, che restano comunque in corsa per la Serie A diretta ma, con questo pareggio, forniscono un assist notevole alle avversarie. E il ‘Benito Stirpe’ rumoreggia…

IL TABELLINO:

FROSINONE 0-0 SALERNITANA

Frosinone (3-4-1-2): Vigorito; Brighenti, Ariaudo (dal 31′ p.t. Russo), Krajnc; Paganini (dal 35′ s.t. Soddimo), Gori, Maiello, Beghetto; Ciano; Dionisi (dal 20′ s.t. Citro), D. Ciofani (C).
Panchina: Bardi, Besea, Frara, Koné, Volpe, Matarese.
Allenatore: Moreno Longo.

Salernitana (4-3-1-2): Radunovic; Casasola, Tuia (C), Monaco, Pucino; Minala, Ricci, Kiyine (dal 36′ s.t. Odjer); Di Roberto (dal 42′ s.t. Palombi), Bocalon, Sprocati (dal 32′ s.t. Zito).
Panchina: Adamonis, VItale, Mantovani, Signorelli, Rosina, Della Rocca, Asmah, Rossi, Popescu.
Allenatore: Stefano Colantuono.

Arbitro: Saia di Palermo.
Assistenti: Colella di Rimini – Mastrodonato di Molfetta.
IV Uomo: Marchetti di Termoli.

NOTE: Ammoniti: Dionisi, Russo , D. Ciofani (F); Monaco, Ricci (S).

Fonte: tuttofrosinone.com