Eccellenza, tanti quesiti aperti: come si riparte dopo la pausa?

Andrea Dirix 8 marzo 2018 Commenti disabilitati su Eccellenza, tanti quesiti aperti: come si riparte dopo la pausa?
Eccellenza, tanti quesiti aperti: come si riparte dopo la pausa?

(Nella foto Giulio Pandolfi e Massimo Rocchetti, rispettivamente allenatore e presidente di una Bricofer Casal Barriera che sta attraversando un grande momento di forma)

 

 

A distanza di quasi due settimane dall’ultimo turno di campionato disputato prima della sosta indetta dal Comitato Regionale Lazio per via del maltempo, l’Eccellenza laziale si prepara a riaprire i battenti per la sua nona giornata di ritorno.

Si riparte dalla leadership di Vis Artena e Ladispoli nel Girone A e da quella del Team Nuova Florida nel B.

Insieme al cammino delle battistrada sono però numerose le tematiche da tener presenti al ritorno in campo delle magnifiche trentasei che compongono il massimo campionato regionale.

Con questo articolo vi diamo semplicemente qualche spunto di riflessione da prendere in considerazione ed eventualmente approfondire ulteriormente nei prossimi giorni.

Nel Girone A l’ultima giornata andata in scena è stata favorevole al Cre.Cas. Città di Palombara, tornato al successo al Torlonia a distanza di oltre due mesi dalla precedente vittoria con la Boreale Don Orione, ed all’UniPomezia che ha superato in via Varrone la Vis Artena al termine di un match bellissimo.

Ladispoli

Il Ladispoli, che insieme ai rossoverdi è la squadra che ha vinto il maggior numero di partite ed unitamente agli uomini di Punzi ed alla Boreale Don Orione è quella che ne ha pareggiate di meno, affronterà proprio la formazione di Cardone in quell’Angelo Sale su cui i rossoblu di Bosco finora hanno perso solo una volta, con la Pro Calcio Tor Sapienza, a fronte di nove vittorie e due pareggi.

A proposito dei gialloverdi, va rimarcato come in un’annata assai deludente come quella che stanno attraversando Camilli e compagni si siano tolti lo sfizio di battere i tirrenici sia all’andata che al ritorno e due settimane fa anche quell’Astrea che stava vivendo un inizio di 2018 da sogno.

Tor Sapienza esulta

La Vis Artena, che dispone dell’attacco più prolifico del torneo, misurerà invece la sua voglia di reagire al ko di via Varrone contro la Cynthia, che insieme al Cre.Cas. Città di Palombara gode della retroguardia meno battuta del campionato.

Peraltro, dall’arrivo in panchina di Aldobrando Franceschini i castellani sono imbattuti ed attualmente vantano la serie positiva più lunga del torneo (undici punti nelle ultime cinque uscite).

E l’UniPomezia?

Dall’arrivo di Solimina ha perso solo una volta tra coppa e campionato ed allo Scoponi di Tolfa proverà a rendere ancor più fulgido il proprio ottimo momento.

Ha perso parecchio terreno nelle ultime settimane il Città di Ciampino.

A lungo andare, la squadra di Granieri ha pagato dazio rispetto alle ristrettezze di una rosa che peraltro non è stata costruita con l’obiettivo di vincere il campionato.

Le statistiche degli aeroportuali, relativamente ai primi mesi del nuovo anno solare, sono piuttosto affini a quelle della Valle del Tevere che domenica varcherà i cancelli del Superga.

Bianchi - Scaricamazza - De Santis Valle dìel Tevere

Sia la formazione cara a patron Cececotto che quella cara al presidente De Santis hanno vinto solo una partita, a fronte di un numero elevatissimo di pareggi.

Risultato, quest’ultimo, particolarmente gradito ai biancazzurri di Forano, se è vero che dall’inizio del torneo ne hanno conseguiti ben dieci.

In coda si aprirà la trafila degli scontri diretti tra le formazioni attualmente più in difficoltà: otto rivali in tre punti ed un margine di errore che si fa sempre più esile col trascorrere delle domeniche.

Quasi banale sottolineare che salverà lo scalpo chi acquisirà maggior continuità e riuscirà a lavorare con maggior profitto sugli errori commessi in passato.

Se la Pro Calcio Tor Sapienza deve cercare di trovare con maggior frequenza la via del gol (fin qui solo 19 le reti realizzate, di cui 3 nell’ultimo turno), l’Atletico Vescovio deve operare una netta inversione di tendenza rispetto all’attuale media di due reti e mezzo incassate per partita.

Parlando del Girone B, alla ripresa del campionato andrà in scena uno degli snodi determinanti del vibrante finale di stagione: il derby tra Pomezia e Team Nuova Florida.

Alessio Bizzaglia Presidente Pomezia

Da una parte quella che doveva essere la schiacciasassi del torneo e che, per varie vicissitudini si trova adesso nelle condizioni di dover rimontare, dall’altra la matricola terribile che fino a questo momento ha dimostrato sul campo di meritare la leadership.

Da una parte il secondo miglior attacco del campionato, dall’altra la squadra che nel corso dei primi sei mesi ha trovato la via del gol con 14 interpreti diversi.

Spettatore interessato sarà ovviamente il Città di Anagni che ospiterà a Paliano una Virtus Nettuno Lido in equilibrio perfetto nel computo di quanto prodotto e di quanto subito.

L’undici di Gerli spartisce la palma della seconda miglior difesa del torneo con i rossoblu di patron Bizzaglia.

La migliore attualmente è di competenza del Serpentara BellegraOlevano, costretto a raccogliere il pallone in fondo al proprio sacco in appena 26 circostanze.

Marietto Apuzzo

La squadra di Apuzzo ha giocato però una partita in meno ed affronterà quindi una settimana piuttosto impegnativa, in virtù dei tre confronti con Montespaccato, Morolo e Virtus Nettuno Lido.

A proposito del Morolo, la squadra di Campolo subisce poco ma va in rete col contagocce: fin qui Pazienza e compagni hanno realizzato 0,8 reti di media a partita.

Nella colonna di destra della classifica, il girone di ritorno ha fin qui sottolineato i meriti di Bricofer Casal Barriera ed Almas.

L’undici di Pandolfi ha messo a referto quindici punti in otto giornate, riuscendo già quasi ad eguagliare lo score dei diciassette conquistati nel corso del girone d’andata.

Va peraltro rimarcato che la squadra di Pietralata si è tolta ottime soddisfazioni contro le grandi, vedi il successo con il Team Nuova Florida, quello con il Latina Scalo Sermoneta e quello bissato anche al ritorno con l’Audace.

Colasanti

Leggermente peggio ha fatto la formazione di Galvanin e Nulli, che di punti dopo il giro di boa ne ha incamerati quattordici.

La squadra che sta denotando le maggiori difficoltà in questa fase del campionato è invece il Formia, unica compagine di Eccellenza ancora a secco di successi nel 2018.

I biancazzurri hanno acquisito appena due punticini e cominciano a sentire la pressione derivante dal tentativo di rimonta di Colleferro e Roccasecca.

 

 

Banner