Atletico 2000, l’ira funesta di Martinelli: “Noi vessati. Se dobbiamo retrocedere, lo facciamo per conto nostro…”

Andrea Dirix 28 marzo 2018 Commenti disabilitati su Atletico 2000, l’ira funesta di Martinelli: “Noi vessati. Se dobbiamo retrocedere, lo facciamo per conto nostro…”
Atletico 2000, l’ira funesta di Martinelli: “Noi vessati. Se dobbiamo retrocedere, lo facciamo per conto nostro…”

L’Atletico 2000 non riesce a tornare alla vittoria, anche se il pareggio interno (2-2) contro il Fonte Meravigliosa è stato quasi miracoloso per come si era messa la partita.

Un match che ha fatto molto discutere per l’arbitraggio: una direzione di gara che non è piaciuta per niente al direttore sportivo capitolino Massimiliano Martinelli.

«Abbiamo subito 90 minuti di prepotenze e sinceramente non ne capisco proprio il motivo.

Dopo appena tre giri di lancette l’arbitro ha trasformato un fallo sul nostro Bandiera in un calcio di rigore a favore del Fonte Meravigliosa, che non aveva nemmeno protestato per l’episodio, con successivo incredibile cartellino rosso al nostro difensore. Ma gli episodi sono stati molteplici, come ad esempio il fallo tattico compiuto in mezzo al campo dal classe 2000 De Bonis sul 2-1 a nostro favore e meritevole addirittura di un cartellino rosso diretto.

Oppure un primo allontanamento del nostro tecnico Antonini per una richiesta di spiegazioni, poi “cancellato” anche sulla spinta del comportamento altamente sportivo dei ragazzi e del tecnico del Fonte Meravigliosa che hanno comunicato all’arbitro come in realtà non fosse successo nulla.

Il direttore di gara, nel secondo tempo, ha comunque espulso Antonini “reo” di aver oltrepassato la linea dell’area tecnica e in più ha calcato la mano sul referto, così il giudice sportivo ha “stangato” il nostro mister con quattro giornate di squalifica: il danno oltre la beffa.

Insomma, domenica ne abbiamo viste davvero di tutti i colori e sinceramente in serata ho avuto anche voglia di dimettermi dall’incarico.

Se dobbiamo retrocedere, lo vorremmo fare per nostri limiti o responsabilità, a cui tra l’altro non siamo mai sfuggiti nel corso della stagione.

Inoltre il nostro club, seguendo l’input del Comitato regionale, ha puntato fortemente sull’impiego di tanti giovani, ma questo non significa che dobbiamo essere vessati da un direttore di gara che viene ad arbitrare in casa nostra con questo atteggiamento arrogante e sprezzante.

Mi auguro che, nella prima delicatissima gara dopo la sosta che avremo sul campo del Podgora, si possa avere un arbitraggio regolare e rispettoso di tutti i ragazzi in campo».

Oltre alla domenica molto nera dal punto di vista arbitrale, rimane negli occhi l’ottima prestazione dell’Atletico 2000 capace di ribaltare in inferiorità numerica il risultato contro il Fonte Meravigliosa (in gol Mancini su rigore e del classe 2000 Piromalli nel secondo tempo, prima della beffa del 2-2 ospite in pieno recupero).

«La squadra è viva e domenica ha risposto alle aspettative della società. Ora bisogna fornire continuità di prestazioni fino alla fine della stagione».

 

(Ufficio Stampa Atletico 2000)

 

 

Banner