Ferretti lancia il Fonte Meravigliosa: “Società seria e competente, proviamo a rimanere tra le prime”

Roberto Matrisciano 12 ottobre 2017 0
Ferretti lancia il Fonte Meravigliosa: “Società seria e competente, proviamo a rimanere tra le prime”

A cura di Roberto Matrisciano

Promozione girone C

Il “Lupo” Ferretti è tornato e le prime sei giornate parlano di un Fonte Meravigliosa competitivo e divertente. Il tecnico romano, dopo la negativa esperienza di Campagnano sta trovando il riscatto alla guida della compagine romana, che anche in questa stagione si candida per un posto al sole per fine stagione.

Ecco le parole del tecnico ai microfoni di Sport in Oro all’indomani del pari esterno di Terracina:

 

Mister, archiviata l’esperienza di Campagnano hai trovato subito slancio qui al Fonte Meravigliosa, ritornando su ottimi livelli.

Che impatto è stato quello con società e ambiente?

“Questa è una società molto organizzata, di intenditori, sempre presente e vicina a tutto lo staff.

Sono molto soddisfatto di aver trovato una situazione simile, ideale per lavorare e rendere al meglio, era esattamente quello che cercavo dopo la negativa esperienza di Campagnano.

Non salvo nulla di quell’esperienza, la più brutta della mia vita, e per fortuna che avrò fatto solo otto partite se non erro, ma forse anche troppe per la situazione in cui eravamo.

Senza rimborsi, docce fredde, un solo faro del campo funzionante, tre palloni al massimo, una società mai presente, insomma, una situazione surreale che inizialmente accettai solo perché erano tanti anni che il DS in carica cercava di convincermi a portarmi con lui”.

Per fortuna in Estate mi è arrivata questa importante proposta dal Fonte Meravigliosa, che mi ha permesso di ritornare ad allenare con entusiasmo”.

La squadra, nonostante il rinnovamento, sta continuando sui ritmi della scorsa stagione, quando si qualificò per i play-off.

“Esatto, il gruppo per la maggior parte è cambiato, ma l’inizio di stagione è stato subito buono.

Peccato solo per l’immeritata sconfitta all’esordio a Lariano, dove incassammo due gol su calcio piazzato, per il resto non posso lamentarmi e il pari di ieri in Coppa Italia su un difficile campo come quello di Terracina certifica l’ottimo stato di forma”.

Ad oggi siete sul podio e con il miglior attacco del girone.

È una posizione che potete mantenere da qui alla fine?

“Noi ci proviamo a rimanere lì davanti, la squadra sicuramente è buona e con qualche giocatore molto importante.

La strada è dura ma abbiamo le nostre chance”.

È davvero così imprendibile questo Sporting Genzano?

“Squadra costruita per vincere, giocatori forti, esperti, di qualità, che questa categoria l’hanno già vinta.

Aspettiamo ancora un po, sarà il campo come al solito a parlare, ma al momento stanno confermando di essere lo squadrone che tutti temevano e penso che vinceranno questo campionato”

Domenica c’è il Praeneste Carchitti, penultimo in classifica.

È una grande possibilità per spiccare il volo, ma non teme qualche calo di concentramento dopo gli ottimi risultati?

“La guardia non va mai abbassata, io di certo non sottovaluto mai un avversario, perché le vittorie vanno sempre conquistate sul campo e mai prima.

Ogni gara può rappresentare insidie, noi facciamo quello che sappiamo fare e poi si vedrà”.

 

banner trasmissione ok