ASSOGNA DA RECORD! VOGLIO SUPERARMI…

redazione 17 gennaio 2013 Commenti disabilitati su ASSOGNA DA RECORD! VOGLIO SUPERARMI…
ASSOGNA DA RECORD! VOGLIO SUPERARMI…

Due chiacchiere con Daniele Assogna, portiere del fregene…

di Serena Di Ceglie

 

DANIELE… APPRODI QUEST’ ANNO AL FREGENE DOPO LE ESPERIENZE ALLA VIGOR CISTERNA E AL FLAMINIA, SQUADRA CON LA QUALE NON HAI CHIUSO IN BUONI RAPPORTI…

Eh già… dopo due anni bellissimi, nei quali avevamo raggiunto anche traguardi ambiziosi… hanno deciso di puntare su un portiere giovane! Ma sai, ognuno può prendere la strada che preferisce in fin dei conti, non avrei comunque fatto problemi se mi fosse stato detto con franchezza, quello che mi ha lasciato un po’ così è stato il modo in cui mi hanno messo fuori rosa. Prima della fine della stagione avevo già trovato l’ accordo con la società, solo a parole ovviamente, ma poi tornato dalle vacanze non mi hanno più neanche risposto al telefono! Mi dispiace perché si erano sempre comportati in modo serio con me e non mi aspettavo un comportamento del genere, soprattutto sotto il punto di vista umano… ma ormai è acqua passata!

PRIMA ANCORA HAI CAMBIATO MOLTI CLUB, PREVALENTEMENTE NELLA SERIE D LAZIALE… QUALE TI HA LASCIATO I RICORDI MIGLIORI?

La Cynthia, senza dubbio! Sono vent’ anni che gioco a calcio ormai, e ho toccato anche buone categorie… ma i quattro anni a Genzano sono stati incredibili. A prescindere dalla vittoria del titolo, cosa che comunque porto nel cuore, alla Cynthia ho i ricordi più belli…

MENTRE A FREGENE, COME TI TROVI?

Bene, devo dirti anche inaspettatamente. Sono andato a Settembre perché c’ era Liberati con il quale avevo giocato tempo fa nell’ Astrea, quindi mi sono lasciato convincere. Poi lui è stato sollevato dall’ incarico e io sono rimasto ovviamente e ho iniziato ad ambientarmi. Devo dirti che la società è di primo livello, sono tutte persone serissime e competenti. L’ ambiente è sano e si lavora bene… si respira l’ aria giusta… quella che serve a vincere le partite!

AVETE LA MIGLIOR DIFESA DEL GIRONE… SOLE 8 RETI INCASSATE IN 19 INCONTRI DISPUTATI! C’ E’ ARIA DI RECORD…

Non so quale sia il record in vigore… ma credo di migliorarlo se mantengo questi risultati! ( Si concede simpaticamente gesti apotropaici… n.d.r.)  Sto andando bene e ci spero davvero, anche per la società. Non mi aspettavo certi risultati, la squadra è giovane, anche se ci sono grandi nomi per la categoria… il merito è davvero di tutti devo dire però!ASSOGNA1

L’ ATTACCO INVECE E’ UN PO’ PIU’ GRAMO, NONOSTANTE LA POSIZIONE DI CLASSIFICA. QUALE CREDI SIA LA RAGIONE?

Devi credermi, non me lo so spiegare! Creiamo tantissimo ogni domenica, le occasione da goal sono innumerevoli ma poi sotto porta non la mettiamo dentro! Anche nell’ ultima, contro il Rieti, posso dire con fermezza che lo zero a zero è davvero bugiardo… abbiamo avuto modo di segnare più e più volte, ma niente! Ci manca un po’ di fortuna forse, un po’ di cinismo… ci serve più cattiveria! Fortunatamente capitalizziamo grazie alla difesa appunto… ci sono bastati diversi uno a zero per portare a casa i tre punti, però non ci farebbe male metterla dentro di più…

PASSIAMO A TE! GIOCHI NEL LAZIO DA ANNI, CHI E’ L’ ATTACCANTE CHE TEMI DI PIU’?

Adesso Toscano! Non l’ avevo mai incontrato e ne sono rimasto piacevolmente sorpreso, è un fuoriclasse nel suo ruolo! Mi ha segnato purtroppo… altrimenti avrei raggiunto dieci gare senza subire reti! Se poi devo dirti la mia bestia nera di sempre, sicuramente il caro vecchio Santucci… mi purgava sempre!

MENTRE IL DIFENSORE CHE TI ISPIRA PIU’ SICUREZZA?

Che nessuno me ne voglia… Emiliano Quadrini! E’ davvero un grandissimo difensore e non capisco come mai non sia mai andato oltre l’ Eccellenza! Io gioco da sempre, ho cambiato molte squadre… ho militato anche in categorie superiori… e non ricordo difensori così forti!

HO INTERVISTATO SIMEOLI POCHI MESI FA, QUANDO ANCORA ERAVATE IN ATTESA DI GARAT. OGGI LA POSIZIONE DI CLASSIFICA E’ PIU’ O MENO ANALOGA A QUELLA IN CUI LUI MI RACCONTAVA DEI VOSTRI OBIETTIVI, CON UN ALBALONGA CHE, COME ALLORA, NON HA ANCORA TIRATO FUORI LA TESTA DALLA SABBIA CON CONVINZIONE. TU DOVE CREDI POSSA ARRIVARE QUESTO FREGENE?

Siamo partiti per disputare un campionato tranquillo, senza troppe pretese… ma adesso, è inutile nasconderlo, la musica è diversa! Anche la società ha scoperto le carte, si è attivata molto nel mercato invernale ed ambisce almeno al secondo posto! Anche io sinceramente credo molto nel club, anche nello scontro diretto di domenica scorsa abbiamo dimostrato di non essere inferiori a nessuno. Credo possiamo dire che la corsa sia a tre… e anche se in più il Nuova Santa Maria delle Mole non sbaglia un colpo e il Real Pomezia è alle costole… credo sia alla nostra portata!

FACCIAMOCI PIU’ LEGGERI… PARLACI DI TE!

Che dirti… ho due splendidi bambini, Mattia di sei anni e Flaminia di tre… e oltre a fare il portiere nel pomeriggio… guido il taxi la mattina! Ho una vita abbastanza tranquilla… non mi lamento!

CHE STUDI HAI CONDOTTO?

Ho il diploma in ragioneria e anche un esame all’ università, pensa… in sociologia! Purtroppo non sono mai riuscito a far conciliare lo studio con il calcio quindi non ho ultimato la carriera universitaria. Sono fuori casa da quando ho 15 anni e non è stato facile… ho dovuto fare una scelta… e la risposta mi sembra evidente!

COSA PENSI DEL CALCIO DI OGGI?

Il calcio di vertice, bè… è marcio! Si sentono troppe cose assurde, dal calcioscommesse al doping… e gli stadi si svuotano! I tifosi, me compreso, a lungo andare si disamorano. Io sono un gran tifoso… mio padre era un gran tifoso… nel ’82 io ero con lui a festeggiare lo scudetto della Roma e avevo soli sette anni… credimi, è una passione infinita la mia! Ma oggi non riesco più a viverla come prima, perché tutto mi sembra stabilito a tavolino e pilotato da interessi diversi da quelli di un tempo! Per il calcio dilettanti… anche qui onestamente i valori si sono persi! Si va avanti solo se si ha lo sponsor giusto e viene sempre meno la meritocrazia quindi… in poche parole, stanno uccidendo il calcio! Queste sono cose che non fanno bene, soprattutto ai giovani che non riescono quindi a giocare quanto dovrebbero per crescere! Insomma, in entrambi i casi, c’ è bisogno di una bella ripulita dalla base!

TI AUGURO DI GIOCARE A QUESTI LIVELLI PER ALTRI MILLE ANNI… MA TI CHIEDO, HAI MAI PENSATO AL POST? VUOI RIMANERE NELL’ AMBIENTE?

Innanzi tutto spero anche io di giocare così ancora a lungo! Da un paio d’ anni arrivo a Maggio non sapendo se arriveranno o meno chiamate e la vivo tranquillamente… ma fortunatamente arrivano sempre! Gioco ancora con l’ entusiasmo degli inizi, con la stessa passione e la stessa voglia di migliorarmi… perché c’ è sempre da migliorare secondo me, io vedo continui miglioramenti nel mio modo di giocare ancora oggi e quando hai voglia di migliorarti ancora, quanto la passione non finisce… allora devi continuare a giocare! Quando questa voglia verrà meno, quando non andrò volentieri al campo la domenica o quando la famosa chiamata non arriverà… allora vorrei fare il preparatore dei portieri! Già ho provato e mi entusiasma molto la cosa, mi vedo meglio sul campo, dove c’è genuinità e passione, piuttosto che nelle retrovie…

GRAZIE DANIELE…DOMANDA DI RITO! CHI VINCERA’ IL GIRONE A?

Sicuramente sarà un titolo tiratissimo quest’ anno… contrariamente allo scorso! Staremo testa a testa fino alla fine, noi, l’ Albalonga, il Rieti e il Santa Maria delle Mole! Non credo nessuna mollerà la presa, vedo un girone di ritorno davvero entusiasmante! Ripeto, credo nei nostri mezzi e sono certo che possiamo tranquillamente farcela… quindi spero saremo noi ad occupare la vetta!

Daniele Assogna è sicuramente il portiere del momento. Ma non solo… è uno dei portieri migliori di queste categorie! Classe ’75, potrebbe mettersi seduto in panchina e guardare gli altri allenarsi, potrebbe sentirsi “arrivato”, invece ha ancora voglia di fare bene, di imparare, di migliorarsi, mettersi in gioco e sudare… giorno dopo giorno… per battere nuovi record, cosa che io, a nome di tutta la redazione, gli auguro veramente! Credo che il calcio di oggi avrebbe bisogno di molti più Daniele Assogna…