Civitavecchia calcio a porte scorrevoli

Luca Grossi 5 dicembre 2017 0
Civitavecchia calcio a porte scorrevoli

Primi sconvolgimenti in casa Civitavecchia. Dopo la partenza del tecnico Antonio Germano e l’arrivo di Ugo Fronti erano previste diverse entrate ed uscite. Le due vittorie ottenute dai nerazzurri non hanno cambiato i programmi.

Ad uscire dal team di via Bandiera è stato Giuseppe Tabarini, il classe 1995 se ne è andato ed ha scelto il Monterotondo Scalo.  Tra le motivazioni, sicuramente quelle economiche. I cinque gol realizzati dall’attaccante nato calcisticamente a Napoli rimarranno un ricordo per i tifosi nerazzurri, cosi come le sue veloci ripartenze.

Ma le partenze e gli addii potrebbero non essere finite per il team di Fronti.  Sia il portiere Nencione che il difensore Gimmelli che potrebbero accasarsi al Monte Cimini. Due partenze che sicuramente ridurrebbero il monte ingaggi di un team, quello civitavecchiese, creato in estate con la consapevolezza dell’entrata di una nuova cordata, che poi è svanita con il passare dei giorni. Le aspettative di questa estate erano infatti di altissima classifica. L’addio alla cordata ha lasciato tutta la gestione sulle spalle del tandem Iacomelli-Fronti che da anni tengono la bandiera del team.  I due dirigenti adesso cercheranno di allestire una squadra in grado di mantenere la metà classifica, senza agitazioni e senza spese eccessive a livello di ingaggi. Per questo dovrebbe fare al caso nerazzurro l’ingaggio del civitavecchiese Thomas Funari che dopo aver disputato diversi campionati di serie D in giro per l’Italia potrebbe ritornare nella sua città natale. Le prossime ore saranno decisive per l’ingaggio dell’ex Frosinone.